Europa e Africa sforzi doppio di ricerca per affrontare l'Aids, Ebola e altre malattie infettive

Ebola_virus_virionL' UE e l'Africa sono oggi (2 dicembre), raddoppiando gli sforzi di ricerca di sviluppare nuovi e migliori farmaci per le malattie legate alla povertà che colpiscono l'Africa subsahariana, come l'AIDS, la tubercolosi, la malaria, anchilostomi e Ebola.

Sulla scia del successo del primo programma, il programma di sperimentazioni cliniche Partnership secondo paesi europei e in via di sviluppo (EDCTP2) lavorerà con un budget di € 2 miliardi nei prossimi dieci anni per combattere le malattie infettive nei paesi in via di sviluppo. Per questo, l'UE contribuirà 683 milioni di € da Horizon 2020, programma di ricerca e innovazione dell'Unione europea, e circa € 1.5bn verranno da paesi europei. EDCTP2 annuncia una nuova era di cooperazione tra Europa e Africa nella ricerca medica con i paesi di entrambi i continenti che lavorano come partner alla pari.

Ricerca, scienza e innovazione commissario Carlos Moedas ha detto: "Le malattie infettive come l'AIDS, la malaria o Ebola sono una grave minaccia globale, ma hanno colpito più duramente le comunità povere. L'ultima epidemia di Ebola ci ricorda che sono necessarie ulteriori ricerche per trovare nuovi farmaci e vaccini che aiuteranno a salvare milioni di vite. Oggi, Europa e Africa stanno intensificando i loro sforzi per combattere la diffusione di malattie infettive insieme. Con l'investimento di 700 milioni di euro da Orizzonte 2020, l'UE rafforzare la ricerca per prevenire nuove epidemie in futuro. "

Il professor John Gyapong, membro del consiglio direttivo dell'Associazione EDCTP, ha dichiarato: "La nascita di EDCTP2 è di grande attualità. Le malattie infettive trascurate e la ricerca scientifica di implementazione sono ora coperte. Ciò rappresenta una grande opportunità per i paesi africani di migliorare i loro sistemi di assistenza sanitaria attraverso una buona scienza. Le prospettive sono davvero molto brillanti. "

L'Associazione EDCTP ora include paesi 13 europei (Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, Spagna e Regno Unito) e paesi 11 africani (Camerun, Repubblica del Congo, Gambia, Ghana, Mozambico, Niger, Senegal, Sud Africa, Tanzania, Uganda e Zambia). Mali, Burkina Faso, Svezia e Svizzera sono in procinto di unirsi pure.

Le caratteristiche principali del programma EDCTP2 sono:

  • Aumento del budget: da € 1 miliardi di euro nel EDCTP1 a € 2 miliardi di euro nel EDCTP2. L'UE ha aumentato il suo contributo da € 200 a 683 milioni di €.
  • Portata estesa: EDCTP2 non riguarda solo l'HIV / AIDS, la malaria e la tubercolosi, ma anche le epidemie emergenti di particolare rilevanza per l'Africa, come Ebola, così come alcune malattie infettive e parassitarie trascurati. Si può ora supportare tutte le fasi di sviluppo clinico e test, dalla fase I alla fase IV. Questo dà la possibilità di finanziare un nuovo trattamento dal momento in cui lascia il banco di laboratorio fino alla sua piena approvazione di regolamentazione e la successiva sorveglianza.
  • Più forte impegno dei finanziatori esterni: investimento da altri finanziatori pubblici e privati ​​saranno aumentati. 70 milioni di € sono state sollevate dal settore privato in EDCTP1, ma l'obiettivo per EDCTP2 è quello di raggiungere € 500m. L'UE ha già firmato un memorandum d'intesa con la Bill and Melinda Gates Foundation, e sta per firmare un accordo simile con la Fondazione Calouste Gulbenkian.

sfondo

Malattie infettive e parassitarie come l'HIV / AIDS, la tubercolosi, la malaria, anchilostomi e Ebola sono diffusi in Africa sub-sahariana, dove colpiscono in particolare la popolazione povera, povera e malnutriti. Quasi un miliardo di persone, molte delle quali sono bambini, soffrono di queste malattie e ogni anno causano milioni di morti. HIV / AIDS solo uccide più di 1.5 milioni di persone ogni anno, mentre malaria e la tubercolosi insieme uccidono le stime 2.1 milioni di persone. In 2013, si stima che 6 milioni di persone vivevano con l'HIV in Sud Africa, che ha rappresentato 17% delle persone infette a livello globale.

Il problema non può essere risolto con il mercato da solo - le imprese spesso non sono disposti a correre il rischio di investire nello sviluppo e nella produzione di farmaci più necessari per i poveri, ma con ritorni incerti sui costi di ricerca e sviluppo.

La partnership EDCTP corregge questo fallimento del mercato ed è necessario per sviluppare e testare nuovi farmaci nella popolazione che alla fine li usano. Entro la fine del 2012, EDCTP aveva finanziato progetti che coinvolgono 246 ricercatori provenienti da istituzioni 259 in 30 sub-sahariana paesi africani e 16 europee.

Maggiori informazioni

EDCTP
Horizon 2020
Unione europea a promuovere la ricerca Ebola con 24.4 milioni di €
Lancio del programma 280 milioni di € + EBOLA dai farmaci innovativi Iniziative

tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Categoria: Un Frontpage, Africa, Malattie, Ebola, Commissione europea, Salute, Assistenza umanitaria, Finanziamenti umanitari, Sussidio d'oltremare, Politica, Mondo