Giornata Mondiale Umanitaria: Mondo ha bisogno di eroi più umanitari, dice World Vision

D192-0227-01Opinione

  • A livello globale, ci sono più di 60 milioni di persone bisognose di aiuti umanitari in tutto il mondo
  • Una maggiore cooperazione internazionale per proteggere gli operatori umanitari a rischio
  • Unione europea deve coordinare meglio la sua politica di aiuti umanitari con altre politiche al fine di garantire una risposta rapida ed efficace in zona di conflitto

Dal 2008, World Vision insieme con la comunità internazionale celebra la Giornata Mondiale Umanitaria (WHD) il giorno della 19th del mese di agosto. Quest'anno, WHD rappresenta una celebrazione del lavoro impegnativo di umanitari in tutto il mondo e rende omaggio al loro coraggio, la motivazione e la determinazione per aiutare chi è nel bisogno.

Insieme a ONG come World Vision, Commissione europea e Nazioni Unite " Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari stanno mettendo sotto i riflettori gli operatori umanitari che rischiano la vita per fornire aiuto e assistenza a milioni di persone le cui vite sono state lacerate da guerre o disastri naturali. Gli eroi umanitari sono più necessari che mai.

Con almeno sette crisi umanitarie che si stanno verificando mentre parliamo, in tutto il mondo, si stima che milioni di persone 60 siano esposte a immense sofferenze. Di solito le persone più povere, emarginate e vulnerabili del mondo, in particolare i bambini, ne soffrono di più. Migliaia di operatori umanitari disinteressati stanno facendo ogni giorno un lavoro incredibile in risposta a tali disastri umanitari e noi dobbiamo celebrare coloro che rischiano la vita e lavorano nello spirito di fare del bene alle comunità che servono e che spesso vivono o vivono nelle loro vicinanze.

Lucy Amatikide Murunga, World Vision Kenya operatore umanitario è uno di loro: "La più grande sfida è avere un incontro di prima mano con tanta sofferenza. Le immagini inquietanti si arriva a vedere delle vittime colpite da disastri continuano anche a perseguitarmi ", ha detto Murunga.

"Nell'ultimo anno, abbiamo assistito a un allarmante aumento del livello di attacchi, anche contro operatori umanitari, che spesso assumono grande rischio per aiutare le comunità in difficoltà e che meritano di essere protetti", ha detto World Vision Bruxelles e Rappresentante Marius Wanders UE . "Allo stesso tempo, per la prima volta in assoluto, l'ONU ha classificato simultaneamente quattro grandi crisi umanitarie (Repubblica Centrafricana, Sud Sudan, Siria e Iraq) il livello di 3, il livello più grave. Questa situazione unica si estende la capacità del settore umanitario ai suoi limiti estremi, non solo in termini di risorse finanziarie e tecniche necessarie, ma soprattutto in termini di risorse umane. "

L'Unione europea è andato in gran parte per affrontare queste crisi e la Commissione europea ha recentemente impegnata a destinare un ulteriore 5 milioni per sostenere le operazioni a Gaza da parte dei partner umanitari fondamentali. Essendo uno dei maggiori donatori di aiuti umanitari alla popolazione palestinese, l'UE dovrebbe insistere sul fatto che il diritto umanitario internazionale è rispettato nei territori palestinesi occupati e per garantire la libertà di movimento di persone e merci, in particolare per le agenzie di aiuto in modo che possano offrire sollievo in modo tempestivo ed efficiente per i più bisognosi.

Gli umanitari corrono gli stessi rischi della comunità locale che assistono. Solo in 2013, gli operatori umanitari di 460 sono stati colpiti dagli attacchi e il 34% di loro è stato ucciso, secondo le Nazioni Unite. Per questo motivo, la WHD è un'opportunità per riconoscere i rischi cui sono esposti gli operatori umanitari, ringraziare per il loro eroismo e chiedere una maggiore cooperazione internazionale per proteggere le comunità dalle zone di conflitto, in particolare bambini e donne, così come gli eroi umanitari del mondo .

Commenti

Commenti di Facebook

tag: , , , , , , , , , , , ,

Categoria: Un Frontpage, disastri, EU, EU, Diritti umani, Assistenza umanitaria, Finanziamenti umanitari, Opinione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *