Seguici sui social

Dati Demografici

La Commissione definisce strumenti per gestire il cambiamento demografico nell’UE

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

La Commissione ha adottato una comunicazione che presenta una serie di strumenti politici a disposizione degli Stati membri per gestire il cambiamento demografico e il suo impatto sulla società e sull’economia dell’UE, compresa la sua competitività globale. La comunicazione delinea l’ampia gamma di strumenti (compresi strumenti normativi, quadri politici e finanziamenti) a disposizione degli Stati membri per farlo. Questi strumenti possono essere efficacemente combinati con le politiche nazionali e regionali per responsabilizzare e supportare tutti nel raccogliere i benefici e affrontare senza problemi le sfide del cambiamento demografico.

Azione decisiva e concertata dell’UE per gestire il cambiamento demografico

Gli strumenti demografici si basano sulle esperienze di tutta l’UE e definiscono un approccio globale al cambiamento demografico strutturato attorno a quattro pilastri:       

1) supporto genitori conciliando meglio le aspirazioni familiari e il lavoro retribuito, in particolare garantendo l'accesso a servizi di assistenza all'infanzia di qualità e un buon equilibrio tra lavoro e vita privata;

2) sostenere e responsabilizzare generazioni più giovani prosperare, sviluppare le proprie competenze, facilitare il loro accesso al mercato del lavoro e ad alloggi a prezzi accessibili;

3) responsabilizzare generazioni più vecchie e sostenere il loro benessere, attraverso riforme combinate con adeguate politiche del mercato del lavoro e del posto di lavoro;

4) ove necessario, affrontando le carenze di manodopera attraverso la gestione legale migrazione, in piena complementarità con la valorizzazione dei talenti provenienti dall'UE.

pubblicità

Il pacchetto di strumenti riconosce la necessità di tenere conto della dimensione territoriale dei cambiamenti demografici, in particolare nelle regioni che sperimentano il fenomeno del declino demografico e una significativa mobilità verso l'esterno dei giovani lavoratori ("fuga di cervelli").

Implementazione degli strumenti demografici

Gli strumenti demografici possono contribuire a stimolare, perfezionare e coordinare meglio le politiche a livello nazionale e dell’UE. La Commissione invita gli Stati membri a sviluppare e attuare politiche integrate per affrontare il cambiamento demografico e integrare le preoccupazioni demografiche in tutti gli ambiti politici.

Le politiche degli Stati membri dovrebbero essere radicate nelle realtà locali poiché le sfide demografiche differiscono tra Stati membri e regioni. L’uguaglianza di genere, la non discriminazione e l’equità intergenerazionale devono essere al centro delle scelte politiche. Le tecnologie digitali possono aumentare il vantaggio competitivo dell’Europa e contribuire a compensare gli impatti del cambiamento demografico. I decisori politici dovrebbero promuovere la partecipazione attiva dei cittadini a questo sforzo e coinvolgere tutti gli attori: parti sociali, organizzazioni della società civile e altri. 

Oltre agli strumenti normativi e ai quadri politici, a livello dell’UE sono disponibili numerosi strumenti finanziari per sostenere gli Stati membri, come il dispositivo per la ripresa e la resilienza e il Fondo sociale europeo+ (FSE+).

Inoltre, al fine di migliorare gli strumenti disponibili per affrontare le sfide demografiche, la Commissione intende:

• Rafforzare la base di dati e di prove, in particolare sviluppando ulteriormente il Atlante della demografia, sostenendo gli Stati membri nel miglioramento delle statistiche sulla popolazione e sugli alloggi e sostenendo le attività analitiche e di ricerca pertinenti;

• Sostenere lo sviluppo e/o il miglioramento delle politiche legate alla demografia a tutti i livelli, in particolare avvalendosi del Strumento di supporto tecnico e integrando, ove opportuno, le preoccupazioni demografiche nelle proposte politiche pertinenti a livello dell’UE;

• Garantire che nessuna regione dell'UE venga lasciata indietro, in particolare lanciando ufficialmente il Sfruttare la piattaforma dei talenti il 23-24 novembre 2023 e procedendo con ulteriori bandi ai sensi dell'art Meccanismo di potenziamento dei talenti.

Il cambiamento demografico sta rimodellando le nostre economie e società

Secondo un sondaggio Eurobarometro sulla demografia pubblicato oggi, 7 europei su 10 concordano sul fatto che le tendenze demografiche mettono a rischio la prosperità economica e la competitività a lungo termine dell'UE. Le sfide demografiche più urgenti sono considerate l’invecchiamento della popolazione (42%) e la contrazione della popolazione in età lavorativa e la carenza di manodopera (40%).

Nei prossimi anni, in assenza di un’azione concertata e decisiva su questi temi, la popolazione dell’UE potrebbe continuare a diminuire e a invecchiare, con un impatto negativo sull’economia, sulla società e sulla competitività a lungo termine dell’UE. Se tali tendenze dovessero continuare, potrebbero esacerbare la carenza di manodopera e aumentare la pressione sui bilanci pubblici, avendo al tempo stesso un profondo impatto sugli investimenti e sulla produttività.

Alcuni Stati membri e regioni sono attualmente più colpiti di altri: il cambiamento demografico incide anche sulla coesione sociale, territoriale e intergenerazionale delle nostre società democratiche, peggiorando potenzialmente le spaccature socioeconomiche esistenti a scapito di tutti.

sfondo

L’Europa sta attraversando una grande trasformazione demografica. Il cambiamento demografico ha un profondo impatto sulla vita quotidiana e richiede soluzioni olistiche e integrate.

Il Conclusioni del Consiglio europeo di giugno 2023 ha invitato la Commissione a presentare uno strumento per sostenere gli Stati membri nell'affrontare le sfide demografiche e il loro impatto sul vantaggio competitivo dell'Europa.

La Commissione sta già sostenendo gli Stati membri nei loro sforzi per gestire il cambiamento demografico attraverso una serie di strumenti giuridici, politici e finanziari. La comunicazione individua le riforme e gli investimenti chiave necessari, utilizzando tutti gli strumenti possibili in combinazione, per mantenere il vantaggio competitivo dell'UE.

Maggiori informazioni

Link alla comunicazione "Cambiamento demografico in Europa: uno strumento d'azione"

Collegamento alla scheda informativa

Link all'Eurobarometro Flash sulla demografia

L’impatto del cambiamento demografico in Europa

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.
pubblicità

Trending