Il commissario Piebalgs visita tre paesi dell'Africa occidentale per discutere il futuro sviluppo della cooperazione

medium_Andris-Piebalgs-13Commissario per lo sviluppo Andris Piebalgs (nella foto) inizierà il Lunedi (10 febbraio) una visita di alto livello per la Mauritania, Senegal e Capo Verde, dove si sottolinea l'impegno costante dell'UE a sostenere la regione e confermare il finanziamento futuro per i tre paesi.

La visita sarà il primo mai al Senegal e Capo Verde, e prima visita di alto livello del Commissario dal 2008 in Mauritania. Egli incontrerà capi di stato, ministri e rappresentanti della società civile dei tre paesi, e discutere le priorità future e le aree in corso di cooperazione, in particolare per implementare progetto di sviluppo dell'UE noto come il 'programma di cambiamento', così come le questioni regionali di comune l'interesse e l'agenda post-2015 (quando le attuali obiettivi di sviluppo del Millennio sono in scadenza).

Parlando in vista della visita, Piebalgs ha dichiarato: "Sono felice di vedere come il programma di cambiamento sta contribuendo al sostegno della crescita inclusiva e sostenibile nella regione, in particolare attraverso l'agricoltura sostenibile e di energia."

"Durante la mia visita ho troveremmo di fronte a nuovi modi in cui l'UE e l'Africa possono cooperare lì andando avanti - in energia, nel settore privato e nel settore delle infrastrutture, per esempio, siamo impegnati a guardare modi innovativi di lavoro che possono beneficiare le persone il più possibile, stimolando la crescita, posti di lavoro e investimenti ", ha aggiunto.

Questi sono i principali argomenti che saranno discussi in ogni paese:

  • In Mauritania, il commissario discuterà la futura cooperazione nei settori della sicurezza alimentare, stato di diritto e della salute. Egli sarà anche evidenziare il ruolo chiave che il paese gioca nella sicurezza del Sahel.
  • In Senegal, priorità di sviluppo del paese, principalmente l'agricoltura e la sicurezza alimentare, l'igiene e l'energia, saranno discussi. Il Commissario accoglierà il ruolo positivo del Senegal in integrazione economica regionale e ad aumentare la stabilità nella regione.
  • Nel Capo Verde, il commissario Piebalgs visiterà un progetto di energia rinnovabile, che è uno dei più grandi parchi eolici in Africa, e lanciare un programma di cooperazione rafforzata con il paese.

L'assessore ha recentemente annunciato € 6.4 miliardi per i paesi 16 nella regione del West Africa1 (previa conferma da parte degli Stati membri) tra 2014-2020, che si prevede di sostenere gli investimenti che generano crescita e la creazione di posti di lavoro per i 300 milioni di cittadini dell'Africa occidentale.

sfondo

La visita ad alto livello della Commissione costituirà un'opportunità chiave per il Commissario per incontrare i leader africani in vista del vertice 4th Africa-UE, che si svolgerà a Bruxelles in 2-3 April 2014. La Mauritania ha la presidenza dell'UA in 2014 e co-presiederà agli eventi del vertice UE-Africa. Il presidente mauritano Mohamed Ould Abdel Aziz è anche uno dei dieci membri del comitato di alto livello sul processo post 2015.

Il vertice di Bruxelles, dopo quelli tenutasi al Cairo, Lisbona e Tripoli, avrà come tema 'Investire nelle persone, prosperità e Peaceà. Il vertice dovrebbe segnare un ulteriore significativo passo in avanti per il partenariato tra l'UE e l'Africa in tutte e tre le aree individuate.

La regione di West Africa1 comprende Benin, Burkina Faso, Capo Verde, Costa d'Avorio, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Liberia, Mali, Niger, Nigeria, Senegal, Sierra Leone, Togo e la Mauritania.

Maggiori informazioni

IP / 13 / 1002: UE conferma il suo sostegno allo sviluppo e di integrazione (precedente comunicato stampa sui finanziamenti per l'Africa occidentale) dell'Africa occidentale

Sito web di EuropeAid lo sviluppo e la cooperazione DG

Sito web del Commissario per lo sviluppo Andris Piebalgs

Commenti

Commenti di Facebook

tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Categoria: Un Frontpage, Africa, aiuto, Sviluppo, EU, Aiuti esterni, Relazioni esterne

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *