Seguici sui social

Giappone

Mentre il Giappone perde i campi di addestramento, il ronzio delle Olimpiadi svanisce

Pubblicato

on

In vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020, la città giapponese di Kamo ha speso 70 milioni di yen ($ 640,000) in barre orizzontali, tappetini per la ginnastica e altri aggiornamenti alle strutture di allenamento per 42 ginnaste e allenatori russi che ora non verranno. scrivere Tetsushi Kajimoto e Daniel Leussink.

Il team ha annullato i piani per l'allenamento pre-olimpico in Giappone a causa della recrudescenza della pandemia di COVID-19, hanno detto i funzionari locali. I funzionari della città nordoccidentale di 25,000 persone affermano di rammaricarsi dell'opportunità persa di ospitare la squadra, anche più dei soldi spesi.

I Giochi, ora a meno di otto settimane di distanza dopo essere stati ritardati di un anno, sono stati sconvolti dal COVID-19. Gli spettatori stranieri non saranno ammessi e più di 100 comuni hanno annullato i piani per ospitare squadre straniere.

"I ragazzi locali che potrebbero essere futuri ginnasti famosi sono rimasti delusi di perdere l'opportunità di incontrare i ginnasti russi", ha detto a Reuters Hirokazu Suzuki, funzionario di Kamo.

Sebbene ci sia poco fermento olimpico nella città ospitante Tokyo, che è in stato di emergenza a causa della pandemia, in luoghi più piccoli come Kamo, che aveva pianificato il campo dal 2019, la delusione è forse più palpabile.

La maggior parte delle cancellazioni finora sono state nei circa 500 comuni coinvolti nel programma "città ospitante" delle Olimpiadi, in cui le squadre straniere basano la loro formazione pre-Giochi nelle strutture giapponesi.

In alcuni casi, come la squadra di judo australiana, le squadre si sono tirate indietro per problemi di sicurezza. In altri, come una delegazione cubana destinata a rimanere nella città di Higashimatsuyama a nord di Tokyo, i comuni hanno deciso di non ospitare.

Gli organizzatori affermano che i Giochi si svolgeranno in sicurezza. Diversi sondaggi di opinione hanno mostrato che la maggior parte dei giapponesi desidera che l'evento venga annullato o posticipato di nuovo.

Il governo nazionale ha stanziato 13 miliardi di yen per i comuni per ospitare campi di addestramento mentre imponeva misure di coronavirus, hanno detto i funzionari.

Si prevedeva che i comuni a parte Tokyo vedrebbero un aumento di circa 110 miliardi di dollari entro il 2030 dai Giochi, ha affermato il governo metropolitano di Tokyo in una stima del marzo 2017.

"I campi di addestramento daranno un enorme impulso alle economie delle città in cui si svolgono, ma questo si sta perdendo", ha affermato Katsuhiro Miyamoto, professore emerito di economia presso l'Università del Kansai che studia l'impatto economico delle Olimpiadi.

I funzionari di Narita, a est di Tokyo, sono stati colti di sorpresa quando la squadra di atletica leggera degli Stati Uniti li ha informati che aveva deciso di ritirarsi dal programmato campo di addestramento.

Circa 120 atleti e membri dello staff, tra cui il velocista Justin Gatlin, dovevano venire per il campo, ha affermato Kentaro Abe, un funzionario municipale responsabile dei progetti della città ospitante.

Il rapporto sportivo di Narita con gli Stati Uniti è iniziato nel 2015, quando ha ospitato il training camp statunitense prima dei campionati mondiali di atletica a Pechino.

"Ciò non significa che i nostri sforzi per promuovere lo scambio sportivo tra Giappone e Stati Uniti siano andati a vuoto", ha detto Abe a Reuters, aggiungendo che la città cercherà di continuare la relazione.

Nella città centrale di Toyota, sede della casa automobilistica e sponsor olimpico Toyota Motor Corp, nuotatori e allenatori canadesi si sono ritirati dagli allenamenti pre-olimpici programmati per circa tre settimane a luglio.

Tali cancellazioni potrebbero aumentare il dolore per le città e le regioni che stanno già soffrendo per un calo del turismo.

Nel suo hotel nella città occidentale di Izumisano, Eriko Tsujino teme di poter perdere circa 60 prenotazioni dalle squadre nazionali mongole e ugandesi se gli atleti rinunciassero ad allenarsi in Giappone.

"Se dovessero cancellare all'ultimo minuto, causerebbe una perdita enorme", ha detto a Reuters, affermando che le prenotazioni non sono ancora state confermate a causa dello stato di emergenza.

Dopo che i russi hanno cancellato il loro campo a Kamo, i funzionari hanno deciso all'ultimo minuto di ospitare una delegazione portoghese molto più piccola di una ginnasta artistica femminile e due staff di accompagnamento, ha detto Suzuki.

Ma la città ha anche cercato di mantenere relazioni amichevoli con le ginnaste russe, chiedendo ai bambini e ad altri locali di mostrare loro sostegno con la realizzazione di videomessaggi e lettere.

($ 1 = 109.8100 yen)

Giappone

Con l'incombere di Giochi imprevedibili, gli sponsor giapponesi faticano ad adattarsi

Pubblicato

on

By

A meno di due mesi dall'inizio dei Giochi Olimpici di Tokyo, la fabbrica di birra giapponese Asahi non sa ancora se i fan potranno entrare negli stadi per comprare la sua birra, scrivere Maki Shiraki e Eimi Yamamitsu.

Il Giappone ha ridimensionato i suoi piani olimpici a causa della pandemia di COVID-19 e del lento lancio del vaccino. Ora, gli spettatori stranieri non saranno ammessi nel paese e gli organizzatori devono ancora decidere quanti spettatori nazionali, se del caso, possono partecipare.

Più di 60 aziende giapponesi insieme hanno pagato un record di oltre 3 miliardi di dollari per sponsorizzare i Giochi di Tokyo, un evento che la maggior parte dei giapponesi ora vuole cancellare o rimandare di nuovo. Gli sponsor hanno pagato altri 200 milioni di dollari per estendere i contratti dopo il rinvio dei Giochi dell'anno scorso.

Molti sponsor sono incerti su come procedere con campagne pubblicitarie o eventi di marketing, secondo 12 funzionari e fonti di aziende direttamente coinvolte nella sponsorizzazione.

Asahi ha i diritti esclusivi per vendere birra, vino e birra analcolica negli stadi. Ma non saprà di più fino a quando non ci sarà una decisione sugli spettatori domestici, ha detto un portavoce. Ciò dovrebbe accadere intorno al 20 giugno, verso la fine del attuale stato di emergenza a Tokyo.

Anche se gli spettatori sono ammessi, il governo di Tokyo non ha intenzione di consentire l'alcol nei suoi siti di osservazione pubblica al di fuori dei luoghi, ha detto un rappresentante.

Asahi non ha ancora apportato grandi cambiamenti di marketing, ha detto il portavoce. A maggio ha iniziato a vendere la sua birra "Super Dry" con un nuovo design Tokyo 2020, come previsto.

Fin dall'inizio, il Giappone ha colto le Olimpiadi come una rara opportunità di marketing: l'offerta di Tokyo pubblicizzava "omotenashi" - ospitalità squisita.

Ma gli sponsor sono diventati frustrati da quello che vedono come un processo decisionale lento e si sono lamentati con gli organizzatori, secondo una delle fonti, un dipendente di una società sponsor.

"Ci sono così tanti scenari diversi che non possiamo preparare", ha detto la fonte, che come la maggior parte delle persone intervistate presso gli sponsor ha rifiutato di essere identificata perché le informazioni non sono pubbliche.

Le aziende si sono sfogate con gli organizzatori, mentre gli sponsor di livello inferiore si lamentano che le loro preoccupazioni non vengono ascoltate, ha detto la fonte.

Gli sponsor sono divisi in quattro categorie, con gli sponsor globali, che di solito hanno accordi pluriennali, in cima. Gli altri tre livelli sono società i cui contratti sono esclusivamente per i Giochi di Tokyo.

In risposta alle domande di Reuters sulle difficoltà incontrate dagli sponsor a causa della decisione ritardata sugli spettatori, il comitato organizzatore di Tokyo ha affermato che stava lavorando a stretto contatto con i partner e tutte le parti interessate.

Ha anche detto che il comitato stava ancora parlando con le parti interessate su come gestire gli spettatori e stava considerando fattori come l'efficacia, la fattibilità e il costo.

Circa il 60% dei giapponesi è favorevole alla cancellazione o al rinvio dell'evento, secondo un recente sondaggio. Lo hanno detto il governo giapponese, il Comitato Olimpico Internazionale e gli organizzatori di Tokyo i Giochi andranno avanti.

OCCASIONE PERSA

Per lo sponsor globale Toyota Motor Corp (7203.T), i Giochi sono stati un'occasione per mostrare la sua tecnologia più recente. Aveva pianificato di lanciare circa 3,700 veicoli, tra cui 500 berline Mirai a celle a combustibile a idrogeno, per trasportare atleti e VIP tra le sedi.

Ha inoltre pianificato di utilizzare pod a guida autonoma per trasportare gli atleti in giro per il villaggio olimpico.

Tali veicoli saranno ancora utilizzati, ma su scala molto più ridotta, "molto lontano da ciò che avevamo sperato e immaginato", ha detto una fonte della Toyota. Un'Olimpiade su vasta scala, ha detto la fonte, sarebbe stata un "grande momento per le auto elettriche".

Una portavoce della Toyota ha rifiutato di commentare se ci sono state modifiche al suo marketing.

L'operatore wireless NTT Docomo Inc aveva preso in considerazione campagne per dimostrare la tecnologia 5G, ma la società è in attesa di vedere cosa decidono gli organizzatori sugli spettatori domestici, ha affermato un rappresentante.

Le agenzie di viaggio JTB Corp e Tobu Top Tours Co hanno lanciato pacchetti relativi ai giochi a metà maggio, ma i loro siti web indicano che potrebbero essere cancellati.

Tobu Top Tours "ha previsto che le situazioni sarebbero cambiate di minuto in minuto", ma sta vendendo i suoi pacchetti come previsto, ha detto un portavoce. L'agenzia di viaggi e JTB hanno dichiarato che rimborseranno i clienti se non sono ammessi spettatori o se i Giochi vengono annullati.

Gli sponsor olimpici avevano pianificato di offrire ai migliori CEO del Giappone itinerari che includessero feste di benvenuto con celebrità e atleti famosi, auto private e lounge, ha affermato il dipendente della società sponsor.

Alcune aziende hanno ora ridotto tali piani ai biglietti per i giochi abbinati a soggiorni in hotel o regali, ha affermato la persona.

"C'è un impatto molto più diretto e immediato, ovviamente, sugli inserzionisti locali, sui partecipanti locali e sulle imprese locali a causa della mancanza di turisti e partecipanti", ha affermato Christie Nordhielm, professore associato di marketing presso la McDonough School of Business della Georgetown University.

RISCHIO DI REPUTAZIONE

Alcune aziende nazionali, preoccupate per l'opposizione ai Giochi, hanno annullato i piani per spot pubblicitari con atleti olimpici o che sostengono le squadre nazionali giapponesi, ha affermato una persona con conoscenza diretta della questione e il dipendente dello sponsor, che è stato informato sulla questione.

"Sono preoccupato che mandare in onda gli annunci olimpici possa essere negativo per l'azienda", ha detto una fonte di uno sponsor nazionale. "A questo punto, nessuna pubblicità che potremmo ottenere compenserebbe quello che abbiamo pagato".

Gli inserzionisti internazionali vogliono ancora concentrarsi sul Giappone a causa delle Olimpiadi, ha affermato Peter Grasse, produttore fondatore di Mr+Positive, una società di produzione pubblicitaria con sede a Tokyo.

Ma il loro messaggio si è allontanato dalle immagini standard del trionfo olimpico.

"Non credo che le persone abbiano scritto quelle sceneggiature trionfanti", ha detto Grasse. "È un rispetto molto più smorzato per l'umanità".

Alcuni sponsor globali di alto livello, i cui contratti durano fino al 2024, stanno riducendo le promozioni di Tokyo e rinviando i budget per Pechino nel 2022 o Parigi nel 2024, ha affermato una seconda persona con conoscenza diretta della questione e il dipendente della società sponsor che era informato sulla questione.

Ma gli sponsor nazionali non hanno altre Olimpiadi.

"Ecco perché non possiamo semplicemente smettere", ha detto la fonte allo sponsor nazionale. "Anche se il marketing è inefficace."

($ 1 = 109.4000 yen)

Continua a leggere

Coronavirus

L'UE aggiungerà il Giappone all'elenco dei viaggi sicuri, lascia fuori il Regno Unito per ora

Pubblicato

on

By

L'Unione europea è pronta ad aggiungere il Giappone alla sua piccola lista di paesi "sicuri" da cui consentirà viaggi non essenziali, ma per ora non aprirà la porta ai turisti britannici, hanno affermato fonti dell'UE martedì (1 giugno). scrive Philip Blenkinsop.

Gli ambasciatori dei 27 paesi dell'UE dovrebbero approvare l'aggiunta del Giappone in una riunione mercoledì, mentre la Gran Bretagna sarà lasciata fuori a causa di un aumento dei casi di COVID-19 a causa di una variante infettiva del coronavirus identificata per la prima volta in India.

In base alle attuali restrizioni, le persone di soli sette paesi, tra cui Australia, Israele e Singapore, possono entrare nell'UE in vacanza, indipendentemente dal fatto che siano state vaccinate.

I singoli paesi dell'UE possono ancora scegliere di richiedere un test COVID-19 negativo o un periodo di quarantena.

Il mese scorso l'UE ha allentato i criteri per l'aggiunta di nuovi paesi all'elenco, portando a 75 da 25 il numero massimo di nuovi casi di COVID-19 per 100,000 persone nei 14 giorni precedenti. Anche la tendenza dovrebbe essere stabile o decrescente, tenendo conto delle varianti di preoccupazione.

Gli esperti sanitari dell'UE hanno preso in considerazione sia il Giappone che la Gran Bretagna in una riunione lunedì, ma i rappresentanti di numerosi paesi hanno espresso opposizione all'aggiunta della Gran Bretagna ora.

I casi della variante indiana sono raddoppiati la scorsa settimana e il governo ha affermato che è troppo presto per dire se la Gran Bretagna può abbandonare completamente le restrizioni COVID-19 il 21 giugno.

A seconda del corso della variante, la Gran Bretagna potrebbe ancora entrare nell'elenco dei viaggi sicuri il 14 giugno, quando si prevede che verrà preso in considerazione un numero maggiore di paesi, affermano fonti dell'UE.

L'elenco è progettato per garantire la coerenza in tutto il blocco, sebbene ciò sia mancato.

Francia e Germania hanno imposto la quarantena ai visitatori del Regno Unito e l'Austria ha vietato i turisti britannici, mentre Portogallo e Spagna hanno iniziato ad accoglierli.

La Gran Bretagna richiede a tutti i visitatori dell'UE, ad eccezione di quelli dal Portogallo, di sottoporsi alla quarantena.

Continua a leggere

Coronavirus

Il Giappone considera la possibilità di chiedere ai fan olimpici test COVID negativi, vaccinazioni - media

Pubblicato

on

By

Il Giappone sta considerando di richiedere ai fan che partecipano alle Olimpiadi di Tokyo di mostrare risultati negativi del test COVID-19 o registri delle vaccinazioni, ha riferito il quotidiano Yomiuri lunedì (31 maggio), poiché un nuovo sondaggio ha mostrato che l'opposizione pubblica ai Giochi è rimasta forte, scrive Eimi Yamamitsu.

Il Giappone prorogato venerdì (28 maggio) uno stato di emergenza a Tokyo e in altre aree fino al 20 giugno, e con l'apertura dei Giochi a meno di due mesi di distanza, la fiducia del pubblico è stata scossa da una quarta ondata di infezioni da coronavirus e da una lenta introduzione delle vaccinazioni.

Gli spettatori stranieri sono già stati banditi e gli organizzatori dovrebbero decidere il mese prossimo se i fan giapponesi potranno partecipare ai Giochi, che si terranno tra il 23 luglio e l'8 agosto, e a quali condizioni.

Oltre ad altre misure come il divieto di applausi rumorosi e il cinque, lo Yomiuri ha affermato che il governo sta valutando se gli spettatori dovrebbero essere tenuti a mostrare un risultato negativo del test effettuato entro una settimana dalla partecipazione a un evento olimpico.

Il principale portavoce del governo, Katsunobu Kato, ha detto ai giornalisti lunedì di non essere a conoscenza di alcuna decisione sulla questione.

"Per rendere i Giochi un successo è necessario tenere conto dei sentimenti delle persone", ha detto Kato, aggiungendo che gli organizzatori si stavano preparando a garantire che fossero in atto misure per organizzare l'evento in sicurezza.

Il comitato organizzatore delle Olimpiadi di Tokyo non ha risposto immediatamente a un'e-mail in cui si richiedeva di commentare il rapporto del giornale.

Ma Toshiaki Endo, vice presidente del comitato, ha detto a Reuters alcuni spettatori potrebbero essere ammessi nei locali, anche se personalmente ha preferito un divieto totale per rassicurare il pubblico in mezzo a una diffusa opposizione ai Giochi.

Il rapporto Yomiuri ha provocato migliaia di post sui social media che criticavano la continua spinta del Paese a ospitare le Olimpiadi nel bel mezzo di una pandemia.

Il termine "certificato di prova negativo" era di tendenza su Twitter in Giappone, raccogliendo oltre 26,000 tweet entro lunedì pomeriggio.

"Se non puoi mangiare, esultare o darti il ​​cinque, che senso ha pagare un biglietto e un test costoso?" ha chiesto a un utente Twitter, mentre altri hanno messo in dubbio l'accuratezza di tali test.

In un sondaggio pubblicato dal quotidiano Nikkei lunedì, oltre il 60% degli intervistati era favorevole all'annullamento o al rinvio dei Giochi, un risultato in linea con i precedenti sondaggi di altri media.

I Giochi sono già stati rinviati una volta a causa della pandemia, ma il governo giapponese e il Comitato olimpico internazionale hanno affermato che l'evento andrà avanti secondo rigide regole di sicurezza COVID.

Continua a leggere
pubblicità

Twitter

Facebook

pubblicità

Trending