Seguici sui social

Turchia

Arrestate sette persone per aver fornito informazioni al Mossad.

SHARE:

Pubblicato il

on

Sette persone sono state arrestate dalle forze di sicurezza turche con il sospetto che abbiano fornito informazioni al servizio segreto israeliano Mossad, secondo le autorità anonime.

Dopo aver condotto un raid congiunto a Istanbul e nella città di Izmir, nella regione occidentale della Turchia, la polizia e i funzionari dell'agenzia di intelligence turca MIT sono riusciti ad effettuare gli arresti.

Ankara non ha ancora rilasciato una dichiarazione formale riguardo agli arresti avvenuti venerdì.

Dall'inizio della guerra di Israele contro Hamas, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è impegnato in un conflitto verbale sempre più acceso con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Gli atti compiuti da Netanyahu a Gaza sono stati definiti da lui "genocidio", e lo ha paragonato a Hitler nel mese scorso.

Funzionari dei servizi segreti israeliani si sono impegnati a lanciare attacchi contro Hamas in località al di fuori del territorio palestinese, tra cui Libano, Qatar e altrove.

Dopo che i combattenti del gruppo islamico sono entrati in Israele il 7 ottobre e hanno effettuato una serie di orribili attacchi che hanno provocato la morte di oltre 1,300 persone, Israele ha iniziato la sua guerra contro il gruppo islamico.

pubblicità

Sono state circa 250 le persone riportate a Gaza come prigioniere e 105 di loro sono state infine rilasciate dopo una tregua avvenuta a novembre.

Il MIT, tuttavia, avrebbe scoperto che il Mossad impiegava investigatori privati ​​per monitorare, fotografare e rintracciare sospetti membri di Hamas, secondo le storie dei media pubblicate da funzionari rimasti anonimi.

A gennaio, il ministro della Giustizia Yilmaz Tunc ha annunciato che le 34 persone detenute erano accusate di "spionaggio politico o militare" per conto dell'intelligence israeliana.

L'agenzia di intelligence israeliana Mossad è sospettata di reclutare palestinesi e cittadini siriani che ora risiedono in Turchia per le sue operazioni.

Un mese fa 34 persone sospettate di avere legami con il Mossad sono state accusate di spionaggio.

Il presidente della Turchia ha lanciato un avvertimento a Israele, affermando che ci saranno "gravi conseguenze" se Israele prenderà di mira i membri di Hamas sul suolo turco.

A differenza della maggior parte dei paesi occidentali e di alcuni stati arabi, la Turchia non considera Hamas un’organizzazione terroristica.

I palestinesi stanno ricevendo un notevole sostegno in Turchia, come dimostra il fatto che decine di migliaia di persone partecipano spesso alle marce a Istanbul e in altre città.

Foto di Fatih Yürür on Unsplash

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending