Seguici sui social

Consiglio europeo

Sudan: il Consiglio europeo aggiunge sei entità all'elenco delle sanzioni dell'UE

SHARE:

Pubblicato il

on

Il Consiglio ha adottato misure restrittive nei confronti di sei entità, vista la gravità della situazione in Sudan, dove sono in corso combattimenti tra le forze armate sudanesi (SAF) e le forze di supporto rapido (RSF) e le rispettive milizie affiliate.

The new listings – the first within the Sudan regime – include six entities responsible for supporting activities undermining the stability and political transition of Sudan.

Tra le entità elencate figurano due società coinvolte nella produzione di armi e veicoli per le SAF (Sistema delle industrie della difesa più Ingegneria SMT); controllata dalle SAF Zadna International Company for Investment Limited e tre società coinvolte nell'approvvigionamento di attrezzature militari per la RSF (Al Junaid Multi Attività Co Ltd, Tradive General Trading più GSK Advance Company Ltd).

Le entità elencate sono soggette a il congelamento dei beniLa fornitura di fondi o risorse economiche, direttamente o indirettamente, a loro o a loro vantaggio proibito.

Il 27 novembre 2023 l’Alto Rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza ha rilasciato una dichiarazione a nome dell’UE, ribadendo la sua forte condanna per i continui combattimenti tra le SAF e le RSF e le rispettive milizie affiliate. In questa dichiarazione, ha anche deplorato la drammatica escalation di violenza e il costo irreparabile in termini di vite umane in Darfur e in tutto il paese, nonché le violazioni del diritto internazionale dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale.

L'UE resta profondamente preoccupata per la situazione umanitaria in Sudan e riafferma il suo fermo sostegno e la sua solidarietà al popolo sudanese.

Gli atti giuridici pertinenti sono stati pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

pubblicità

sfondo

Il 9 ottobre 2023 il Consiglio ha adottato la decisione (PESC) 2023/2135 relativa a misure restrittive in considerazione di attività che compromettono la stabilità e la transizione politica del Sudan.

Regolamento di esecuzione (UE) 2024/384 del Consiglio, del 22 gennaio 2024, che attua il regolamento (UE) 2023/2147 relativo a misure restrittive in considerazione di attività che compromettono la stabilità e la transizione politica del Sudan

Decisione (PESC) 2024/383 del Consiglio, del 22 gennaio 2024, che modifica la decisione (PESC) 2023/2135 relativa a misure restrittive in considerazione di attività che compromettono la stabilità e la transizione politica del Sudan

Sudan: dichiarazione dell'alto rappresentante a nome dell'Unione europea sulla situazione più recente (comunicato stampa, 27 novembre 2023)

Delegazione dell'Unione europea nella Repubblica del Sudan

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending