Seguici sui social

Cambiamento climatico

Nuovo rapporto Scope 3 inviato alla SEC prima della Settimana del Clima

SHARE:

Pubblicato il

on

Orbitas, che fornisce dati al governo degli Stati Uniti e collabora con altri sette paesi, sta pubblicando un nuovo rapporto in vista della Settimana del Clima che valuta i rischi finanziari che le imprese e gli investitori statunitensi devono affrontare a causa delle emissioni di deforestazione di Scope 3 all'estero in materie prime vitali come carne bovina, caffè, olio di palma, cacao e gomma importati negli Stati Uniti. Il rapporto evidenzia che il valore totale a rischio per gli investitori statunitensi in tre diversi scenari varia da 7.28 miliardi di dollari a 114.98 miliardi di dollari.

Il rapporto verrà inviato alla SEC questa sera (13 settembre). Gli autori del rapporto coinvolgono da diversi anni i governi sui rischi finanziari e sulle normative legate al clima, inclusa la divulgazione obbligatoria delle emissioni climatiche. In particolare con il governo degli Stati Uniti hanno coinvolto la FDIC, la CFTF, la SEC e la Federal Reserve. Altri governi coinvolti includono Canada, Finlandia (come co-presidente della Coalizione dei ministri delle finanze durante il periodo di Glasgow), Germania, Regno Unito, Cile, Brasile e Messico.

Inoltre, si sono impegnati con l’International Sustainability Standards Board che richiede la divulgazione delle emissioni di Scope 3 per le aziende misurate in conformità con il Greenhouse Gas Protocol. Orbitas ha collaborato direttamente con governi, investitori, commercianti di materie prime e produttori in Indonesia, Perù e Colombia sulle questioni relative ai rischi finanziari legati al clima e ai rischi legati alla divulgazione delle emissioni nell'UE e negli Stati Uniti nei loro settori agricoli.

Mentre la Securities and Exchange Commission statunitense considera la progettazione finale della sua norma sulla divulgazione delle emissioni climatiche, è fondamentale che gli investitori e le imprese statunitensi considerino i rischi finanziari delle emissioni di deforestazione Scope 3, il loro impatto sulla reputazione e gli impatti sul clima e sulla biodiversità sulla futura produzione agricola. . I costi per la catena del valore di questi prodotti derivanti dalle emissioni di deforestazione dell’Ambito 3 sono significativi poiché i prezzi al dettaglio della carne bovina importata potrebbero aumentare del 700%.

Le emissioni di deforestazione Scope 3 derivanti da queste materie prime importate negli Stati Uniti nel 2019 sono state superiori alle emissioni di interi paesi, tra cui la Repubblica Democratica del Congo, il Nicaragua o Panama. La nostra analisi identifica punti salienti specifici in cui esistono rischi finanziari significativi, tra cui le importazioni di carne bovina che rappresentano il 53% del totale delle emissioni di deforestazione importate nell’ambito 3, con i prodotti a base di carne bovina brasiliana che rappresentano il 64% di questo totale. 

Ecco il rapporto completo.

Di seguito è riportata una ripartizione completa della potenziale catena del valore a rischio per tutte le materie prime trattate nel rapporto.

pubblicità

Costi dei danni climatici negli Stati Uniti come percentuale delle entrate totali a rischio:

Tutti gli scenari

Valore della catena, danni, tutti gli scenari   
 Scenario 1Scenario 2Scenario 3
Prezzo CO2/tonnellata (USD)34.196.31,160
Manzo21%59%712%
Caffè7%21%249%
Gomma, naturale2%5%61%
Olio di palma (HS 1511)2%5%58%
Cacao (HS 1801)1%4%43%
Costi totali/maggiori dei danni climatici nella catena del valore in percentuale del totale5%15%184%

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.
pubblicità

Trending