Seguici sui social

Ucraina

La BERS mobiliterà 300 milioni di euro per rafforzare la sicurezza energetica dell'Ucraina

SHARE:

Pubblicato il

on

In risposta agli ultimi attacchi della Russia Ucrainadell'infrastruttura energetica, la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) sta fornendo ulteriori finanziamenti alle società energetiche statali del paese, compresi i clienti della BERS Ukrenergo, Ukridroenergo e Ukrnafta. 

La presidente della BERS Odile Renaud-Basso ha firmato oggi un memorandum d'intesa su un programma di risposta alle emergenze in materia di sicurezza energetica con il primo ministro ucraino Denis Shmyhal, definendo piani per un ulteriore sostegno al settore energetico ucraino.

In base all’accordo, la BERS intende mobilitare finanziamenti aggiuntivi di oltre 300 milioni di euro per le società energetiche ucraine, per sostenere il ripristino degli impianti e delle infrastrutture di produzione, per facilitare la costruzione di nuova capacità di generazione flessibile distribuita e per garantire una fornitura di energia elettrica stabile e ininterrotta. attraverso il paese. 

La BERS e il governo dell’Ucraina lavoreranno insieme per definire le aree di intervento prioritarie nel settore energetico, che guideranno il sostegno della BERS. 

La Banca, che da allora ha messo a disposizione dell’Ucraina più di 4 miliardi di euro di finanziamenti La Russia ha intrapreso la sua guerra su vasta scala lì nel febbraio 2022, ha rielaborato i suoi piani di investimento per quest’anno per far fronte agli urgenti bisogni energetici derivanti dai recenti attacchi. Lo sviluppo della generazione distribuita di energia, anche da fonti rinnovabili, e la resilienza del sistema di trasmissione di energia sono priorità chiave nell’impegno della BERS con i clienti del settore energetico.

La sicurezza energetica è una delle cinque priorità di investimento della BERS in Ucraina, insieme alle infrastrutture vitali, alla sicurezza alimentare, al commercio e al sostegno al settore privato.

pubblicità

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending