Il Primo Ministro Johnson dice al parlamento - Puoi legarmi le mani, ma non ritarderò #Brexit

| Settembre 10, 2019
Il primo ministro Boris Johnson ha dichiarato martedì (10 settembre) che non avrebbe richiesto un'estensione alla Brexit, poche ore dopo l'entrata in vigore di una legge che impone di ritardare l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea fino a 2020 a meno che non riesca a concludere un accordo di divorzio, scrivere William James e Kylie MacLellan di Reuters.

Per la seconda volta in una settimana, i legislatori hanno quindi respinto la richiesta di Johnson di provare a superare la situazione di stallo nelle elezioni nazionali anticipate.

Con il futuro della Brexit impantanato nell'incertezza, il parlamento è stato sospeso fino all'ottobre 14, scatenando scene tese nella Camera dei Comuni in cui i legislatori dell'opposizione recavano cartelli che dicevano "zittiti" e urlavano "vergogna" ai conservatori al potere di Johnson.

Johnson sembra aver perso il controllo del ritiro della Gran Bretagna dall'Unione Europea con l'approvazione della legge, che lo obbliga a cercare un ritardo a meno che non possa concludere un nuovo accordo in un vertice dell'UE il prossimo mese.

I leader dell'UE hanno ripetutamente affermato di non aver ricevuto proposte specifiche prima di un vertice UE su 17 e 18 di ottobre, durante il quale Johnson afferma di sperare di poter ottenere un accordo.

"Questo governo continuerà a negoziare un accordo, mentre si prepara a partire senza uno", ha detto Johnson al parlamento dopo il risultato del voto sulle elezioni anticipate.

"Andrò a quel vertice cruciale dell'ottobre 17th e non importa quanti dispositivi questo parlamento inventa per legarmi le mani, cercherò di ottenere un accordo nell'interesse nazionale ... Questo governo non ritarderà ulteriormente la Brexit".

Il leader del partito laburista di opposizione, Jeremy Corbyn, ha dichiarato che il partito era ansioso di elezioni, ma non avrebbe appoggiato la mossa di Johnson di tenerne una fino a quando non fosse stato garantito un ritardo alla Brexit.

"Per quanto siamo entusiasti, non siamo pronti a rischiare di infliggere il disastro di nessun accordo alle nostre comunità", ha affermato Corbyn.

La Brexit, la mossa geopolitica più significativa del Regno Unito negli ultimi decenni, rimane in questione a più di tre anni dal referendum 2016, con possibili esiti che vanno da un'uscita su 31 di ottobre senza un accordo di ritiro per facilitare la transizione, ad abbandonare l'intero sforzo.

Il disegno di legge che cerca di bloccare un'uscita senza accordo, è entrato in legge lunedì quando ha ricevuto il consenso della regina Elisabetta, costringerà Johnson a chiedere una proroga di tre mesi alla scadenza di 31 di ottobre a meno che il parlamento non abbia approvato un accordo o acconsentito da 19 Ottobre per partire senza uno.

Rispondendo alle preoccupazioni del governo potrebbe ignorare la legislazione, il ministro degli Esteri Dominic Raab in precedenza aveva detto al parlamento che il governo avrebbe rispettato lo stato di diritto, ma ha aggiunto: "A volte può essere più complesso perché ci sono leggi contrastanti o consulenza legale concorrente".

Johnson ha assunto la carica di Primo Ministro a luglio, dopo che il suo predecessore, Theresa May, non è riuscito a far passare l'Accordo di recesso attraverso il parlamento.

Il Parlamento è tornato dalla sua pausa estiva la scorsa settimana, e Johnson ha perso tutti e sei i voti detenuti alla Camera dei Comuni da allora. La sospensione del parlamento, o proroga, durerà per cinque settimane.

Sotto la première di Johnson, la crisi triennale della Brexit in Gran Bretagna ha fatto un passo avanti, lasciando i mercati finanziari e le imprese confuse da una serie di decisioni politiche che i diplomatici paragonano allo stile del presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

BlackRock, una società di investimento statunitense che gestisce $ 6.8 trilioni di attività, ha affermato che una Brexit o un referendum senza accordi sono diventati più plausibili.

La sterlina ha ridotto i guadagni rispetto al dollaro, attestandosi leggermente più in alto lunedì a $ 1.234. È salito al massimo di sei settimane di $ 1.2385 nel commercio di Londra dopo che i dati economici hanno superato le previsioni.

Il portavoce della Camera dei Comuni John Bercow, campione del parlamento nella sua mossa per frenare il primo ministro per la Brexit, ha dato un colpo velato a Johnson mentre ha annunciato lunedì che si sarebbe allontanato dal ruolo, lanciando un avvertimento al governo di non " degradare "parlamento.

Mentre Bercow ha cercato di sospendere il parlamento lunedì notte, ben dopo mezzanotte, una breve rissa è scoppiata vicino alla sua sedia mentre i legislatori dell'opposizione hanno sollevato cartelli e fischiato.

"Questa non è una proroga normale", ha detto Bercow. “Non è tipico, non è standard. È uno dei più lunghi da decenni e rappresenta non solo nelle menti di alcuni colleghi, ma un numero enorme di persone all'esterno, un atto di fiat esecutivo ”, ha detto in una camera rauca.

Johnson, ex giornalista che ha deriso l'UE e in seguito è diventato il volto della campagna 2016 Vote Leave, ha ripetutamente promesso di consegnare Brexit su 31 ottobre.

L'Irlanda ha detto a Johnson lunedì (9 settembre) che deve presentare proposte specifiche sul futuro del confine irlandese se ci fosse la speranza di evitare una partenza senza accordi, dicendo che Dublino non poteva fare affidamento su semplici promesse.

"In assenza di accordi alternativi concordati, per noi nessun supporto è un affare", ha detto ai giornalisti il ​​Primo Ministro irlandese Leo Varadkar, in piedi accanto a Johnson.

"Siamo aperti alle alternative, ma devono essere realistiche, giuridicamente vincolanti e realizzabili, e finora non abbiamo ricevuto tali proposte."

Le osservazioni schiette di Varadkar indicano la difficoltà della scommessa di Johnson di usare la minaccia di un'uscita senza accordo per convincere la Germania e la Francia che devono riscrivere un patto di uscita concluso lo scorso novembre.

"Voglio trovare un accordo, voglio ottenere un accordo", ha detto Johnson a Dublino, aggiungendo che c'era molto tempo per trovarne uno prima del vertice UE di ottobre.

La legge che è entrata in vigore lunedì consente uno scenario in cui una Brexit senza accordo potrebbe aver luogo su 31 ottobre - se il Parlamento approvasse un'uscita senza accordo entro 19 ottobre.

Tuttavia, è improbabile che l'attuale parlamento cambi posizione e approvi un'uscita senza accordo da allora.

I legislatori hanno votato 311 a 302 lunedì per chiedere al governo di pubblicare documenti sulla sua pianificazione per una Brexit senza accordi e comunicazioni private da parte di funzionari governativi coinvolti nella decisione di sospendere il parlamento.

Coloro che chiedono la pubblicazione dei documenti affermano che mostreranno che la decisione di sospendere il parlamento è stata motivata politicamente, come un modo per limitare la discussione sulla Brexit. Il governo ha affermato che la sospensione avrebbe dato a Johnson la possibilità di stabilire una nuova agenda legislativa.

Commenti

Commenti di Facebook

tag: , , , ,

Categoria: Un Frontpage, Brexit, Partito Conservatore, EU, UK

I commenti sono chiusi.