Seguici sui social

Aviazione / linee aeree

Gli scioperi in Europa potrebbero provocare ulteriori danni ai voli verso l'estate

SHARE:

Pubblicato il

on

Gli scioperi in Europa hanno causato un'ondata di cancellazioni e ritardi dei voli, nonché un calo delle prenotazioni per città come Parigi. Ciò nonostante gli sforzi compiuti dalle compagnie aeree per evitare il ripetersi delle interruzioni dello scorso anno.

AirHelp, una società di gestione dei reclami di volo, afferma che il numero di voli cancellati e ritardati di oltre tre ore durante il fine settimana di Pasqua in Europa è aumentato dal 2022 al 2019 e in particolare in Francia e Gran Bretagna.

La situazione è rapidamente peggiorata, mentre la Francia sprofondava nella crisi delle pensioni. L'aeroporto Charles de Gaulle è influenzato negativamente sia come destinazione che come hub, ha affermato Olivier Ponti VP of Insights, presso la società di dati di viaggio ForwardKeys.

I dati forniti da Airhelp mostrano che in Francia, dove il personale del controllo del traffico aereo ha recentemente scioperato, solo il 62% dei voli è arrivato in orario. Ciò si confronta con il 75% per il 2022 e il 76% per il 2019 prima che la pandemia interrompesse i viaggi internazionali.

La Pasqua di quest'anno ha visto 33,300 cancellazioni, rispetto alle 7,800 dell'anno precedente. 9,000 voli hanno subito ritardi di oltre 3 ore, rispetto ai 6,800 del 2011.

Secondo ForwardKeys, i trasferimenti e i soggiorni programmati all'aeroporto Charles de Gaulle di Parigi erano diminuiti del 75% a metà marzo rispetto ai livelli del 2019.

Lo sciopero dell'operatore aeroportuale parigino Aeroports de Paris, (ADP.PA), ha causato una perdita di circa 470,000 passeggeri da gennaio a marzo.

AirHelp riferisce che gli scioperi al confine in Gran Bretagna hanno anche interrotto gli aeroporti in tutto il paese. Gli aeroporti di Londra sono stati i più colpiti.

pubblicità

Nel 2019 l'81% dei voli è arrivato in orario. Ciò rispetto al 76% nel 2020 e al 76% nel 2019. Sono stati registrati 33,700 voli cancellati, rispetto ai 26,600 del 2018. 10,800 voli sono stati ritardati di oltre tre ore, un aumento significativo rispetto ai 9,500 voli dell'anno scorso.

DIRITTI DEL PASSEGGERO - PAGAMENTI

Alcuni amministratori delegati hanno chiamato la Commissione europea agire in risposta alle interruzioni in corso causate da prolungati conflitti di lavoro.

La vacanza di Pasqua quest'anno è stata vista come un importante banco di prova per il settore per poter far fronte all'aumento dei viaggiatori a seguito dell'inserimento di personale.

C'è la preoccupazione che i continui scioperi possano portare a un calo del turismo, che dovrebbe tornare al livello pre-pandemico quest'estate.

ForwardKeys ha riferito che i biglietti dall'Europa all'aeroporto Charles de Gaulle sono diminuiti del 30% rispetto al 2019. Tuttavia, sono diminuiti solo dell'8% per quelli dagli Stati Uniti durante la settimana terminata il 16 marzo.

È probabile che gli scioperi continuino. Il presidente Macron ha firmato sabato un disegno di legge ampiamente impopolare per aumentare l'età della pensione statale. Ciò ha fatto arrabbiare i sindacati che avevano chiesto la continuazione delle proteste di massa di mesi iniziate a gennaio.

L'aeroporto di Amburgo in Germania ha cancellato tutte le partenze per giovedì e venerdì a seguito di uno sciopero indetto dal sindacato Verdi.

L'autorità del traffico aereo Eurocontrol ha avvertito in precedenza che i ritardi potrebbero continuare fino a estate inoltrata nell'emisfero settentrionale, in particolare se gli scioperi continuano.

L'amministratore delegato di Ryanair, Michael O'Leary, ha dichiarato il mese scorso che gli scioperi francesi che hanno interrotto i servizi tra paesi, compresi quelli tra Gran Bretagna e Spagna, sono stati "uno scandalo".

Secondo le normative europee sui diritti dei passeggeri, le compagnie aeree che subiscono ritardi di diverse ore possono richiedere un risarcimento. Questa è stata a lungo una fonte di frustrazione per le compagnie aeree che stanno lottando per sbarcare il lunario.

Le compagnie aeree affermano che anche gli aeroporti, così come le altre parti interessate, dovrebbero contribuire al risarcimento dei consumatori. In questo modo l'onere non sarà interamente su di loro.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending