#Hammond dice che la crescita, non il surplus di bilancio, è la chiave per ridurre il debito

| 8 Novembre 2018

Il cancelliere Philip Hammond (nella foto) ha sollevato la prospettiva di una politica di budget più sfavorevole dopo la Brexit e ha affermato che una crescita più veloce è il modo migliore per ridurre l'onere del debito della Gran Bretagna, ma ha insistito che era ancora impegnato a gestire un'eccedenza di bilancio, scrivere David Milliken e Alistair Smout.

Il budget annuale di Hammond ha rafforzato i dubbi di alcuni analisti sul suo impegno nei confronti di un avanzo di bilancio, dopo aver usato un vantaggio fiscale per finanziare gli impegni di spesa pubblica piuttosto che per compiere progressi più rapidi nella riduzione del debito pubblico.

Il primo ministro Theresa May ha detto il mese scorso che l'austerità si è conclusa dopo una serie di tagli ai servizi pubblici e benefici per il welfare da 2010, e aveva precedentemente annunciato un grande aumento della spesa per la sanità pubblica.

L'Istituto non-partigiano per gli studi fiscali ha dichiarato che le azioni di Hammond suggerivano che l'idea che intendeva davvero eliminare il deficit di bilancio da parte degli 2020 medi era "sicuramente per gli uccelli".

Chiesto da una commissione parlamentare se il Tesoro avesse rinunciato alla prospettiva di ottenere un surplus di bilancio nel prossimo decennio, Hammond ha detto: "No, non è stato abbandonato".

Tuttavia, ha rifiutato di dire quando si aspettava un surplus. Le previsioni di budget della scorsa settimana hanno mostrato che il debito pubblico in percentuale del reddito nazionale in pista è sceso al 0.8% in 2023 / 24 da un 1.2% più basso del previsto o da un miliardo di 25.5 in questo anno finanziario.

"Siamo a distanza commovente (di un surplus), ma sarà una decisione politica in occasione di eventi fiscali successivi come bilanciare qualsiasi margine fiscale disponibile ci sia tra ridurre il deficit, ridurre le tasse, aumentare la spesa ... e investire in infrastrutture di capitale" ha detto ai legislatori.

Si prevede che il debito pubblico aumenterà fino al 1.4% del prodotto interno lordo (PIL) l'anno prossimo, e Hammond ha detto che potrebbe prendere a prestito di più dopo che la Gran Bretagna lascerà l'Unione Europea su 29 marzo l'anno prossimo e continuerà a rispettare le regole di bilancio.

"Potremmo, se decidessimo di farlo, permettere che il prestito aumentasse un po '", ha detto Hammond.

Hammond ha detto che trovare un modo per aumentare la crescita stagnante potrebbe essere una strategia più praticabile per ridurre rapidamente il debito in percentuale del PIL rispetto a persistenti eccedenze di bilancio, che la Gran Bretagna ha raramente gestito nei decenni precedenti.

"C'è un modo molto difficile di farlo, che è in esecuzione un surplus di bilancio ogni anno e pagare il debito in contanti", ha detto. "E c'è un modo molto più facile di farlo, che è (per) far crescere l'economia più velocemente".

Si stima che l'indebitamento netto totale del settore pubblico scenda a 83.7% del PIL quest'anno, o a £ 1.835 trilioni.

tag: , , ,

Categoria: Un Frontpage, Brexit, Partito Conservatore, EU, UK