Seguici sui social

Educazione

EU Reporter collabora con la British School of Brussels for student Journalism Award

Avatar

Pubblicato

on

Reporter UE ha appena annunciato i risultati della prima edizione del nuovo Young Journalism Award annuale in collaborazione con la British School of Brussels. In qualità di ex allievo della scuola, è stato un grande piacere mantenere vivo il legame e offrire agli studenti attuali negli anni 11-13 (età 16-18) l'opportunità di mettere in pratica le loro capacità di scrittura e di aggiungere ai loro CV come molti cercano di fare domanda per l'università. Il concorso prevedeva la scrittura di un breve saggio di massimo 1,000 parole, rispondendo a una determinata domanda. La domanda è lasciata abbastanza aperta per lasciare ampio spazio agli studenti per essere creativi e avvicinarsi ad essa dalle proprie prospettive uniche, scrive Tori Macdonald.

I lavori dovevano essere giudicati dai membri del team di reporter dell'UE: giornalista senior Catherine Feore; Redattore capo, Colin Stevens; e io, il responsabile dello sviluppo Tori Macdonald.

Per la prima edizione, abbiamo iniziato con un'indagine piuttosto generica ma complessa per gli studenti, ponendo "Cosa significa per me essere in una scuola internazionale" come compito da completare.

Ero sicuro che la natura soggettiva di questa domanda avrebbe portato a una varietà di interpretazioni e, essendo io stesso un espatriato per tutta la vita, non vedevo l'ora di vedere come le storie di ogni candidato si confrontavano con le mie; tutti alla fine condividono questo tipo unico di esperienza scolastica.

Con nostra grande gioia, abbiamo ricevuto un numero impressionante di iscrizioni, ogni pezzo pieno di entusiasmo, personalità e una serie di punti ben sviluppati, che giustificano le loro esperienze individuali come studenti internazionali. Una risposta davvero meravigliosa per la prima edizione di questo concorso.

Come uno dei giudici, sono rimasto sbalordito dal livello di abilità linguistiche e di strutturazione di saggi degli studenti, rendendo il mio lavoro davvero molto difficile! Ero sicuro di non essere nemmeno a conoscenza di alcuni vocaboli usati quando avevo la loro età!

Tuttavia, potevano esserci solo tre finalisti e, alla fine, un vincitore.

Gli individui che hanno fatto le prime 3 posizioni sono stati scelti seguendo un'ortografia e una grammatica immacolate; strutturazione chiara e concisa del saggio; argomenti equilibrati e, soprattutto, le prospettive più singolari sulla situazione poiché c'erano un paio di temi ricorrenti molto comuni.

I segmenti dalle voci del vincitore, del secondo posto e del secondo classificato sono i seguenti, fare clic sui loro nomi per visualizzare gli articoli completi.

VINCITORE - Grace Roberts:

Ciò che ha reso Grace la vincitrice è stata la sua bellissima narrazione, che ha davvero tirato le corde del cuore di ciascuno dei giudici. Inoltre, eccezionali capacità letterarie, meravigliosa incorporazione di un'analogia e di una domanda retorica e, nel frattempo, una serie di ragioni ben valutate ed equilibrate.

“Potevo essere chi volevo essere senza che nessuno mi conoscesse prima di arrivare. Potevo indossare quello che volevo; Potevo pettinarmi i capelli come volevo. Potrei essere me. Certo, c'erano i pochi giudizi da parte delle persone come ci saranno sempre, ma andava bene perché ero felice e bello essere me. Ho trovato un sistema di supporto stabile: amici che si prendevano cura di me, insegnanti che mi davano aiuto quando ne avevo bisogno, un sistema scolastico che puntava su gentilezza e positività ".

 Leggi la voce completa

 ALTAMENTE AUGURATO - Maxime Tanghe:

Maxime ha mostrato una varietà di vocabolario davvero impressionante, partendo da un'introduzione molto forte. Ha sviluppato una meravigliosa attenzione intorno alla mentalità e ha fatto critiche intelligenti. Maxime ha anche fatto un buon uso delle citazioni per aggiungere profondità ai suoi punti.

“La parola“ internazionale ”mi ritrae un'armonizzazione di credenze e culture. Richiede una notevole quantità di rispetto ed eticità, che dovrebbero essere della massima importanza per la nostra società in fase di modernizzazione. Essere uno studente in una scuola internazionale ha cambiato radicalmente la mia prospettiva non solo su me stesso e sulla mia percezione dell'umanità, ma ha anche influenzato direttamente il modo in cui valuto e tratto gli altri ".

 Leggi la voce completa

 FINALISTA - Adam Pickard:

Adam ha anche incorporato un uso avanzato del vocabolario insieme a spiegazioni ben sviluppate e strutturazione delle frasi. Le sue conclusioni interessanti hanno creato un punto di vista davvero unico sulla situazione che è stato rinfrescante in contrasto con la maggior parte degli articoli altamente positivi.

“Ma nel bizzarro panorama multietnico della scuola internazionale, fuori dal tuo ambiente naturale, condividere una nazionalità con un dato studente era al massimo raro. Con così tante persone provenienti da così tanti luoghi diversi, si tendeva a cercare quelli con un'esperienza condivisa, un argomento di conversazione se non altro ".

 Leggi la voce completa

Un grande complimento a Grace, Maxime e Adam per i loro pezzi eccezionali e complimenti a tutti gli studenti che sono entrati. Un livello di giornalismo assolutamente eccezionale tra questi giovani studenti, e senza dubbio un futuro davvero impressionante davanti a ciascuno di loro.

Educazione

Un genitore su quattro afferma che una connessione Internet di scarsa qualità ha un impatto negativo sull'istruzione degli alunni

Comunicato stampa

Pubblicato

on

  • Un genitore britannico su quattro (24%) ritiene che i bambini stiano lottando per completare le lezioni e i compiti a causa della connessione Internet di scarsa qualità.
  • Più della metà (54%) dei genitori afferma di aver dovuto investire denaro in tecnologia per sostenere i propri figli nell'apprendimento a casa, di cui uno su dieci è stato costretto a spendere più di 500 sterline.
  • Huawei dona 250 Huawei Pupil Pack del valore di oltre £ 60,000 a cinque scuole secondarie nell'area di Manchester, a sostegno del Greater Manchester Tech Fund.

Manchester, Regno Unito. Febbraio 2021. Nuovi dati di YouGov Research, commissionato da Huawei UK, rivelano che milioni di bambini in tutto il Regno Unito sono trattenuti in una classe virtuale, esponendo un divario digitale a livello nazionale sentito dalle famiglie.

La ricerca mostra che un genitore britannico su quattro (24%) ritiene che i bambini stiano lottando per completare le lezioni e i compiti a causa delle connessioni Internet di scarsa qualità. Più della metà (54%) dei genitori intervistati afferma di aver dovuto investire denaro in tecnologia per sostenere i propri figli nell'apprendimento a casa, mentre uno su dieci (12%) è stato costretto a spendere più di £ 500 dal primo blocco nazionale.

L'indagine YouGov rivela che molte famiglie in tutto il paese ricorrono a tattiche come spegnere il video durante le chiamate, collegarsi a una connessione mobile o limitare l'accesso a Internet nella speranza di garantire una connessione stabile.

Il sondaggio su 4,000 adulti del Regno Unito ha anche rilevato che l'86% degli intervistati ritiene che le connessioni Internet di scarsa qualità avranno un impatto negativo sul livello di istruzione, mentre l'88% ha anche affermato che avere una connessione affidabile è importante per il benessere generale dei bambini durante il blocco.

Il sondaggio arriva quando Huawei dona 250 Huawei Pupil Pack per un valore di oltre £ 60,000 per aiutare gli alunni più bisognosi e per aiutare ad abbattere le barriere nell'istruzione a distanza.

I pacchetti Huawei Pupil - che contengono un tablet Huawei MatePad T3 10, un router wireless Huawei 4G B311 e una scheda SIM precaricata con dati, per gentile concessione di Tre Regno Unito - vengono donati agli alunni delle scuole identificate dal Greater Manchester Tech Fund come quelle che trarrebbero i maggiori benefici dal nuovo hardware.

I pacchetti garantiranno agli studenti sia l'hardware che la connettività necessari per l'apprendimento remoto. Ciascuna di queste scuole riceve 50 pacchetti Huawei Pupil:

-      Longdendale High School a Hyde

-      Scuola di Sharples a Bolton

-      La Derby High School a Bury

-      Burnage Academy for Boys a Manchester

-      Byrchall High School a Wigan

Karl Harrison, capo, Burnage Academy for Boys ha dichiarato:

“Serviamo le comunità nelle zone più svantaggiate del centro città e alcuni dei nostri genitori non hanno i mezzi per poter fornire i dispositivi necessari al momento per i loro figli. La fantastica generosità di Huawei farà un'enorme differenza per tante delle nostre famiglie e darà ai nostri ragazzi l'opportunità di accedere all'apprendimento a distanza durante la pandemia.

Questo è davvero umiliante nei momenti più difficili e offriamo i nostri ringraziamenti più sinceri e sentiti ".

Diane Modahl, Lead, Greater Manchester Tech Fund ha dichiarato:

“Nella Greater Manchester, crediamo che i nostri giovani meritino ogni possibilità per realizzare il loro potenziale. Abbiamo istituito il Greater Manchester Tech Fund per sostenere i nostri giovani più vulnerabili per evitare che vengano emarginati e svantaggiati rispetto ai loro coetanei. Vorrei dire un enorme grazie a tutti in Huawei, per la loro generosa donazione al GM Tech Fund. La donazione di Huawei aiuterà i giovani esclusi dal digitale con la tecnologia e la connettività necessarie per continuare il loro apprendimento a casa mentre le scuole e le università rimangono chiuse. "

Victor Zhang, Vice Presidente, Huawei ha dichiarato:

“Il passaggio all'istruzione a distanza è stato impegnativo per tutte le famiglie, ma è stato particolarmente difficile per quegli alunni che non hanno i mezzi per partecipare a lezioni video o interagire con altri bambini. Nessun allievo dovrebbe essere lasciato indietro, ma sappiamo tutti di bambini in età scolare che, non per colpa loro, si trovano ad affrontare ostacoli all'istruzione che dovrebbero ricevere.

"Huawei rimane impegnata a migliorare la connettività in tutto il Regno Unito, come abbiamo fatto negli ultimi 20 anni. Siamo ansiosi di aiutare durante la pandemia e quindi siamo davvero lieti di donare 250 Huawei Pupil Pack alle scuole nella Greater Manchester, con il supporto dei nostri partner di Three UK. Ci auguriamo che questa donazione contribuisca in qualche modo ad abbattere queste barriere e ad aiutare i bambini in età scolare a continuare la loro istruzione in questo momento particolarmente impegnativo ".

I prodotti presenti nei pacchetti Huawei Pupil sono:

HUAWEI MatePad T10

Questo tablet combina prestazioni potenti con un display da 9.7 pollici, un sistema a doppio altoparlante e una lunga durata della batteria. Inoltre è dotato della tecnologia Eye Comfort certificata TÜV Rheinland per ridurre la luce blu nociva, offrendo un miglior comfort per l'uso quotidiano. Il MatePad ha sia una fotocamera posteriore che una anteriore, perfette per partecipare a lezioni interattive e condividere il lavoro direttamente con insegnanti e compagni di classe.

Router HUAWEI 4G

Questo router consente a un massimo di 32 dispositivi di condividere l'accesso alla stessa scheda SIM dati. Basta inserire una SIM dati nel router e posizionare il router in una zona della casa che ha il segnale mobile più forte. Il router condivide quindi questi dati stabilendo una connessione WiFi locale; gli alunni collegano il loro tablet al WiFi e sono online.

SIM dati prepagata, da Tre

Huawei e il nord-ovest - Nell'ottobre 2019, Huawei ha aperto un nuovo ufficio a Greater Manchester presso il fiorente complesso MediaCityUK. L'ufficio ospita molte delle operazioni aziendali chiave di Huawei come i team di account dei clienti e funge da base operativa per l'azienda mentre Huawei sviluppa la sua attività nella centrale elettrica del Nord.

A proposito di Huawei

Huawei è un fornitore leader a livello mondiale di infrastrutture per la tecnologia dell'informazione e della comunicazione (TIC) e dispositivi intelligenti. Con soluzioni integrate in quattro domini chiave: reti di telecomunicazioni, IT, dispositivi intelligenti e servizi cloud, ci impegniamo a portare il digitale a ogni persona, casa e organizzazione per un mondo completamente connesso e intelligente.

Il portafoglio end-to-end di prodotti, soluzioni e servizi di Huawei è competitivo e sicuro. Attraverso la collaborazione aperta con i partner dell'ecosistema, creiamo valore duraturo per i nostri clienti, lavorando per responsabilizzare le persone, arricchire la vita domestica e ispirare l'innovazione nelle organizzazioni di tutte le forme e dimensioni.

In Huawei, l'innovazione si concentra sulle esigenze dei clienti. Investiamo molto nella ricerca di base, concentrandoci sulle scoperte tecnologiche che guidano il mondo. Abbiamo più dipendenti di 188,000 e operiamo in più paesi e regioni 170. Fondata in 1987, Huawei è una società privata interamente di proprietà dei suoi dipendenti.

http://www.linkedin.com/company/Huawei

Continua a leggere

Brexit

Il governo scozzese commenta gli sforzi per rimanere in Erasmus

Corrispondente Reporter UE

Pubblicato

on

I ministri hanno accolto con favore il sostegno di circa 150 eurodeputati che hanno chiesto alla Commissione europea di esplorare come la Scozia potrebbe continuare a partecipare al popolare programma di scambio Erasmus. La decisione arriva una settimana dopo che il ministro dell'Istruzione superiore e superiore Richard Lochhead ha tenuto colloqui produttivi con Mariya Gabriel, Commissario per l'innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e la gioventù per esplorare l'idea. Fino allo scorso anno, oltre 2,000 studenti, personale e discenti scozzesi hanno preso parte al programma ogni anno, con la Scozia che attrae proporzionalmente più partecipanti Erasmus da tutta Europa - e ne invia di più nella direzione opposta - rispetto a qualsiasi altro paese del Regno Unito.

Lochhead ha dichiarato: "La perdita dell'Erasmus è un duro colpo per le migliaia di studenti scozzesi, gruppi di comunità e studenti adulti - di ogni estrazione demografica - che non possono più vivere, studiare o lavorare in Europa." Chiude anche la porta per le persone a venire a La Scozia in Erasmus per sperimentare il nostro paese e la nostra cultura ed è incoraggiante vedere quella perdita di opportunità riconosciuta dai 145 eurodeputati di tutta Europa che vogliono che il posto della Scozia in Erasmus continui. Sono grato a Terry Reintke e agli altri deputati al Parlamento europeo per i loro sforzi e li ringrazio per aver teso la mano di amicizia e solidarietà ai giovani scozzesi. Spero sinceramente che possiamo avere successo.

“Ho già avuto un incontro virtuale con il Commissario Gabriel. Abbiamo convenuto che il ritiro da Erasmus è estremamente deplorevole e continueremo a esplorare con l'UE come massimizzare il continuo impegno della Scozia con il programma. Ho anche parlato con la mia controparte del governo gallese e ho accettato di restare in stretto contatto ".

Clicca qui per maggiori informazioni.

Continua a leggere

Economia digitale

La Commissione istituisce un Centro per la conservazione digitale del patrimonio culturale e avvia progetti a sostegno dell'innovazione digitale nelle scuole

Corrispondente Reporter UE

Pubblicato

on

Il 4 gennaio, la Commissione ha lanciato un centro di competenza europeo con l'obiettivo di preservare e conservare il patrimonio culturale europeo. Al centro, che funzionerà per un periodo di tre anni, sono stati concessi fino a 3 milioni di euro dal Horizon 2020 programma. Istituirà uno spazio digitale collaborativo per la conservazione del patrimonio culturale e darà accesso a archivi di dati, metadati, standard e linee guida. L'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare in Italia coordina il team di 19 beneficiari provenienti da 11 Stati membri dell'UE, Svizzera e Moldova.

La Commissione ha inoltre lanciato due progetti a sostegno dell'istruzione digitale, del valore massimo di 1 milione di euro ciascuno, attraverso Horizon 2020. Il primo progetto, MenSI, si concentra sul tutoraggio per il miglioramento scolastico e durerà fino a febbraio 2023. MenSI mira a mobilitare 120 scuole in sei Stati membri (Belgio, Cechia, Croazia, Italia, Ungheria, Portogallo) e Regno Unito per promuovere l'innovazione digitale, in particolare nelle scuole piccole o rurali e per gli studenti socialmente svantaggiati. Il secondo progetto, iHub4Schools, durerà fino a giugno 2023 e accelererà l'innovazione digitale nelle scuole grazie alla creazione di hub di innovazione regionali e un modello di mentoring. Parteciperanno 600 insegnanti in 75 scuole e gli hub saranno istituiti in 5 paesi (Estonia, Lituania, Finlandia, Regno Unito, Georgia). Anche l'Italia e la Norvegia beneficeranno del programma di mentoring. Sono disponibili ulteriori informazioni sui progetti appena lanciati qui.

Continua a leggere

Twitter

Facebook

Trending