Seguici sui social

Portogallo

Sotto le strade di Lisbona, le antiche gallerie romane raccontano la storia del passato

SHARE:

Pubblicato il

on

Twice a year, a hatch in a busy Lisbon street opens to reveal steps leading to one of the Portuguese capital’s most ancient sites: a 2,000-year-old Roman structure that still holds the buildings above it together.

Dating back to the first century AD, the “cryptoportico” subterranean maze of tunnels and passageways was built by the Romans, who occupied the city then known as Olissipo beginning around 200 BC. The city remained under Roman control for several centuries.

“This structure guaranteed and, 2,000 years later, continues to guarantee that the buildings above our heads are stable and safe for those who live, work and walk up there,” said Joana Sousa Monteiro, director of the Lisbon Museum, as she toured the site known as the Roman Galleries.

Si apre solo per pochi giorni in aprile e settembre di ogni anno. Lo spazio è solitamente allagato a causa di una falda acquifera che scorre sotto la città. L'acqua, essenziale per la sua conservazione, deve essere pompata per consentire l'accesso.

Le gallerie furono scoperte per la prima volta nel 1771, quando Lisbona fu ricostruita dopo il devastante Grande Terremoto del 1755.

I biglietti per visitare le gallerie di solito si esauriscono entro 15 minuti. Tra i fortunati che sono riusciti ad acquistarne uno c'era Gustavo Horta, un brasiliano che vive a Lisbona.

“It’s unmissable,” he said shortly after climbing up the steep stairs out of the underground galleries. “I’ve waited two years to go on this tour.”

pubblicità

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending