Seguici sui social

Benessere degli animali

La Commissione propone nuove norme per migliorare il benessere degli animali

SHARE:

Pubblicato il

on

Come annunciato dalla strategia Farm to Fork, l’agenda del Green Deal europeo per l’agricoltura e la produzione alimentare sostenibili, la Commissione ha proposto oggi la più grande riforma delle norme UE sul benessere degli animali durante i trasporti degli ultimi 20 anni. La Commissione propone inoltre, per la prima volta in assoluto, nuove norme UE sul benessere e sulla tracciabilità di cani e gatti, che vengono allevati, tenuti e scambiati come animali da compagnia a fini economici.

Il pacchetto comprende una revisione delle attuali norme dell’UE in materia di animali durante il trasporto, che volontà migliorare il benessere di 1.6 miliardi di animali trasportati ogni anno dentro e dall’UE. Le nuove regole riflettono le prove e le intuizioni scientifiche più recenti, nonché gli sviluppi tecnologici.

Le nuove regole sul benessere e tracciabilità del cani e gatti, stabilirà, per la prima volta, norme UE uniformi per l’allevamento, la stabulazione e il trattamento di cani e gatti negli allevamenti, nei negozi di animali e nei rifugi. La tracciabilità di cani e gatti sarà inoltre rafforzata attraverso l’identificazione e la registrazione obbligatorie nei database nazionali per combattere il commercio illegale e controllare meglio le condizioni di benessere degli animali negli stabilimenti.

Infine, la Commissione propone ulteriori misure per affrontare il problema Iniziativa dei cittadini europei (ICE) "Fur Free Europe", che richiede un divieto dell'UE sull'allevamento di animali da pelliccia e sulla vendita di prodotti contenenti tali pellicce nel mercato unico. La Commissione accoglie con favore l'iniziativa e riconosce che il benessere degli animali resta una forte preoccupazione per i cittadini europei.

Regole migliori per il trasporto degli animali

Le norme UE esistenti per gli animali trasportati hanno 20 anni. Non riflettono più le realtà attuali, le ultime intuizioni e consigli scientifici, gli obiettivi di sostenibilità o le legittime preoccupazioni dei nostri cittadini quando si tratta di benessere degli animali. La proposta odierna si concentra quindi su settori chiave, vitali per garantire un buon benessere degli animali durante il trasporto:

  • I tempi di percorrenza saranno ridotti e durante i lunghi viaggi gli animali devono essere scaricati per periodi di riposo, alimentazione e abbeveraggio. Norme speciali si applicheranno agli animali da macello e agli animali vulnerabili come i vitelli non svezzati e gli animali gravidi.
  • Indennità da garantire spazio minimo per i diversi animali saranno aumentati e adattati a ciascuna specie.
  • Trasporto a temperature estreme sarà soggetto a condizioni rigorose, inclusa la limitazione del trasporto esclusivamente alle ore notturne quando le temperature superano i 30 gradi. Inoltre, quando le temperature sono inferiori a 0°C, i veicoli stradali devono essere coperti e la circolazione dell'aria nel compartimento degli animali controllata, per proteggere gli animali dall'esposizione al vento freddo durante il viaggio. Se le temperature scendono sotto i -5°C, unitamente alle misure sopra menzionate, la durata del viaggio non dovrebbe superare le 9 ore.
  • Regole per il le esportazioni degli animali vivi provenienti dall’Unione sarà rafforzato, compresi controlli migliori nei paesi terzi per soddisfare standard equivalenti a quelli dell’UE.
  • Trarremo il massimo da strumenti digitali per facilitare l’applicazione delle regole di trasporto (es. posizionamento in tempo reale dei veicoli; database centrale).

Migliore benessere per cani e gatti

pubblicità

Circa il 44% delle famiglie nell'UE ha un animale da compagnia. Commercio in cani e gatti è cresciuto notevolmente negli ultimi anni, con un valore annuo di 1.3 miliardi di euro. Tuttavia, gli standard di benessere degli animali per l’allevamento professionale, la detenzione e la vendita di cani e gatti divergono molto tra gli Stati membri. Esistono anche ampie prove di pratiche inferiori agli standard e abuso.

Inoltre, l' il commercio illegale di cani e gatti è aumentato vertiginosamente, accelerato da un mercato online in crescita che ora rappresenta il 60% di tutte le vendite di cani e gatti nell'UE. Un nuovo rapporto pubblicato oggi denuncia la portata del commercio illegale di cani e gatti, nonché le attuali scappatoie che ne consentono il verificarsi.

La proposta odierna non presenta nuove norme per i cittadini e i proprietari di animali domestici. Stabilisce norme UE uniformi per il benessere dei cani e dei gatti allevati o tenuti in stabilimenti di allevamento, negozi di animali e rifugi:

  • Per la prima volta in assoluto si applicheranno standard minimi allevamento, alloggio, cura e trattamento di questi animali in tutta l’UE.
  • Strict requisiti di tracciabilità, insieme a controlli automatizzati per le vendite online, aiuterà le autorità a controllare l'allevamento e il commercio di cani e gatti e gli acquirenti a verificare che la loro identificazione e registrazione siano corrette.
  • Gli Stati membri dovranno offrire formazione per gli addetti agli animali e chi acquista un cane o un gatto sarà informato dell'importanza di proprietà responsabile.
  • Le importazioni di cani e gatti dovranno soddisfare standard di benessere equivalenti.

Risposta all'iniziativa dei cittadini europei "Fur Free Europe"

La Commissione ha inoltre risposto oggi ad a Iniziativa dei cittadini europei. L'iniziativa “Fur Free Europe” invita la Commissione ad adottare misure per vietare: (i) la detenzione e l'uccisione di animali per lo scopo esclusivo o principale della produzione di pellicce e (ii) la collocazione di pellicce di animali d'allevamento e di prodotti contenenti tali pellicce, sul mercato dell'UE. Solleva inoltre importanti questioni relative alla tutela della salute umana, animale e ambientale, che la Commissione valuterà a seguito della sua « Un approccio sanitario », che ha come principio fondamentale il riconoscimento che la salute umana, animale e ambientale sono indissolubilmente legate.

La Commissione ha incaricato l'EFSA di fornire un parere scientifico sul benessere degli animali allevati per la pelliccia. Basandosi ulteriormente su questo contributo scientifico e su una valutazione degli impatti economici e sociali, la Commissione comunicherà poi l'azione più appropriata.

Passi successivi

Le due proposte legislative saranno sottoposte al Parlamento europeo e al Consiglio. Sull'iniziativa dei cittadini europei, l'EFSA inizierà la sua valutazione scientifica sulla base della richiesta della Commissione e fornirà il suo parere scientifico entro marzo 2025.

La Commissione proseguirà inoltre il lavoro preparatorio su altre proposte sul benessere degli animali, come annunciato nella strategia Farm to Fork.

Maggiori informazioni

Regolamento sul benessere dei cani e dei gatti e sulla loro tracciabilità

Regolamento sulla protezione degli animali durante il trasporto 

Domande e risposte Benessere degli animali nei trasporti

Domande e risposte sul benessere di cani e gatti

Domande e risposte Iniziativa dei cittadini europei “Fur Free Europe”

Scheda informativa sul benessere degli animali nei trasporti

Scheda informativa sul benessere di cani e gatti

Commissione europea per la sanità pubblica

European Food Safety Authority

“Oltre l’80% dei cittadini dell’UE desidera una migliore protezione degli animali. Oggi adottiamo un pacchetto di norme molto importante che garantisce un migliore benessere degli animali durante il trasporto. I tempi di viaggio, lo spazio di viaggio e le temperature di viaggio saranno adattati per migliorare il loro benessere. Inoltre, presentiamo per la prima volta regole che miglioreranno il trattamento da parte degli allevatori e dei negozi di animali dei migliori amici dell'uomo: cani e gatti. Il modo in cui trattiamo la natura, compresi gli animali, dice molto su che tipo di esseri umani siamo e sono lieto che oggi stiamo facendo progressi per il benessere degli animali”. Maroš Šefčovič, Vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo, le relazioni interistituzionali e la prospettiva – 06/12/2023

“Il benessere degli animali è una questione a cui i cittadini dell’UE tengono profondamente e lavorare per migliorarlo è stata la nostra priorità politica sin dal primo giorno. Quasi la metà delle famiglie europee possiede un cane o un gatto, il che dimostra l’importanza delle nostre azioni oggi. Oggi, per la prima volta in assoluto, proponiamo norme comuni dell’UE per proteggere meglio i milioni di cani e gatti allevati nell’UE e fornire la certezza tanto necessaria ai futuri proprietari di animali domestici. Stiamo inoltre aggiornando, per la prima volta dopo 20 anni, le norme sul trasporto degli animali, per migliorarne il benessere e prevenire il maltrattamento degli animali durante il trasporto. Il benessere degli animali non è solo essenziale per la salute e il benessere degli animali, ma anche per una società umana, sana e sostenibile”. Stella Kyriakides, Commissaria per la salute e la sicurezza alimentare – 06/12/2023

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.
pubblicità

Trending