Seguici sui social

Economia digitale

Identità digitale europea: facile accesso online ai servizi chiave 

SHARE:

Pubblicato il

on

Norme migliorate per l'identità digitale europea - un portafoglio digitale personale per i cittadini dell'UE - renderanno più facile per le persone accedere ai servizi pubblici ed effettuare transazioni online, Società.

Dall'inizio della pandemia di COVID-19, sempre più servizi pubblici e privati ​​sono diventati digitali. Ciò richiede sistemi di identificazione digitale sicuri e affidabili. Durante la sessione plenaria di metà marzo, il Parlamento europeo adotterà la sua posizione sulla proposta di aggiornamento del quadro europeo per l'identità digitale.

Per saperne di più sulla trasformazione digitale, una delle priorità dell'UE.

Cos'è l'Identità Digitale Europea?

L'identità digitale europea (eID) consente il riconoscimento reciproco transfrontaliero dei regimi nazionali di identificazione elettronica. Consente ai cittadini dell'UE di identificarsi e autenticarsi online senza dover ricorrere a fornitori commerciali. Consente inoltre alle persone di accedere ai servizi online da altri paesi dell'UE utilizzando la loro carta d'identità elettronica nazionale.

Quali sono i vantaggi dell'Identità Digitale Europea?

L'Identità Digitale Europea può essere utilizzata per:

pubblicità
  • Servizi pubblici come richiesta di certificati di nascita, certificati medici, segnalazione di un cambio di indirizzo
  • Aprire un conto bancario
  • Presentazione delle dichiarazioni dei redditi
  • Fare domanda per un'università nel proprio paese o in un altro paese dell'UE
  • Memorizzazione di una ricetta medica che può essere utilizzata ovunque in Europa
  • Dimostrando la tua età
  • Noleggiare un'auto utilizzando una patente di guida digitale
  • Il check-in in un hotel
Regole migliorate

I 2014 paesi Regolamento sull'identificazione elettronica, l'autenticazione e i servizi fiduciari (eIDAS). ha richiesto ai paesi dell'UE di istituire schemi nazionali per l'identificazione elettronica che soddisfino determinati standard tecnici e di sicurezza. Questi sistemi nazionali vengono quindi collegati consentendo alle persone di utilizzare la propria carta d'identità elettronica nazionale per accedere ai servizi online in altri paesi dell'UE.

Nel 2021, la Commissione europea ha presentato a proposta basata sul quadro eIDAS, con l'obiettivo di consentire ad almeno l'80 % delle persone di utilizzare un'identità digitale per accedere ai principali servizi pubblici attraverso le frontiere dell'UE entro il 2030.

La relazione sull'aggiornamento proposto, che era adottata dalla commissione per l'industria, la ricerca e l'energia, sottolinea l'importanza di garantire che i sistemi nazionali funzionino tra loro, siano semplici da usare e che le persone abbiano il controllo sui propri dati personali.

Scopri altre misure dell'UE per promuovere l'economia digitale

Identità digitale europea 

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.
pubblicità

Trending