Seguici sui social

Africa

Zambia: l'UE dovrebbe diffidare della campagna anti-corruzione?

SHARE:

Pubblicato il

on

La campagna anti-corruzione attualmente in corso in Zambia, sostenuta dall'UE, rischia di virare verso un'epurazione politica, secondo un nuovo rapporto pubblicato questa settimana, uno sviluppo che potrebbe minare la buona volontà internazionale nei confronti del presidente Hakainde Hichilema e aumentare il rischio d'impresa per gli investitori stranieri.

L'elezione di Hichilema a presidente dello Zambia ad agosto è stata annunciata nelle capitali politiche del mondo come nessun altro risultato di sondaggi africani a memoria d'uomo. Hichilema, noto come "HH", è salito al potere contro ogni previsione, sostenuto da un'ondata di sostegno da parte di una popolazione giovane stanca della vita sotto il regime di Edgar Lungu. La missione di osservazione elettorale dell'UE (EOM) ha persino riconosciuto il sforzi per ostacolare la campagna di HH e il suo Partito Unito per lo sviluppo nazionale (UPND), rilevando "condizioni diseguali della campagna, restrizioni alla libertà di riunione e di movimento e abuso di posizione".

Bruxelles, come Washington, Londra e Parigi, ha accolto con favore l'elezione di Sua Santità e ha giustamente sostenuto il mandato che si era assicurato per la sua piattaforma politica, incentrata su una campagna anticorruzione forte ma equa. HH è stata salutata come la forza riformatrice che potrebbe rompere decenni di sottosviluppo e guidare la rinascita economica dello Zambia, con Ursula van der Leyen sottolineando l'intento dell'UE per “collaborare per portare avanti la governance proposta e le riforme economiche prioritarie nel vostro programma generale per il futuro sviluppo dello Zambia”.

Ora, 100 giorni dopo la sua elezione, un nuovo rapporto della società di consulenza sui rischi Pangea-Risk ha valutato le prestazioni di Hichilema. E, mentre gli elogi per i suoi sforzi e le sue intenzioni sono chiari, la realtà della situazione del paese sembra mettere a rischio l'obiettività della campagna anti-corruzione.

Secondo l'analisi dei dati recenti, il rapporto valuta che le riforme economiche sono in stallo e che la capacità del governo di guidare un cambiamento significativo è stata limitata dalle condizioni di un incombente programma del FMI. L'economia fortemente indebitata dello Zambia ha lottato negli ultimi anni e nel novembre 2020 è diventato il primo paese a non pagare i propri debiti durante la pandemia, portando a timori di uno 'tsunami del debito' che potrebbe spazzare via la crescita economica in tutta l'Africa. Ciò lascia a HH poco spazio di manovra nell'attuazione della sua piattaforma politica e aumenta il rischio di azioni a breve termine che minano la sua agenda più ampia.

Allo stesso tempo, i potenti e impazienti sostenitori politici e commerciali del nuovo governo stanno aumentando la pressione per assicurarsi interessi economici redditizi nei settori minerario e agricolo, compresi i contratti di fertilizzanti, che rischiano di sradicare le credenziali pro-investitori del governo. Uno di questi sostenitori, Maurice Jangulo, la cui moglie è un ministro del governo UPND, ha si è recentemente assicurato un contratto privato con un'unica fonte del valore di 50 milioni di dollari per fornire fertilizzanti alle zone centrali dell'UPND nelle fertili regioni meridionali dello Zambia nel mezzo della repressione del settore.

Premi come questi fanno rivivere le voci secondo cui la campagna di Hichilema prende di mira i rivali politici e allo stesso tempo premia alcuni dei suoi sostenitori politici e commerciali. Fondamentalmente, tali lotte politiche rappresentano una distrazione dall'urgente necessità di garantire la consegna di fertilizzanti ai piccoli agricoltori, presentando così il rischio di danneggiare l'economia in generale e, in definitiva, la capacità dello Zambia di attrarre ulteriori investimenti stranieri.

pubblicità

Secondo il rapporto, Hichilema è ora combattuto tra portare avanti la sua eredità riformista o cedere il passo ad alcune delle intenzioni dei suoi lealisti di riprendere il saccheggio dei beni statali.

L'UE stessa ne risentirà l'impatto. Solo la scorsa settimana, l'Enterprise Zambia Challenge Fund (EZCF) finanziato dall'UE da 26 milioni di euro assegnato milioni di euro di sovvenzioni a dieci aziende operanti nel settore agricolo. Il mese scorso, a nuova iniziativa da 30 milioni di euro è stato lanciato dall'UE, dalla Banca europea per gli investimenti (BEI) e dai governi dello Zambia per accelerare gli investimenti agricoli. Con il denaro dei contribuenti dell'UE ora impegnato nell'agricoltura e nella lavorazione agricola dello Zambia, qualsiasi rinascita della corruzione sarà vista come uno spreco di tasse. Allo stesso tempo, Colloqui UE-Zambia sul rafforzamento della cooperazione allo sviluppo deve ora prendere in considerazione il rischio che le forze stabilite dirottino e sfruttino la campagna anti-corruzione.

Robert Besseling, CEO di Pangea-Risk, ha dichiarato: “Le aspettative per il nuovo governo Hichilema rimangono alte anche adesso, a tre mesi dalla sua elezione. Tuttavia, la realtà delle sfide che lo Zambia deve affrontare ha limitato la sua capacità di agire su questioni chiave, tra cui la riforma economica e la sua tanto annunciata campagna anti-corruzione”.

“Hichilema deve garantire che i suoi sforzi anti-trapianto rimangano obiettivi e non assumano le caratteristiche di un'epurazione politica o tribale, altrimenti perderà la buona volontà che il suo messaggio riformatore ha guadagnato dagli osservatori nazionali e internazionali”.

Questo dovrebbe essere un segnale di avvertimento per gli osservatori e gli investitori dell'UE e di altri paesi che, senza assistenza, Hichilema potrebbe cadere vittima delle tradizionali forze dell'establishment che hanno trattenuto lo Zambia per così tanto tempo. Ciò si tradurrà in un ritorno all'innesto, endemico nelle precedenti amministrazioni, e significherà che lo Zambia non potrà beneficiare della migliore opportunità che ha avuto in anni di riforma.

Hichilema mantiene ancora una forte posizione sia a livello internazionale che nazionale, con un chiaro mandato per ripulire l'economia dello Zambia. Per attuare il cambiamento di cui parla e ripristinare la fiducia in patria e all'estero, HH non deve permettere che la sua campagna anticorruzione sia vittima delle stesse forze che sta cercando di sconfiggere.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending