Seguici sui social

Ungheria

L'Ucraina ha bisogno del sostegno dell'Europa. Non cedere al ricatto di Orbán

SHARE:

Pubblicato il

on

L’UE deve aumentare il proprio sostegno all’Ucraina e procedere rapidamente verso la sua integrazione nell’UE. I leader europei non devono cedere al ricatto del primo ministro ungherese Viktor Orbán, commenta il Partito Verde europeo allo storico vertice dei leader europei di Bruxelles. I tentativi del primo ministro ungherese di ricattare l’Unione europea e di bloccare gli aiuti all’Ucraina e la sua adesione all’UE sono deplorevoli. Queste macchinazioni ciniche minano la fiducia dei cittadini europei nelle istituzioni dell’UE.  

Co-presidenti dei Verdi europei Thomas Waitz e Melanie Vogel commento: “Questo caso, in cui un singolo leader può fungere da cavallo di Troia per Putin, e bloccare l’intero processo di aiuto all’Ucraina, dimostra ancora una volta che la necessità di unanimità tra gli Stati membri europei sulle questioni di politica estera impedisce all’UE di prendere le giuste decisioni”, Aspetta e Uccello Dire. Al Conferenza sul futuro dell'Europa, i cittadini europei hanno lanciato un messaggio chiaro: vogliono più potere per il Parlamento europeo e la fine dei veti nazionali sulla politica estera. Nel Consiglio hanno partecipato Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Slovenia e Spagna tutti invocavano l’unità europeae la fine dei veti sulla politica estera.   

"Il Partito Verde europeo è favorevole a porre fine al rischio di veti nazionali in politica estera, sostituendo la regola dell'unanimità con una regola del voto a maggioranza qualificata. Questa sarà una delle proposte del Manifesto delle Elezioni Verdi, la nostra piattaforma politica per il prossimo Elezioni europee" Aspetta e Uccello disse. 

Quella di Orbán i tentativi di ricatto sono anche un’ulteriore prova del pericolo rappresentato dagli autocrati di estrema destra. “Hanno messo da parte ogni etica e hanno trasformato la politica in un affare sporco. Che lo sia Viktor Orbán (Fidesz), Geert Wilders (PVV) nei Paesi Bassi o Marine Le Pen (RN) In Francia dobbiamo impedire che questi autocrati antieuropei salgano al potere. L’Europa deve essere unita per garantire la sicurezza dell’Ucraina, e dell’Europa in quanto tale, e per spingere anche gli Stati Uniti a mantenere il loro livello di sostegno. Organizzatevi quindi per andare a votare alle elezioni europee dal 6 al 9 giugno 2024 per difendere la vostra libertà", conclude Aspetta e Uccello.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending