Seguici sui social

Energia

Le iniziative sull’energia pulita avanzano al Consiglio Energia dell’UE

SHARE:

Pubblicato il

on

A margine del Consiglio Energia del 20 dicembre, il commissario per l’Energia Kadri Simson ha sostenuto una serie di iniziative di transizione energetica per l’UE e le sue regioni.

Seguendo il Piano d'azione europeo per l'energia eolicat Grazie alla Commissione in ottobre, 26 Stati membri e rappresentanti del settore eolico dell'UE hanno concordato a Carta Europea del Vento definendo una serie di impegni volontari per lo sviluppo del settore. I firmatari si sono impegnati a garantire a pipeline di progetti prevedibili, miglioramento della progettazione dell'astae aumentare la capacità produttiva nell’UE. Garantiranno inoltre che i processi aziendali, la governance, i prodotti e i servizi rispettino elevati standard qualitativi relativi all’ambiente, all’innovazione, alla sicurezza informatica e al lavoro. Anche 21 Stati membri hanno fatto impegni volontari per aumentare la capacità di energia eolica nei prossimi 3 anni. Maggiori informazioni sono disponibili su questo pagina web. Commissario Simsonil discorso è disponibile qui.

La Commissione e gli Stati membri hanno inoltre firmato un accordo Dichiarazione congiunta impegnandosi a istituire a Coalizione europea per il finanziamento dell’efficienza energetica creare un ambiente favorevole agli investimenti e aumentare i finanziamenti privati ​​necessari per raggiungere gli obiettivi energetici e climatici dell’UE per il 2030 e il 2050. Puoi saperne di più qui e Commissario SimsonIl discorso è pubblicato qui.

Due iniziative chiave per rafforzare la resilienza del sistema energetico dell’UE e sostenere l’elettrificazione sono stati sigillati anche ieri, poche settimane dopo l'adozione della primo elenco di progetti di interesse comune e reciproco e la Piano d'azione dell'UE per le reti. Innanzitutto, commissario Simson firmato a dichiarazione politica con i governi di Estonia, Lettonia, Lituania e Polonia accelerare la piena integrazione degli Stati baltici nel mercato interno dell’energia entro febbraio 2025. La sincronizzazione delle reti dell’Europa baltica e continentale consentirà ai tre Stati baltici di acquisire il pieno controllo delle proprie reti elettriche e di rafforzare la sicurezza energetica, facilitando al tempo stesso la transizione energetica. Il progetto è stato sostenuto con registrano un sostegno finanziario dell’UE pari a oltre 1.2 miliardi di euro. Maggiori informazioni sono disponibili su questo pagina web.

In secondo luogo, signor Commissario Simson firmato a Memorandum d'intesa insieme ai ministri dell’Energia di Francia, Portogallo e Spagna per proseguire rafforzare l’integrazione dei mercati energetici della penisola iberica con il resto dell’Europa, come parte del lavoro di gruppo regionale ad alto livello per l'Europa sudoccidentale sulle interconnessioni. I firmatari si sono impegnati a cooperare su progetti strategici chiave come la creazione interconnessioni transfrontaliere e rapidamente realizzazione di progetti elettrici prioritari.  Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending