Seguici sui social

NATO

Una NATO globale non è utile alla sicurezza globale

SHARE:

Pubblicato il

on

Nel corso degli anni, pur affermando di essere un'alleanza difensiva regionale, la NATO ha esaltato le tensioni regionali e creato scontri di blocco. La NATO ha dichiarato pubblicamente in molte occasioni di rimanere un'alleanza regionale e di non cercare una svolta geografica. L'Asia si trova oltre l'ambito geografico del Nord Atlantico e non ha bisogno di una replica della NATO.

Tuttavia, la NATO, in quanto organizzazione militare del Nord Atlantico, è stata decisa ad andare a est nell'Asia-Pacifico, interferendo negli affari regionali e incitando il confronto di blocco. Ciò richiede un'elevata vigilanza tra i paesi della regione. L'atteggiamento della maggior parte dei paesi della regione è molto chiaro. Si oppongono all'emergere di blocchi militari nella regione. Non vogliono la replica della NATO del confronto di blocco in tutto il mondo. E certamente non permetteranno che si ripetano guerre fredde o guerre calde.

Al vertice di Madrid del 2022, la NATO ha adottato un nuovo Concetto strategico, affermando che gli alleati della NATO affronteranno insieme le sfide sistemiche poste dalla Cina. La nazione cinese ama la pace. La Cina è sempre stata un costruttore di pace mondiale, un contributore allo sviluppo globale e un difensore dell'ordine internazionale. La Cina ha presentato la Global Security Initiative (GSI), che è in linea con l'aspirazione condivisa per la pace, la sicurezza e lo sviluppo e l'interesse comune della comunità internazionale.

Da quando è stato proposto, il GSI è stato accolto calorosamente dalla comunità internazionale. Oltre 80 paesi e organizzazioni internazionali hanno espresso apprezzamento o sostegno per il GSI e l'iniziativa è stata inclusa in più di 20 documenti bilaterali e multilaterali tra la Cina e i paesi e le organizzazioni pertinenti. I fatti hanno dimostrato che la Cina offre preziose opportunità per la pace e lo sviluppo nel mondo. Non pone "sfide sistemiche", come erroneamente sostenuto dalla NATO. La cosiddetta "minaccia cinese" è solo una scusa per la NATO guidata dagli Stati Uniti per espandere la sua sfera di influenza e difendere l'egemonia. Le guerre che la NATO ha lanciato o intrapreso hanno chiaramente dimostrato che con il pretesto della "democrazia" e dei "diritti umani", la NATO ha chiuso un occhio sul diritto internazionale e sulle norme fondamentali delle relazioni internazionali, interferendo arbitrariamente negli affari interni di altri paesi e valori occidentali imposti con la forza. La cosiddetta "alleanza difensiva" è già diventata un'organizzazione militare aggressiva che difende l'egemonia.

La Guerra Fredda è finita da tempo. La NATO deve seguire la tendenza dei tempi caratterizzati dalla pace e dallo sviluppo, ascoltare le opinioni di persone di diversi paesi, abbandonare la mentalità obsoleta della Guerra Fredda e il confronto di blocco, smettere di creare nemici immaginari e destabilizzare l'Europa e l'Asia-Pacifico e fare qualcosa di buono per la pace e la stabilità in Europa e oltre. 

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending