Presentando una consulenza legale, May ha le fiammelle dei fan della ribellione #Brexit

| Dicembre 6, 2018

Il governo del primo ministro britannico Theresa May ha combattuto questa settimana per difendere il suo accordo sulla Brexit delineando la base giuridica per il parlamento per sostenere il suo piano di lasciare l'Unione Europea, ma invece sembra aver acceso le fiamme della ribellione, scrivere Elizabeth Piper e Andrew MacAskill.

Può affrontare una dura lotta per ottenere l'approvazione del parlamento in un voto su 11 dicembre, quando molti sostenitori e oppositori della Brexit affermano che rifiuteranno la sua visione di lasciare l'UE, il più grande cambiamento della politica estera della Gran Bretagna negli ultimi anni 40.

Ha girato il paese e gli studi televisivi per cercare di vendere il suo accordo, ma una mossa per presentare il parere legale del suo governo al parlamento sembrava ritorcersi contro.

Dopo una denuncia presentata da un gruppo di legislatori interpartiti, il portavoce del parlamento John Bercow ha detto di ritenere che si possa sostenere che è stato commesso un disprezzo a causa del mancato rilascio dell'intera consulenza legale.

Il problema sarà ripreso in parlamento martedì, ha detto Bercow.

Era una minaccia che una fonte governativa si fosse scrollata di dosso come una semplice "fila di processi".

In una sessione turbolenta del parlamento, il procuratore generale Geoffrey Cox ha delineato il parere legale che aveva dato al governo, incluso un accordo di "backstop" per impedire il ritorno di un duro confine tra Irlanda del Nord e stato membro dell'Irlanda in Irlanda se un futuro Regno Unito- L'accordo commerciale dell'UE non è stato raggiunto in tempo.

"Questo accordo ... è il modo migliore in cui credo fermamente di garantire che lasceremo l'Unione europea a marzo 29", ha detto Cox al parlamento. "Questo è l'accordo che assicurerà che ciò avvenga in modo ordinato con certezza legale."

Ma le sue parole hanno fatto poco per lenire alcuni dei critici più cauti dell'affare, in cui molti sostenitori della Brexit hanno affermato che il cosiddetto "backstop" per l'Irlanda del Nord rischiava di legare indefinitamente la Gran Bretagna all'unione doganale dell'UE.

"Il documento di sintesi legale è peggiore di quello che temevamo: l'unione doganale di sostegno è indefinita, il Regno Unito sarebbe un beneficiario di regole e la Corte europea (di giustizia) è responsabile del nostro destino, piuttosto che il parlamento britannico sovrano," ex Brexit ha detto il ministro David Davis. "Questa non è Brexit."

Gli alleati irlandesi del nord di maggio, il Partito unionista democratico, che sostiene il suo governo di minoranza, sono andati oltre.

Il leader delegato del DUP, Nigel Dodds, ha dichiarato: "Il contesto generale di questo è ... una presentazione profondamente poco attraente e insoddisfacente e lui (Cox) deve quindi, piuttosto che raccomandare questo accordo, raccomandare che venga respinto".

Molti legislatori erano anche arrabbiati per aver mostrato quello che descrivevano come un riassunto, non il completo parere legale sull'affare Brexit di maggio che il suo governo aveva visto.

Il partito laburista e altri, incluso il DUP, hanno affermato che il voto è così importante per il futuro del paese che i legislatori dovrebbero essere in grado di vedere ogni avvertimento legale dettagliato riguardante parti dell'accordo di ritiro.

"Non ci è quindi rimasta altra scelta se non quella di scrivere al presidente della Camera dei Comuni per chiedergli di avviare procedimenti di disprezzo", ha detto il portavoce del Labour's Brexit, Keir Starmer.

Il procedimento contro il governo per oltraggio al parlamento potrebbe potenzialmente comportare la sospensione o l'espulsione di uno o più ministri dalla Camera dei Comuni.

Cox ha detto che non poteva rivelare tutti i consigli per paura di essere "contrario agli interessi nel paese", arrivando al punto di gridare ai legislatori laburisti che era inutile "abbaiare e gridare" quando stava cercando di proteggere il interesse pubblico.

"Questo è tutto ed è ora che crescano e diventino reali."

La sessione del parlamento irlandese di lunedì (3 dicembre) non è stata di buon auspicio per il voto di 11 di dicembre, che arriverà alla fine di cinque giorni di dibattito sulle contusioni a partire da martedì.

Se perde, May potrebbe richiedere un secondo voto. Ma la sconfitta aumenterebbe le possibilità che la Gran Bretagna se ne andasse senza un accordo - una possibilità che potrebbe significare caos per l'economia e le attività commerciali della Gran Bretagna - e mise May sotto una feroce pressione per dimettersi.

La sconfitta potrebbe anche rendere più probabile che la Gran Bretagna abbia un secondo referendum UE, tre anni dopo aver votato in modo restrittivo per lasciare il blocco.

tag: , , ,

Categoria: Un Frontpage, Brexit, EU, UK