Seguici sui social

Russia

"La posta in gioco è la stabilità dell'Europa e l'intero ordine internazionale", von der Leyen

SHARE:

Pubblicato il

on

Prima di una riunione del G7, i leader dell'UE e della NATO si sono incontrati per discutere dell'invasione russa dell'Ucraina.

"Abbiamo appena discusso del brutale e immotivato attacco della Russia all'Ucraina", ha detto Stoltenberg. “Questo è barbarico e lo condanniamo senza alcuna riserva. […] Il nostro impegno di difesa collettiva, l’Articolo 5, è ferreo. La NATO e l’Unione Europea sono unite per difendere i nostri valori, la libertà, la democrazia e il diritto di ognuno di scegliere la propria strada”.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha sottolineato la forte cooperazione tra UE e NATO: “L’Unione europea e la NATO hanno lavorato in stretta complementarità e questa crisi ci avvicinerà ancora di più. È nostro dovere comune opporci al più grande atto di aggressione avvenuto sul suolo europeo da decenni. La nostra unità è la nostra migliore forza. Il Cremlino lo capisce molto bene ed è per questo che hanno fatto del loro meglio per dividerci, ma hanno ottenuto l'esatto contrario. Siamo più uniti e più determinati che mai. Siamo un’unione, un’alleanza unita nello scopo”.

Von der Leyen ha detto che la posta in gioco non è solo il Donbas: “Non è solo l’Ucraina. Ciò che è in gioco è la stabilità dell’Europa e dell’intero ordine internazionale. Il presidente Putin ha scelto di riportare la guerra in Europa. Con una risposta determinata e unita, l’Unione Europea renderà il più difficile possibile al Cremlino il proseguimento delle sue azioni aggressive. Vorrei essere molto chiaro. È il presidente Putin che dovrà spiegarlo ai suoi cittadini. So che il popolo russo non vuole questa guerra”.

Condividi questo articolo:

pubblicità

Trending