Seguici sui social

Ucraina

La Commissione approva il piano dell’Ucraina

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.


La Commissione europea ha adottato una proposta di decisione di esecuzione del Consiglio con una valutazione positiva del piano Ucraina, la strategia globale di riforma e investimento dell'Ucraina per i prossimi quattro anni. Questo importante passo apre la strada a un sostegno regolare e prevedibile all’Ucraina nell’ambito dello strumento per l’Ucraina fino a 50 miliardi di euro dell’UE. I finanziamenti nell’ambito dello strumento aiuteranno l’Ucraina a mantenere in funzione la propria amministrazione, a pagare stipendi e pensioni, a fornire servizi pubblici di base e a sostenere la ripresa e la ricostruzione mentre continua a difendersi dall’aggressione della Russia.

I pagamenti saranno erogati subordinatamente all'attuazione delle misure concordate di riforma e investimento indicate nell'allegato della decisione di esecuzione del Consiglio. Inoltre, il sostegno finanziario nell’ambito del piano per l’Ucraina sarà reso disponibile a condizione che l’Ucraina continui a sostenere e rispettare meccanismi democratici efficaci.

La valutazione del piano per l'Ucraina da parte della Commissione si basa sui criteri stabiliti dal regolamento dello strumento per l'Ucraina. In particolare, la Commissione ha valutato se il piano per l'Ucraina costituisca una risposta mirata ed equilibrata agli obiettivi dello strumento per l'Ucraina, se affronti le sfide poste dal percorso di adesione dell'Ucraina e se risponda alle esigenze di ripresa, ricostruzione e modernizzazione dell'Ucraina.

Secondo la valutazione della Commissione, il piano per l'Ucraina risponde efficacemente agli obiettivi dello strumento per l'Ucraina, individuando le riforme e gli investimenti chiave che possono stimolare la crescita economica sostenibile e attrarre investimenti, per amplificare il potenziale di crescita del paese nel medio-lungo termine.

Il Piano fornisce inoltre un quadro per guidare la ripresa, la ricostruzione e la modernizzazione dell’Ucraina. Infine, la valutazione rileva che il Piano propone meccanismi e modalità adeguati per tutelare gli interessi finanziari dell’UE, garantendo un’attuazione, un monitoraggio e una rendicontazione efficaci sul Piano.  

La presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha dichiarato: “La strategia dell’Ucraina per le riforme e gli investimenti offre una solida base per ricostruire un’Ucraina più moderna e prospera, nel suo cammino verso l’UE. La valutazione positiva del piano per l'Ucraina da parte della Commissione aprirà la strada a pagamenti regolari nell'ambito dello strumento per l'Ucraina. Con la proposta odierna dimostriamo ancora una volta che l'Europa sta al fianco dell'Ucraina per tutto il tempo necessario e che siamo pronti a fornire il sostegno finanziario tanto necessario”.

Il Piano Ucraina individua 69 riforme e 10 investimenti, suddivisi in 146 indicatori qualitativi e quantitativi. Le riforme proposte nell’ambito del Piano Ucraina riguardano 15 settori tra cui energia, agricoltura, trasporti, transizione verde e digitale, capitale umano, nonché imprese statali, contesto imprenditoriale, finanze pubbliche e decentralizzazione.

pubblicità

Mirano a rafforzare la resilienza macroeconomica e finanziaria dell'Ucraina, migliorare la governance, aumentare la capacità e l'efficienza dell'amministrazione, la responsabilità e l'integrità del sistema giudiziario, sostenere lo sviluppo del settore privato e creare un ambiente favorevole alla crescita economica sostenibile.

Si prevede che diverse riforme contribuiranno agli sforzi dell’Ucraina nel percorso di adesione promuovendo l’allineamento con l’acquis dell’UE, in particolare nella pubblica amministrazione, nella gestione delle finanze pubbliche, nella lotta al riciclaggio di denaro, negli appalti pubblici, nonché nei settori dei trasporti e agroalimentare. Gli investimenti riguardano i settori del capitale umano, dell’energia, dei trasporti, dell’agroalimentare, dell’ambiente imprenditoriale e delle politiche regionali.

Passi successivi

A seguito della valutazione positiva del piano per l'Ucraina da parte della Commissione, gli Stati membri hanno un mese di tempo per adottare la decisione di esecuzione del Consiglio presentata dalla Commissione.

L'adozione della proposta di decisione di esecuzione del Consiglio consentirebbe alla Commissione di erogare fino a 1.89 miliardi di euro in prefinanziamenti fino all'avvio dei regolari esborsi legati all'attuazione degli indicatori di riforma e di investimento nell'ambito del piano per l'Ucraina.

sfondo

Il nuovo strumento per l’Ucraina, entrato in vigore il 1° marzo, prevede fino a 50 miliardi di euro di finanziamenti stabili, in sovvenzioni e prestiti, per sostenere la ripresa, la ricostruzione e la modernizzazione dell’Ucraina per il periodo dal 2024 al 2027. Di questi, fino a 32 miliardi dello strumento per l'Ucraina sono indicativamente destinati a sostenere le riforme e gli investimenti stabiliti nel piano per l'Ucraina, secondo cui gli esborsi saranno condizionati al raggiungimento degli indicatori individuati. Quasi 7 miliardi di euro saranno mobilitati per il quadro per gli investimenti per sostenere gli investimenti e fornire accesso ai finanziamenti, mentre circa 5 miliardi di euro sono previsti per l’assistenza tecnica a sostegno delle riforme e delle relative misure di sostegno. Infine, 6 miliardi di euro sono destinati al finanziamento ponte eccezionale, di cui l’UE ha già erogato 4.5 miliardi di euro a marzo.

L’Ucraina ha presentato il suo Piano per l’Ucraina alla Commissione Europea il 20 marzo. Presenta una visione per una crescita sostenibile, basata su priorità attentamente selezionate e su una serie sequenziata di riforme e investimenti per i prossimi quattro anni. Il Piano promuove investimenti che favoriscano la ripresa, la ricostruzione e la modernizzazione dell'Ucraina, anche a livello locale.

La Commissione valuta che le riforme e gli investimenti proposti nella decisione di esecuzione raccomandata dal Consiglio abbiano un potenziale significativo per stimolare la crescita, sostenere la stabilità macroeconomica, migliorare la situazione fiscale e sostenere l'ulteriore integrazione dell'Ucraina con l'UE. Se tutte le riforme e gli investimenti proposti venissero pienamente attuati, il PIL dell’Ucraina potrebbe aumentare del 6.2% entro il 2027 e del 14.2% entro il 2040. L’attuazione del Piano potrebbe anche portare ad una riduzione del debito di circa 10 punti percentuali del PIL entro il 2033 rispetto a uno scenario alternativo senza lo strumento.

Per garantire la tutela degli interessi finanziari dell’UE, il Piano Ucraina è dotato di un quadro adeguato per la trasparenza, l’audit e il controllo e richiede allo Stato ucraino di migliorare sostanzialmente i propri sistemi di audit e controllo come parte delle riforme previste. Inoltre, un comitato di controllo indipendente, che sarà istituito a maggio, assisterà la Commissione nel prevenire qualsiasi cattiva gestione dei fondi dell’Unione e, in particolare, frode, corruzione, conflitti di interessi e irregolarità.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending