Seguici sui social

US

Biden e von der Leyen accettano di sospendere le tariffe Airbus / Boeing

SHARE:

Pubblicato il

on

A seguito di una telefonata con il presidente Biden questo pomeriggio (5 marzo), il presidente della Commissione europea von der Leyen ha rivelato in una dichiarazione dopo la chiamata che "come simbolo di questo nuovo inizio" avevano accettato di sospendere tutte le tariffe imposte nel contesto del Contenziosi Airbus-Boeing, sia su prodotti aeronautici che non, per un periodo iniziale di quattro mesi.

Entrambe le parti si sono impegnate a concentrarsi sulla risoluzione della controversia, tramite i rispettivi rappresentanti commerciali. Von der Leyen ha accolto con favore la notizia, affermando: "Questa è un'ottima notizia per le imprese e le industrie su entrambe le sponde dell'Atlantico e un segnale molto positivo per la nostra cooperazione economica negli anni a venire".

La sospensione è già accolta con favore dai politici di tutta Europa; Bruno le Maire, ministro dell'economia francese, ha affermato che in tempi di crisi è meglio che entrambe le parti cooperino.

I leader hanno anche discusso di molte sfide che l'UE ha condiviso con gli Stati Uniti in qualità di alleati. 

Su COVID-19, è stato riconosciuto che, in qualità di principali produttori di vaccini, l'UE e gli Stati Uniti avevano la responsabilità di garantire il buon funzionamento delle catene di approvvigionamento globali. Von der Leyen ha invitato il presidente Biden al vertice sulla salute globale a Roma il 21 maggio.

pubblicità

Sulla cooperazione per l'azione per il clima, von der Leyen ha “ringraziato calorosamente” il presidente Biden per aver nuovamente aderito all'accordo di Parigi. L'UE e gli USA hanno deciso di impegnarsi in vista della COP26 di Glasgow quest'anno. In quel contesto, von der Leyen ha invitato John Kerry alla prossima riunione del College e ha ringraziato il presidente Biden per l'invito a partecipare all'Earth Day Climate Summit che sta convocando.

Sul futuro delle relazioni economiche UE / USA, von der Leyen ha proposto una nuova partnership radicata nei nostri valori e principi condivisi. Istituirà un Consiglio per il commercio e la tecnologia a livello ministeriale per affrontare le sfide dell'innovazione, che è visto come un forum chiave per costruire sull'alleanza tecnologica transatlantica.

I leader sono anche riusciti a discutere di politica estera, dove accettano di intensificare la cooperazione "come partner affini e sostenere la democrazia, la stabilità e la prosperità sullo sfondo di un ambiente internazionale in rapida evoluzione" in stretta cooperazione con la NATO.

Oltre a una "visione strategica" condivisa sulla Russia, von der Leyen ha suggerito di coordinare strettamente le nostre politiche e misure rispetto all'Europa orientale, in particolare. I leader hanno anche condiviso le opinioni sulla situazione in Ucraina. La conversazione ha avuto luogo lo stesso giorno in cui il Segretario di Stato americano Blinken ha annunciato che avrebbe imposto restrizioni sulla "designazione pubblica" all'oligarca ucraino Ihor Kolomoyskyy.

La sezione 7031 (c) della legge prevede che, nei casi in cui il Segretario di Stato dispone di informazioni credibili che i funzionari di governi stranieri sono stati coinvolti in una significativa corruzione, tali individui e i loro familiari diretti non sono idonei per l'ingresso negli Stati Uniti.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending