Seguici sui social

Uzbekistan

Riforme e media dell'Uzbekistan

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

Il settore dei media in Uzbekistan ha subito grandi cambiamenti negli ultimi anni. Soprattutto in materia di controllo pubblico, garanzia di trasparenza nelle attività degli organi statali, formazione dell’opinione pubblica e rafforzamento dei valori democratici, scrive Beruniy Alimov, direttore del centro educativo “Yangi media”, dottore in filologia.

Apertura e trasparenza degli organi statali

L’Uzbekistan sta adottando misure per migliorare il controllo pubblico. Ciò avviene, tra l’altro, attraverso l’apertura e la trasparenza degli organi e delle organizzazioni statali. Quest'ultimo pubblicare dati statistici sulla formazione e la spesa dei fondi di bilancio, sulle riserve auree e valutarie del paese, sul volume del fatturato del commercio estero e sulle importazioni di beni e prodotti.

Il 6 giugno 2021, il presidente dell’Uzbekistan, Shavkat Mirziyoyev, ha adottato il decreto “Sulle misure aggiuntive per garantire l’apertura nelle attività degli organismi e delle organizzazioni statali e l’efficace attuazione del controllo pubblico”. Dedica un ruolo speciale all'Agenzia anticorruzione. In particolare, l'Agenzia assiste nello sviluppo e nell'attuazione di misure volte a stabilire un controllo pubblico efficace sulle attività degli enti e delle organizzazioni statali attraverso i mass media.

Nel 2022 l’Uzbekistan ha introdotto la responsabilità amministrativa per violazione della legislazione sulla trasparenza delle attività delle autorità pubbliche e dell’amministrazione. Cioè, per mancata divulgazione di informazioni incluse nell'elenco delle informazioni pubblicamente rilevanti da pubblicare come informazioni aperte, mancato rispetto del termine e della procedura di pubblicazione o falsificazione delle informazioni.

Da segnalare anche la Costituzione aggiornata della Repubblica dell'Uzbekistan. L'articolo 81 garantisce la libertà dei mass media e le garanzie e le condizioni di tale libertà.

Posizione attiva dei giornalisti e lavoro dei servizi stampa

pubblicità

Le modifiche sopra menzionate consentono ai giornalisti di inviare richieste agli organi statali, condurre inchieste giornalistiche e portare alla luce problemi sociali. Grazie all'attivismo dei media, l'Uzbekistan ha introdotto una moratoria sull'abbattimento degli alberi. I giornalisti identificano e denunciano la corruzione, le violazioni della legge e dei diritti dei cittadini. Svolgono quindi un ruolo diretto di intermediario tra le autorità e la popolazione.

Il presidente dell'Uzbekistan ha adottato un decreto sullo sviluppo dei servizi stampa delle agenzie statali. Ciò è stato fatto per garantire l’apertura davanti alla gente, per lavorare a stretto contatto con i media, i giornalisti e i blogger su questioni pubbliche e per elevare lo status degli addetti stampa al livello di vice capo dipartimento. Allo stesso tempo, esiste un meccanismo di responsabilità dei capi degli organi statali nei confronti dei media e del pubblico: si tengono briefing regolari, conferenze stampa, spiegazioni su varie questioni, comprese quelle di alto profilo.

Queste misure hanno permesso di ampliare i confini dell’apertura nel campo dell’informazione. Di conseguenza, più della metà del flusso di notizie su Internet si forma grazie al lavoro dei servizi stampa delle agenzie governative, nonché a tour stampa tematici, incontri, briefing e conferenze stampa.

Inoltre, l'Agenzia per l'informazione e le comunicazioni di massa, insieme agli addetti stampa degli enti statali, ha creato un meccanismo per una pronta risposta agli appelli dei cittadini, nonché ad argomenti critici e ampiamente discussi nei media. Nell'ambito di questo lavoro sono state pubblicate nei media, nei social network e nei messenger più di 10,000 risposte e pareri di esperti sui materiali individuati.

Alcuni cambiamenti istituzionali

Settembre 14, 2019, l' Consiglio pubblico per lo sviluppo della sfera dell'informazione e delle comunicazioni di massa è stato istituito sotto il Parlamento dell'Uzbekistan. Questa decisione è stata presa per aumentare l'importanza delle organizzazioni pubbliche nel plasmare l'opinione pubblica su questioni di attualità. Del consiglio fanno parte rappresentanti dei media, delle organizzazioni pubbliche, della scienza e della cultura, nonché deputati, esperti indipendenti e specialisti di altre istituzioni della società civile.

Il comitato per la politica dell'informazione e la trasparenza nelle attività degli Organi Statali del Senato dell'Oliy Majlis dell'Uzbekistan è stato istituito nel 2021.

Queste misure hanno consentito ai media nazionali di svolgere funzioni di controllo pubblico. I media hanno iniziato a prestare attenzione alle riforme in corso e ad aiutare a identificare e risolvere i problemi che preoccupano la popolazione. Nel complesso, ciò lascia un impatto positivo sul lavoro delle agenzie governative e degli organi esecutivi locali e sull’eliminazione di carenze significative nel loro lavoro.

Come ha ripetutamente sottolineato il presidente dell’Uzbekistan, i media e i giornalisti sì “la forza più influente che porta la voce e l’opinione delle persone al grande pubblico e agli organi statali”.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending