Seguici sui social

NATO

I parlamentari europei scrivono al presidente Biden

SHARE:

Pubblicato il

on

Caro signor Presidente,

L’Alleanza NATO è l’alleanza politica di maggior successo della storia, poiché garantisce che la libertà, la prosperità e la sicurezza durino in tutte le nostre nazioni. Questi successi duramente conquistati sono ora minacciati da una varietà di attori, tra cui dittature aggressive, stati canaglia e gruppi terroristici regionali e internazionali.

Il mondo libero deve restare unito per garantire la nostra continua sicurezza e resilienza contro queste minacce esterne. Nell’ambiente geopolitico odierno, la sicurezza e la resilienza vanno ben oltre la forza militare. Comprende la padronanza delle nuove tecnologie, la protezione delle istituzioni finanziarie e la garanzia della sicurezza delle future forniture energetiche.

L’invasione e l’occupazione russa dell’Ucraina hanno messo alla prova tutti questi elementi, e altro ancora. È motivo di grande orgoglio per tutti noi che l’Europa e gli Stati Uniti siano rimasti uniti di fronte a questa nuova instabilità geopolitica.

Fondamentale per questa resilienza di successo è stata la capacità delle nazioni europee di ridurre drasticamente la dipendenza dalle fonti energetiche russe, in seguito all’invasione. Le esportazioni di gas naturale liquefatto (GNL) dagli Stati Uniti sono state essenziali in questo processo: l’offerta è aumentata di oltre il 140% dal 2021, e solo nel 2023 il 60% di tutte le esportazioni di GNL statunitense erano destinate ai mercati europei (Unione Europea e Stati Uniti). Regno). La transizione delle nazioni europee dal gas russo verso una fornitura affidabile e sicura di GNL statunitense rappresenta uno dei più grandi progressi per la sicurezza energetica occidentale nei tempi moderni.

Questa non è una strada a senso unico. Le imprese e i lavoratori statunitensi hanno beneficiato notevolmente dell’aumento delle entrate e degli investimenti e continueranno a farlo poiché vengono ora istituiti contratti e infrastrutture a lungo termine, per garantire i benefici di questa cooperazione energetica reciprocamente vantaggiosa per i decenni a venire.

pubblicità

È quindi fonte di grande rammarico e preoccupazione che la vostra Amministrazione abbia recentemente annunciato una pausa nell’approvazione delle autorizzazioni per gli impianti di GNL. Questa decisione potrebbe avere impatti negativi significativi sulla sicurezza energetica europea nei prossimi anni e decenni. Il mondo occidentale non può stare al passo con i nostri avversari semplicemente restando fermo e sperando che la nostra cooperazione oggi sia sufficiente per il futuro. Non lo farà. Dobbiamo pianificare in anticipo, espandere la nostra cooperazione nel settore energetico e in altri campi e prepararci per le sfide del futuro.

Le spedizioni attuali e future di GNL verso l’UE e il Regno Unito – compresi nuovi impianti di GNL per soddisfare la domanda futura – sono ora un elemento essenziale per affrontare le sfide alla sicurezza affrontate dall’alleanza occidentale. La decisione di non concedere i permessi per procedere mina gli alleati dell’America,

e l’ordine occidentale più in generale, e darà soccorso ai nostri avversari e a coloro che desiderano dividerci. Ti invitiamo a riconsiderare la situazione.

Cordiali saluti,

Deputato Andrea di Giuseppe (Italia)

Sedia, Internazionale Commercio Comitato, Camera dei Deputati italiana

Simone Billi deputato (Italia)

Membro della Commissione Affari Esteri

Deputata Naike Gruppioni (Italia)

Vicepresidente della Fondazione Italia-USA

Deputato Alessandro Urzi (Italia)

Membro della Commissione Affari Costituzionali

Deputato Massimiliano Panizzut (Italia)

Membro della commissione affari sociali

Deputato Andrea Orsini (Italia)

Vicepresidente della commissione difesa e sicurezza dell'Assemblea parlamentare della NATO

Joost Erdmans deputato (Paesi Bassi)

Leader del partito JA21

Michiel Hoogeveen MEP (Paesi Bassi)

Membro della Delegazione per le Relazioni con gli USA

Deputato Virgil-Daniel Popescu (Romania)

Ex ministro dell'Energia

Charlie Weimers Eurodeputato (Svezia)

Membro della Commissione Affari Esteri del Parlamento Europeo

Sir Iain Duncan Smith Deputato (Regno Unito)

Ex leader, partito conservatore e ministro del governo

Craig Mackinlay deputato (Regno Unito)

Presidente del gruppo di controllo Net Zero

Jonathan Gullis deputato (Regno Unito) Vicepresidente del partito conservatore e membro del comitato affari e commercio

Sir John Redwood MP (Regno Unito)

Ex ministro del Gabinetto

David Jones deputato (Regno Unito)

Ex ministro del Gabinetto

Nigel Mills MP (Regno Unito) Membro del comitato per lo sviluppo internazionale

Karl McCartney deputato (Regno Unito)

Membro, Transport alla direzione

Greg Smith deputato (Regno Unito)

Membro, Transport alla direzione

Damien Moore deputato (Regno Unito)

Membro della Commissione Affari Costituzionali

Adam Holloway deputato (Regno Unito)

Membro della commissione di controllo europeo

Deputato Andrew Lewer (Regno Unito)

Membro, Comitato per l'istruzione

Jonathan Lord MP (Regno Unito) Ex membro del consiglio, comitato dei trasporti per Londra

Deputato Marco Longhi (Regno Unito)

Membro della commissione affari interni

Deputato Lee Anderson (Regno Unito)

Membro della commissione affari interni

Sammy Wilson deputato (Regno Unito) Portavoce dell'opposizione DUP su Tesoro e Finanze

Deputato Julian Knight (Regno Unito) Ex presidente della commissione Cultura, Media e Sport

Dama Andrea Jenkyns MP (Regno Unito)

Ex ministro dell'Istruzione

Senatrice Michaela Biancofiore (Italia)

Presidente del Gruppo Politico Civici d'Italia

Senatore Annabel Nanninga (Paesi Bassi)

Membro della commissione per le petizioni

Lord Frost di Allenton (Regno Unito)

Ex ministro del Gabinetto

Lord Moylan (Regno Unito)

Ex consigliere di Boris Johnson come sindaco di Londra

Baronessa Foster di Oxton (Regno Unito) Ex membro della commissione trasporti del Parlamento europeo

Baronessa Lea di Lymm (Regno Unito) Ex consigliere economico del gruppo bancario Arbuthnot

Elisabetta Gardini (Italia)

PRESIDENTE DELLA DELEGAZIONE ITALIANA ALL'ASSEMBLEA PARLAMENTARE DEL CONSIGLIO D'EUROPA

Juan Diego Requena Ruiz (Spagna) Portavoce del Comitato per la transizione ecologica

CC: Jennifer Granholm, Segretario dell'Energia degli Stati Uniti Jeffrey Zients, Capo di gabinetto della Casa Bianca

John Podesta, consigliere senior del presidente per l'innovazione nell'energia pulita. Amos Hochstein, consigliere senior per l'energia e gli investimenti

Ali Zaidi, consigliere nazionale sul clima della Casa Bianca

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending