Seguici sui social

Commissione europea

Il capo della politica estera dell’UE critica la presidente della Commissione europea von der Leyen per la sua “posizione filo-israeliana”

SHARE:

Pubblicato il

on

‘’Von der Leyen’s trip to Israel, with such a completely pro-Israeli position, without representing anyone but herself in a matter of international politics, has carried a high geopolitical cost for Europe,” said Josep Borrell. “Von der Leyen is strengthening Europe while Borrell is weakening Europe,’ commented Austrian MEP Lukas Mandl.”

Il capo della politica estera dell'UE Josep Borrell ha criticato aspramente la Commissione europea Ursula von der Leyen per la sua "posizione filo-israeliana", in una lunga intervista al quotidiano spagnolo El Pais.
''Il peso della storia spiega la posizione della Germania alla guida delle istituzioni: la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha visitato Tel Aviv durante la quale ha difeso il diritto di Israele a difendersi senza porre alcun limite al governo, '' Ha detto Borrell, riferendosi al viaggio di solidarietà in Israele compiuto da von der Leyen pochi giorni dopo gli attentati del 0 ottobre, insieme alla presidente del Parlamento Ue Roberta Metsola;

Ha aggiunto che "il viaggio di Von der Leyen, con una posizione così completamente filo-israeliana, senza rappresentare nessuno se non lei stessa in una questione di politica internazionale, ha comportato un alto costo geopolitico per l'Europa".

Nell'intervista, Borrell ha anche osservato che "la posizione americana sta mettendo a dura prova Biden tra i giovani elettori democratici".

Ha aggiunto: “La catastrofe a Gaza non è il risultato di un terremoto o di un’alluvione: è la conseguenza di un’azione militare devastante. Hamas è un’idea, e un’idea si combatte solo con un’altra idea. I piani del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu per Gaza sono inaccettabili. I semi dell’odio vengono seminati da generazioni. Non è un segreto di Pulcinella che gli israeliani abbiano finanziato Hamas e abbiano giocato a dividere i palestinesi. ''

Alla richiesta di un commento sulle osservazioni di Borrel su Von der Leyen durante il briefing quotidiano della Commissione UE martedì, il portavoce della Commissione Eric Mamer ha risposto: ''La posizione del Presidente sul conflitto tra Israele e Hamas è esattamente la stessa espressa dal Consiglio Affari Esteri e il Consiglio europeo. Non intendo commentare un commento succinto: ''Vorrei solo ricordarvi che la posizione del presidente della Commissione europea è esattamente la stessa di

Diversi deputati al Parlamento europeo hanno criticato l'attacco di Borrell contro von der Leyen, durante un dibattito sulla situazione a Gaza al Parlamento europeo a Strasburgo. "Von der Leyen rafforza l'Europa mentre Borrell la indebolisce", ha affermato l'eurodeputato austriaco Lukas Mandl del Partito popolare europeo (PPE), di centrodestra. Ha sottolineato che Israele è l'unico Paese democratico della regione "che difende anche noi europei".

pubblicità

“Ho sentito l’Alto Rappresentante Borrell attaccare nuovamente il Presidente della Commissione Europea. Perché? Perché tra due mesi ci sono le elezioni europee? È questo il ruolo dell’Alto Rappresentante?”, ha chiesto l’eurodeputato spagnolo Lopez Isturiz-White del PPE.

In un'altra intervista rilasciata domenica al quotidiano spagnolo El Diario, il responsabile della politica estera dell'UE ha criticato il governo israeliano per essersi rifiutato di ascoltare qualsiasi critica, anche quando proviene dalle Nazioni Unite.


“Rivendico il diritto di criticare le decisioni del governo israeliano senza essere considerato antisemita. Queste due cose non hanno niente a che vedere l’una con l’altra”, ha dichiarato.
Ha inoltre affermato che la comunità internazionale deve imporre una soluzione a due Stati, in assenza di qualsiasi volontà da parte di Israele di farlo.


Borrell ha anche criticato gli Stati Uniti per aver posto il veto ad un progetto di risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che chiedeva un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza.
"Anche se non è loro intenzione, stanno dando potere a Netanyahu", ha detto.
Ha aggiunto che, sebbene Israele avesse il diritto di difendersi, il suo uso della forza è stato “sproporzionato”.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending