Seguici sui social

US

L'UE spera in una svolta sul commercio al vertice UE/USA della prossima settimana

Pubblicato

on

In vista del G7 e del vertice UE-USA, Economia Il vicepresidente esecutivo Valdis Dombrovskis ha informato i deputati sul prossimo vertice UE/USA. Il vertice affronterà le questioni del commercio globale, ma come parte di una misura di fiducia e rafforzamento della fiducia, l'UE spera di risolvere almeno alcune delle attuali controversie commerciali UE/USA. 

I presidenti della Commissione e del Consiglio, Ursula von der Leyen e Charles Michel, incontreranno il presidente degli Stati Uniti il ​​15 giugno a Bruxelles. L'UE si aspetta che le sue relazioni con gli Stati Uniti vengano rinvigorite e mira a costruire un'agenda comune che copra il commercio, l'economia, il cambiamento climatico, nonché altre preoccupazioni di politica estera comuni basate su interessi e valori condivisi.

L'UE spera che il vertice possa fornire un'agenda commerciale più positiva e un rinnovato impegno per affrontare collettivamente le sfide derivanti dalle economie non di mercato. 

Dombrovskis ha dichiarato: “Vogliamo fare un progresso decisivo per risolvere le nostre controversie bilaterali sul debito sugli aerei e le tariffe statunitensi su acciaio e alluminio. Su quest'ultimo, abbiamo inviato un chiaro segnale agli Stati Uniti sulla nostra volontà di risolvere questo problema in modo equo ed equilibrato, sospendendo il raddoppio automatico delle nostre legittime contromisure. Ora tocca agli Stati Uniti portare avanti il ​​discorso”.

In una prospettiva più globale, Dombrovskis ha affermato: “Speriamo anche di stringere un'alleanza con l'UE per cooperare alla riforma dell'Organizzazione mondiale del commercio. Dobbiamo portare quel libro di regole del commercio globale alla data, aiutandoci ad affrontare molte sfide che dobbiamo affrontare”.

L'UE e gli USA discuteranno inoltre di una più stretta cooperazione sulle tecnologie verdi e digitali. A tal fine, l'UE ha proposto di istituire un Consiglio per il commercio e la tecnologia per esercitare una leadership transatlantica in questo settore commerciale. 

Come parte della sua prima visita in Europa, Joe Biden arriverà a Bruxelles prima del vertice per incontrare i capi di stato o di governo della NATO il giorno prima.

Russia

Biden terrà una conferenza stampa da solista dopo il vertice di Putin

Pubblicato

on

By

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden terrà una conferenza stampa da solista dopo aver incontrato il suo omologo russo Vladimir Putin questa settimana, negando all'ex spia del KGB una piattaforma internazionale elevata per castigare l'Occidente e seminare discordia, scrive Steve Holland.

La bravura di Putin in una conferenza stampa del 2018 con Donald Trump ha provocato uno shock quando l'allora presidente degli Stati Uniti ha messo in dubbio i risultati delle sue stesse agenzie di intelligence e lusingato il leader russo.

Parlare solo del vertice risparmierà anche Biden, 78 anni, dalla giostra aperta con Putin, 68 anni, davanti ai media di tutto il mondo dopo quello che sarà sicuramente un incontro combattivo.

"Ci aspettiamo che questo incontro sia sincero e diretto", ha detto un funzionario della Casa Bianca.

"Una conferenza stampa da solista è il formato appropriato per comunicare chiaramente alla stampa libera gli argomenti sollevati durante l'incontro, sia in termini di aree in cui possiamo essere d'accordo sia in aree in cui abbiamo preoccupazioni significative".

Biden incontrerà Putin il 16 giugno a Ginevra per un vertice che riguarderà la stabilità nucleare strategica e il deterioramento delle relazioni tra il Cremlino e l'Occidente.

Putin, che è stato il leader supremo della Russia da quando Boris Eltsin si è dimesso l'ultimo giorno del 1999, ha detto prima dell'incontro che le relazioni con gli Stati Uniti erano al punto più basso da anni. Per saperne di più.

Alla domanda su Biden che lo ha definito un assassino in un'intervista a marzo, Putin ha detto di aver sentito dozzine di tali accuse.

"Questo non è qualcosa di cui mi preoccupo affatto", ha detto Putin, secondo una traduzione della NBC di estratti di un'intervista trasmessa venerdì.

La Casa Bianca ha affermato che Biden solleverà attacchi ransomware provenienti dalla Russia, l'aggressione di Mosca contro l'Ucraina, l'incarcerazione di dissidenti e altre questioni che hanno irritato la relazione.

Biden ha affermato che gli Stati Uniti non stanno cercando un conflitto con la Russia, ma che Washington risponderà in modo robusto se Mosca si impegna in attività dannose.

La Russia dice che l'Occidente è attanagliato dall'isteria anti-russa e che difenderà i suoi interessi in qualsiasi modo riterrà opportuno.

Il primo ministro britannico Boris Johnson, che sta ospitando i leader del G7 tra cui Biden in un vertice nel sud-ovest dell'Inghilterra, ha detto alla CNN che Biden avrebbe dato a Putin alcuni "messaggi piuttosto difficili, ed è qualcosa che approverei solo".

Continua a leggere

Generale

Il sequel di "Cruella" è in lavorazione alla Disney

Pubblicato

on

Dopo un successo globale di 48.5 milioni di dollari in poco meno di due settimane, Emma Stone è stata confermata per la formazione del sequel.

Emma Stone è stata elogiata per la sua performance strategica che ha mostrato nell'adattamento Disney Crudelia. Il regista della serie cinematografica Craig Gillespie ha espresso quanto sia ansioso di tornare al fianco dello sceneggiatore Tony McNamara per il sequel. Si ritiene che al ritorno dei sequel, Stone giocherà un ruolo centralizzato attorno al personaggio che siamo abituati a vedere dai Centouno dalmata. Gli adattamenti di Crudelia de Mon seguiranno quelli dei cartoni Disney, il che significa che possiamo benissimo aspettarci di vedere la storia dei cartoni adattata in un film.

Altri annunci per questo fine settimana, è la nuova serie di offerte scommesse oggi che sono stati messi a disposizione dei lettori di questo articolo. Se dovessi trovarti incuriosito, sai cosa fare.

Crudelia il film ha debuttato il 28 maggio nelle sale di tutto il mondo. I fan della Disney potrebbero anche ottenere il titolo da casa, sotto il Disney + servizio di streaming disponibile, tuttavia era necessario un acquisto in accesso anticipato pari a $ 30. Anche se il film ha realizzato alcune riprese impressionanti in poco meno di due settimane, è la trama e l'estetica punk degli anni '1970 che hanno davvero impressionato tutti. 

Jenny Beavan è la costumista dei premi Oscar che prende le luci della ribalta per incredibili creazioni e dà vita al genere e all'era della moda qui. È stato confermato da Variety che i costumi disegnati da Jenny sono stati infatti venduti dopo la produzione per una collaborazione con Rag and Bone. Mentre è spesso normale che grandi franchise non diano credito ai designer una volta che i vestiti sono stati venduti dopo le riprese, è ancora da confermare se ciò influenzerà il futuro del vincitore del premio Oscar con il sequel. Certo, girare film enormi come questi fornisce un'enorme visibilità al talento, ma può anche significare "firmare la tua vita e i tuoi diritti su quella linea tratteggiata", come ha detto Beaven in una conversazione con la stampa.

A parte il dramma interno sul set, il film è stato accolto molto bene da tutti i media. Con un punteggio del pubblico del 97% su enormi piattaforme di recensioni di film, i punteggi del cinema per il weekend di apertura lo classificano come il più popolare di tutti i remake dei cartoni Disney. I critici cinematografici e il pubblico che devono ancora vedere questo film, ovviamente, andranno con un pregiudizio del successo raggiante che il film ha avuto finora. 

Crudelia si unirà alla lunga lista di adattamenti cinematografici che hanno avuto un enorme successo e hanno incassato grandi somme di denaro nel loro weekend di apertura. Esempi di tali film includono Alice in Wonderland, Malefico, Cinderella, La Bella e la Bestia, Aladdin Il Re Leone. Si ritiene che titoli come Peter Pan e Wendy, Pinocchio e La sirenetta siano in lavorazione. Per gli ultimi aggiornamenti sulla loro versione assicurati di tenerti aggiornato con notizie sullo stile di vita stampa.

Continua a leggere

Russia

Il tribunale mette fuorilegge la rete del critico del Cremlino Navalny nel knockout pre-elettorale

Pubblicato

on

By

Un tribunale russo mercoledì (9 giugno) ha messo fuori legge i gruppi legati al critico del Cremlino incarcerato Alexei Navalny dopo averli dichiarati "estremisti", una mossa che bandisce i suoi alleati dalle elezioni e metterà ulteriormente a dura prova i legami USA-Russia prima di un vertice strettamente controllato, scrivere Vladimir Soldatkin Andrew Osborn.

Il presidente Vladimir Putin e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sono a causa di colloqui a Ginevra la prossima settimana con il destino di Navalny e la repressione del suo movimento sicuramente all'ordine del giorno.

Washington, che ha chiesto a Mosca di liberare Navalny, ha condannato la decisione del tribunale, definendola "particolarmente inquietante" dal Dipartimento di Stato. Il Cremlino afferma che la questione è puramente domestica e non è affare di Biden. Ha ritratto Navalny come un piantagrane sostenuto dagli Stati Uniti, cosa che Navalny ha negato.

La sentenza di mercoledì, l'ultimo capitolo di una lunga repressione contro il più feroce avversario interno di Putin, dà il colpo di grazia a una vasta rete politica che Navalny ha costruito nel corso di molti anni per cercare di sfidare la presa sul potere del veterano leader russo.

Putin, 68 anni, è al potere come presidente o primo ministro dal 1999. Navalny, in carcere per violazioni della libertà vigilata relative a un caso di appropriazione indebita che dice essere stato inventato, aveva lanciato una sfida audace a Putin tramite proteste di strada e indagini di corruzione che ha sperato avrebbe portato a un cambio di leadership.

La causa legale contro la rete di Navalny è stata intentata dall'ufficio del massimo procuratore di Mosca che aveva accusato Navalny ei suoi alleati di aver cercato di fomentare una rivoluzione cercando di destabilizzare la situazione socio-politica all'interno della Russia con la loro attività.

Un portavoce dell'ufficio del procuratore di Mosca ha detto ai giornalisti mercoledì di essere soddisfatto della sentenza che aveva riconosciuto che gli alleati di Navalny avevano organizzato manifestazioni illegali di strada che si erano concluse con disordini di massa.

Dopo un'udienza legale di 12.5 ore a porte chiuse, gli avvocati di Navalny hanno dichiarato in una dichiarazione che avrebbero presentato ricorso e che le prove presentate dai pubblici ministeri non erano state soddisfacenti.

L'offensiva legale rispecchia quella intrapresa in passato contro gruppi di estrema destra, organizzazioni islamiste e testimoni di Geova, anch'essi dichiarati "estremisti" dai tribunali e messi al bando.

Il politico dell'opposizione russo Alexei Navalny partecipa a una manifestazione per celebrare il quinto anniversario dell'omicidio del politico dell'opposizione Boris Nemtsov e per protestare contro gli emendamenti proposti alla costituzione del paese, a Mosca, Russia, 5 febbraio 29. REUTERS/Shamil Zhumatov/File Photo
Il politico dell'opposizione russo Alexei Navalny partecipa a una manifestazione per celebrare il quinto anniversario dell'omicidio del politico dell'opposizione Boris Nemtsov e per protestare contro gli emendamenti proposti alla costituzione del paese, a Mosca, Russia, 5 febbraio 29. REUTERS/Shamil Zhumatov/File Photo

Navalny e i suoi alleati hanno negato le accuse del pubblico ministero, definendole un tentativo di schiacciare la loro opposizione politica al partito al governo Russia Unita in vista delle elezioni parlamentari di settembre.

In un messaggio pubblicato sull'account Instagram di Navalny, apparentemente redatto in previsione di quella che era una sentenza ampiamente attesa, Navalny è stato citato come esortando i suoi sostenitori a non scoraggiarsi.

"Non andiamo da nessuna parte", si legge nel messaggio.

"Lo digeriremo, sistemeremo le cose, cambieremo ed evolveremo. Ci adatteremo. Non faremo un passo indietro dai nostri obiettivi e dalle nostre idee. Questo è il nostro paese e non ne abbiamo un altro".

La richiesta del pubblico ministero chiude formalmente l'attività di una rete di gruppi costituita da Navalny, 45 anni, che sta scontando una pena detentiva di 2 anni e mezzo, qualcosa che molti paesi occidentali hanno descritto come una vendetta politicamente motivata per le sue attività politiche anti-Cremlino .

Nello specifico, la sentenza prende di mira la Fondazione anticorruzione di Navalny, che ha prodotto indagini di alto profilo sulla presunta corruzione ufficiale, e il quartier generale della campagna regionale di Navalny che si è mobilitato in passato per organizzare proteste anti-Cremlino.

Le autorità hanno ora il potere formale di incarcerare gli attivisti e congelare i loro conti bancari se continuano le loro attività. Il caso aveva già spinto gli alleati di Navalny a sospendere i gruppi anche prima della sentenza.

In vista del verdetto, Putin legislazione firmata la scorsa settimana che impediva ai membri delle organizzazioni “estreme” di candidarsi.

In combinazione con la sentenza di mercoledì, la nuova legislazione mette fine alle speranze di alcuni alleati di Navalny di candidarsi al parlamento.

Dicono che cercheranno di utilizzare una strategia di voto intelligente o tattica invece di cercare di minare il sostegno al partito di governo pro-Cremlino, una strategia che le fonti del Cremlino hanno sminuito.

Continua a leggere
pubblicità

Twitter

Facebook

pubblicità

Trending