Seguici sui social

Bielorussia

Svietlana Tsikhanouskaya agli eurodeputati: Sostenete le aspirazioni europee dei bielorussi 

SHARE:

Pubblicato il

on

I bielorussi vogliono sapere che il loro Paese non riceverà Putin come premio di consolazione, ha dichiarato mercoledì (13 settembre) agli eurodeputati il ​​leader dell'opposizione bielorussa in esilio.

Intervenendo in plenaria, la leader delle forze democratiche bielorusse Svietlana Tsikhanouskaya (nella foto) ha invitato i deputati a sostenere la prospettiva europea della Bielorussia e ha esortato il Parlamento a portare le sue relazioni con la Bielorussia democratica a un nuovo livello. Ha proposto la firma di un memorandum prima delle elezioni europee del 2024 come base della cooperazione tra il Parlamento europeo e la Bielorussia democratica. "I bielorussi vogliono sapere che il nostro Paese non verrà dato a Putin come premio di consolazione", ha detto.

La signora Tsikhanouskaya ha affermato che avrebbero bisogno di aiuto nella lotta per portare la democrazia in Bielorussia. Lukashenko non merita un posto nella comunità internazionale, ma un biglietto per il tribunale internazionale dell'Aia, ha detto. L’anno prossimo le forze democratiche bielorusse dovrebbero iniziare a rilasciare i propri passaporti che confermerebbero la cittadinanza bielorussa, ha annunciato Tsikhanouskaya, che servirà come documento di viaggio per i bielorussi in esilio. ,.Presto chiederà ai governi dell'UE di riconoscere questo nuovo documento di viaggio.

Puoi rivedere il suo discorso qui. (13.09.2023)

Il presidente del Parlamento europeo Metsola ha dichiarato: “Il popolo bielorusso deve poter vivere in libertà. Libero dall'autocrazia. Libero dall'oppressione. È quello che vogliono. È quello che hanno scelto. È ciò che meritano. Continueremo a sostenere le forze democratiche bielorusse e a svolgere un ruolo attivo nel definire la risposta dell'Unione europea alla crisi politica in corso in Bielorussia. È fondamentale espandere ulteriormente le sanzioni dell’Unione europea contro il regime e non perdere di vista ciò che ha fatto”.

Premio al presidente del Parlamento europeo Metsola

Nel corso di un incontro bilaterale, la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola ha ricevuto dalla sig.ra Tsikhanouskaya la "Croce del buon vicinato", assegnata a personalità eccezionali che hanno contribuito in modo significativo alla causa dei bielorussi.

pubblicità

Gli eurodeputati sono allarmati per la situazione in Bielorussia

Mercoledì il Parlamento ha anche adottato un nuovo rapporto sulle relazioni dell'UE con la Bielorussia, sostenendo i partiti politici democratici del paese nelle loro dichiarazioni sulle aspirazioni europee dei bielorussi. I deputati chiedono al regime bielorusso di rilasciare tutti i prigionieri politici e condannano fermamente il ruolo del regime di Minsk come complice nella guerra di aggressione della Russia contro l'Ucraina. Notano con grande preoccupazione la dilagante subordinazione politica, economica, militare e culturale della Bielorussia a Mosca, rendendo il paese uno stato satellite di fatto che ospita armi nucleari tattiche sotto il comando russo.

Nella relazione, gli eurodeputati chiedono inoltre sanzioni più severe da parte dell'UE contro la Bielorussia, sottolineando al contempo che il recente arrivo dei combattenti mercenari russi del Gruppo Wagner crea nuovi potenziali rischi per la sicurezza dell'Ucraina, nonché dei vicini UE della Bielorussia e dell'UE nel suo complesso. Il testo sarà disponibile integralmente qui (13.09.2023). Anche il capo della politica estera dell'UE, Josep Borrell, e gli eurodeputati discusso il nuovo rapporto martedì pomeriggio (12.09.2023).

La relazione è adottata con 453 voti favorevoli, 21 contrari e 40 astensioni.

Maggiori informazioni 

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending