Può lanciare un dibattito parlamentare ad alto rischio sul piano #Brexit

| Dicembre 6, 2018

Il primo ministro britannico Theresa May ha esortato il parlamento a sostenere il suo accordo sul divorzio dell'UE all'inizio del dibattito di cinque giorni che potrebbe determinare il futuro della Brexit e il destino del suo governo, scrive Elizabeth Piper.

Il piano di maggio di mantenere stretti legami con l'UE dopo la sua partenza è stato criticato dai sostenitori della Brexit e dagli oppositori, lasciandola lottare per ottenere l'approvazione del parlamento in un voto che seguirà il dibattito su dicembre 11.

Se, contro ogni pronostico, vincerà il voto, la Gran Bretagna lascerà l'UE su 29 March 2019 in base alle condizioni negoziate con Bruxelles - il più grande cambiamento del paese nel commercio e nella politica estera per oltre 40 anni.

Se perde, May potrebbe richiedere un secondo voto sull'accordo. Ma la sconfitta aumenterebbe le possibilità che la Gran Bretagna se ne andasse senza un accordo - una prospettiva che potrebbe significare caos per l'economia e le attività commerciali della Gran Bretagna - e mise May in feroce pressione per dimettersi.

La sconfitta potrebbe anche rendere più probabile che la Gran Bretagna tenga un secondo referendum, tre anni dopo aver votato in modo restrittivo per lasciare l'UE, o portare alla Brexit che non sta accadendo.

May, 62, ha girato la Gran Bretagna, ha trascorso ore a grigliare in parlamento e ha invitato i legislatori nella sua residenza di Downing Street per cercare di conquistare i suoi numerosi critici.

Ma l'accordo, siglato a Bruxelles lo scorso mese, ha unito critici a entrambe le estremità dello spettro politico: gli euroscettici dicono che renderà la Gran Bretagna uno stato vassallo mentre i sostenitori dell'UE - esprimendo la stessa idea anche se con una lingua diversa - affermano che il paese diventerà una regola taker.

Anche i suoi alleati in parlamento, il Partito unionista democratico nordirlandese che sostiene il suo governo, hanno respinto l'accordo e i partiti dell'opposizione dicono che non possono sostenerlo.

Maggio sta comunque premendo.

"Il popolo britannico vuole che andiamo avanti con un accordo che onora il referendum e ci consente di riunirci di nuovo come nazione, qualunque sia il nostro voto", ha detto ai legislatori martedì (4 Deember).

"Questo è l'accordo che offre per il popolo britannico".

Pochi alla Camera dei Comuni, la camera bassa del parlamento, sembravano finora convinti.

Lunedì, l'offerta del suo governo di calmare un'altra riga sui pareri legali ricevuti sull'accordo ha fatto poco più che infiammare le tensioni in parlamento. Il suo ex ministro della Brexit, David Davis, ha detto chiaramente: "Questa non è Brexit".

Più di due anni dopo che la Gran Bretagna ha votato per lasciare l'UE, il dibattito spinoso che ha modellato il referendum è aumentato, dividendo profondamente il paese e aumentando l'incertezza sul suo futuro che ha sconvolto i mercati e le imprese.

Può sperare che se costringerà il suo accordo al parlamento, le imprese che hanno rinviato le decisioni di investimento e hanno introdotto piani di emergenza per paura del prosciugamento del commercio saranno in grado di andare avanti di nuovo.

Dice che il suo accordo offrirà stretti legami economici con l'UE, consentirà alla Gran Bretagna di commerciare liberamente con il resto del mondo rispondendo a una delle richieste degli elettori di porre fine alla libera circolazione e ridurre l'immigrazione in Gran Bretagna.

Ma l'accordo di compromesso, che i ministri dichiarano apertamente non è perfetto, ha fatto poco più che rafforzare l'opposizione ai limiti della linea dura del dibattito.

I sostenitori della Brexit hanno promesso di votare l'accordo e hanno minacciato di abbattere May. I legislatori pro-UE hanno anche dichiarato che voteranno contro, e alcuni, specialmente nel principale partito laburista dell'opposizione, cercheranno anche di spodestarla.

La rabbia del DUP sull'accordo ha persino visto il partito socialmente conservatore sostenere un tentativo del Partito laburista di sinistra di avviare procedimenti di disprezzo contro il governo.

Il lavoro di May sembra essere in linea.

Durante il dibattito di cinque giorni, la forza di tale opposizione dovrebbe diventare chiara quando i legislatori fanno discorsi o tentano di modificare o modificare la mozione di maggio per approvare l'accordo per cercare di alterare o ritardare Brexit, o di deragliare del tutto.

Il lavoro ha già presentato un emendamento volto a garantire che il governo non possa, in nessun caso, lasciare l'UE senza un accordo di uscita e deve considerare tutte le alternative per farlo.

I legislatori pro-UE hanno anche presentato un altro emendamento per bloccare l'accordo e escludere una Brexit senza accordo.

Ma la sua squadra si attiene alla sceneggiatura.

"Questo accordo ... è il modo migliore in cui credo fermamente di garantire che lasceremo l'Unione europea in 29 marzo", ha detto al parlamento l'avvocato generale Geoffrey Cox.

"Questo è l'accordo che assicurerà che ciò avvenga in modo ordinato con certezza legale."

tag: , , , ,

Categoria: Un Frontpage, Brexit, Partito Conservatore, EU, UK