Seguici sui social

Ufficio europeo dei brevetti

L'innovazione rimane forte: le domande di brevetto in Europa continuano a crescere nel 2022

SHARE:

Pubblicato il

on

L'Ufficio europeo dei brevetti (UEB) ha ricevuto 193,460 domande nel 2022, un aumento del 2.5% rispetto all'anno precedente e un nuovo record. L'EPO's Patent Index 2022, pubblicato oggi, mostra che i depositi di brevetti hanno continuato a crescere lo scorso anno, dopo un aumento del 4.7% nel 2021 seguito a un piccolo calo (-0.6%) nel 2020. Le aziende del Regno Unito hanno depositato 5,697 domande presso l'EPO , in aumento dell'1.9% dopo due anni di calo consecutivo (-1.9% nel 2021; -7.0% nel 2020).

Il numero di domande di brevetto – un primo indicatore degli investimenti delle aziende in ricerca e sviluppo – sottolinea che l'innovazione è rimasta robusta lo scorso anno nonostante le incertezze economiche in tutto il mondo. "Quando si tratta della promessa di innovazione verde, c'è stata una crescita solida e sostenuta nelle richieste relative a tecnologie pulite e altri mezzi che creano, trasferiscono e immagazzinano elettricità", ha affermato il presidente dell'EPO António Campinos.

“È questo boom in corso che sta guidando la transizione energetica. Gli innovatori stanno anche lavorando per un futuro più intelligente, poiché la quarta rivoluzione industriale si impadronisce delle nostre vite, dei nostri settori e delle nostre industrie e si diffonde in altre aree, dai trasporti all'assistenza sanitaria. Possiamo vederlo nella crescita inarrestabile delle domande di brevetto nelle tecnologie digitali e nei semiconduttori”.

Boom dell'innovazione nelle tecnologie digitali, batterie e semiconduttori

La comunicazione digitale (+11.2% dal 2021) è stata ancora una volta il settore con il maggior numero di domande di brevetto lo scorso anno, seguita da vicino dalla tecnologia medica (+1.0%) e dalla tecnologia informatica (+1.8%). Il forte aumento delle domande di brevetto nelle tecnologie digitali si estende ad altri settori come la sanità, i trasporti e l'agricoltura. Macchine/apparecchi/energia elettrica (+18.2%), un settore che include invenzioni legate all'energia pulita, è stato il settore in più rapida crescita tra i primi dieci settori tecnologici, trainato in parte dal boom delle tecnologie delle batterie. Anche i settori dei semiconduttori (+19.9%) e delle tecnologie audiovisive (+8.1%) sono in forte crescita, seppur partendo da una base ridotta.

L'attività brevettuale nel settore farmaceutico ha continuato la sua crescita costante (+1.0%), schiacciando il trasporto passato (-2.6%) per entrare nei primi cinque settori tecnologici per la prima volta nell'ultimo decennio. Anche le biotecnologie (+11.0%) hanno continuato a crescere. Forte crescita da Cina e Stati Uniti I primi cinque paesi di origine delle domande di brevetto all'UEB nel 2022 sono stati Stati Uniti (che rappresentano un quarto del totale), Germania, Giappone, Cina e Francia (vedi grafico Origine delle domande). La crescita delle domande nel 2022 è stata alimentata principalmente dai depositi dalla Cina (+15.1% rispetto al 2021), più che raddoppiati negli ultimi cinque anni, e in misura minore dai depositi dagli Stati Uniti (+2.9%) e dal Repubblica di Corea (+10%).

pubblicità

Sebbene il numero di domande di brevetto provenienti dai 39 paesi dell'Organizzazione europea dei brevetti, che include il Regno Unito, sia stato allo stesso livello del 2021 (+0.1%), la loro quota sul totale si è ridotta di un punto percentuale al minimo storico (appena inferiore al 44%). La quota crescente di domande all'UEB provenienti da paesi extraeuropei evidenzia l'attrattiva del mercato tecnologico europeo per le aziende di tutto il mondo. In termini di tendenze tecnologiche, le domande di brevetto dagli Stati Uniti sono aumentate notevolmente nella comunicazione digitale e nelle macchine/apparecchiature/energia elettriche. Le aziende europee hanno presentato meno domande nella comunicazione digitale, ma molte più domande in tecnologia informatica, tecnologia medica e biotecnologia. Le domande di brevetto dalla Cina sono cresciute nella maggior parte dei principali settori tecnologici.

Tendenze europee La Germania, primo paese europeo in termini di domande di brevetto, è scesa del 4.7% lo scorso anno, in gran parte a causa dei cali in aree come i trasporti (che include l'automotive), le macchine elettriche/apparecchiature/energia e la chimica organica fine. Le domande dalla maggior parte degli altri principali paesi europei di deposito di brevetti sono aumentate, inclusa la Francia (+1.9%). Tra i paesi con volumi di brevetti maggiori (oltre 1 domande), gli aumenti maggiori sono stati registrati da Irlanda (+000%), Svizzera (+12.3%), Belgio (+5.9%) e Paesi Bassi (+5.0%). Per quanto riguarda le domande di brevetto pro capite, la Svizzera è stata ancora una volta leader, seguita da alcuni paesi nordici.

Focus sul Regno Unito: n. 9 per le domande di brevetto in Europa

Il Regno Unito è rimasto al 9° posto tra i primi paesi depositanti dell'UEB con 5 domande (+697%) nel 1.9. I primi cinque settori tecnologici per le domande di brevetto dal Regno Unito nel 2022 sono stati la tecnologia informatica (in aumento del 2022% rispetto al 10.2) , tecnologia medica (+2021%), beni di consumo (-4.9%), trasporti (+21.7%) e biotecnologie (+16.9%). Unilever è stata ancora una volta la prima azienda britannica per domande di brevetto in Europa nel 1.8, con 2022 domande depositate, che rappresentano l'486% di tutte le domande di brevetto all'EPO dal Regno Unito. La Greater London è al settimo posto tra le principali regioni europee Le domande di brevetto provenienti dalla Greater London hanno rappresentato quasi un terzo di tutte le domande all'EPO dal Regno Unito, seguite dall'est, dal nord-ovest e dal sud-est dell'Inghilterra come le successive regioni per numero di domande.

Anche la Greater London (con una crescita del 9.6%) si è classificata al 7° posto tra le principali regioni europee per domande di brevetto. Nella classifica delle città europee per domande di brevetto, Londra è al quarto posto, dopo Monaco, Parigi, Eindhoven e Stoccolma. Huawei è in cima alla classifica globale dei candidati dell'EPO I principali richiedenti di brevetto all'EPO nel 2022 sono stati Huawei (n. 1 nel 2021), seguita da LG (dal 3° nel 2021), Qualcomm (passando dal 7° al 3°), Samsung ed Ericsson. La top ten comprende quattro società europee, due della Repubblica di Corea, due statunitensi, una cinese e una giapponese.

Una parte significativa delle domande dell'EPO proviene da entità più piccole: nel 2022, una domanda di brevetto su cinque all'EPO originaria dell'Europa proveniva da un singolo inventore o da una piccola o media impresa (meno di 250 dipendenti). Un ulteriore 7% proveniva da università ed enti pubblici di ricerca.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending