Seguici sui social

Moldavia

La Moldavia avverte di una crisi acuta mentre le potenze promettono maggiore sostegno

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

La Moldavia ha avvertito i suoi cittadini di prepararsi a un inverno rigido perché stava affrontando una "acuta crisi energetica" che potrebbe scatenare disordini a causa della guerra della Russia con l'Ucraina, che sta minacciando le sue forniture energetiche. Anche i prezzi stanno aumentando.

Lunedì (21 novembre), 50 istituzioni e paesi si sono incontrati a Parigi per garantire assistenza all'Ucraina mentre crescono le preoccupazioni per la sua possibile destabilizzazione a causa del conflitto in Ucraina.

"La fornitura di elettricità è minacciata da questa guerra. Non sappiamo se riusciremo a trovare abbastanza elettricità e gas per riscaldare o illuminare le nostre case. E anche se lo facessimo, i costi sarebbero proibitivi per la nostra economia e le persone Questo potrebbe minacciare la nostra sicurezza e la pace sociale", ha detto ai delegati Maia Sandu, presidente della Repubblica.

"So che tutti in Europa devono pagare un prezzo elevato per l'energia, ma gli stessi prezzi hanno un impatto molto più devastante sull'economia e sulle persone del nostro Paese".

La Moldavia si trova tra Ucraina e Romania e ha subito gli effetti dell'aumento dei prezzi dell'energia e dei generi alimentari. Ci sono stati migliaia di rifugiati arrivati ​​in Moldavia di circa 2.5 milioni di persone. Hanno accolto più rifugiati ucraini pro capite di qualsiasi altro paese.

Sebbene la Moldavia abbia forti legami storici e culturali con il membro rumeno dell'Unione europea, la Moldavia dipende dalla russa Gazprom (GAZP.MM) per le sue importazioni di gas.

Non è certo che sarà in grado di fornire elettricità sufficiente ai suoi cittadini, visto l'arrivo dell'inverno e la riduzione di circa il 40% delle forniture di gas naturale a Mosca.

pubblicità

All'inizio di quest'anno, durante le conferenze dei donatori a Berlino (ea Bucarest), sono stati assunti impegni per un totale di 659 milioni di euro e 615 milioni di euro. I funzionari coinvolti nelle conferenze hanno affermato che gli impegni includevano ripetute promesse, finanziamento di progetti e promesse di iniettare più denaro nell'economia rispetto al sostegno diretto.

Una fonte diplomatica alla conferenza ha affermato che non ci sono stati molti nuovi impegni. Tuttavia, il presidente francese Emmanuel Macron ha parlato con i delegati e ha affermato che Parigi contribuirà con 100 milioni di euro per sostenere i bisogni immediati in Moldavia.

Macron ha dichiarato, promettendo di aiutare la Moldavia con i suoi gravi problemi, che Macron non si arrenderà alla stanchezza della guerra o all'idea che finirà presto.

Fonti diplomatiche hanno affermato che la Germania aveva promesso circa 32.5 milioni di euro per aiutare i rifugiati e le infrastrutture, oltre alle energie rinnovabili.

Ai giornalisti è stato detto da Annalena Baerbock, ministro degli Esteri tedesco: "Non lasceremo la Moldova al freddo o al buio né in una recessione imminente".


Thomson Reuters

Un giornalista generale con sede a Bucarest che copre un'ampia gamma di argomenti in Romania, tra cui elezioni ed economia, nonché cambiamenti climatici e festival.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending