Seguici sui social

Generale

Percorso verso il caos estremista? Il Libyan Political Dialogue Forum: come evitare il fallimento e una nuova escalation?

Pubblicato

on

Il 9 novembre è stato lanciato in Tunisia il Libyan Political Dialogue Forum (LPDF). È organizzato dalla Missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL) guidata dal diplomatico americano Stephanie Williams. Il compito del Forum, così come di tutti gli eventi internazionali sulla Libia degli ultimi anni, è porre fine alla guerra civile, ripristinare l'unità del Paese e la struttura del potere statale. Inoltre, l'LPDF dovrebbe scegliere un nuovo governo e un nuovo primo ministro, che probabilmente sostituiranno il governo di accordo nazionale (GNA) riconosciuto dall'ONU a Tripoli (nella foto il leader del GNA Fayez al-Sarraj). Questo il governo provvisorio agirà fino a quando non si terranno nuove elezioni tra sei mesi e il governo permanente della Libia non sarà approvato.L'obiettivo generale dell'LPDF sarà quello di generare consenso su un quadro di governance unificato e accordi che porteranno a tenere elezioni nazionali nel più breve tempo possibile ”, ha affermato in una dichiarazione la missione delle Nazioni Unite.

Il giornalista e specialista italiano sulla Libia, Alessandro Sansoni, ha espresso sul sito di notizie “Il Talebano” vicino al think tank affiliato alla “Lega” le sue preoccupazioni sull'esito del forum.

Secondo Sansoni questa iniziativa è essenzialmente destinata a fallire. Il problema sta nell'approccio di base degli organizzatori. L'UNSMIL sta cercando di imporre soluzioni già pronte ai libici, invece di consentire loro di decidere il proprio destino.

Ci sono 75 partecipanti, tutti approvati da UNSMIL, il che significa principalmente Stephanie Williams. L'ex Incaricato d'Affari Usa in Libia è riuscita così a tagliare i candidati che non le piacevano. Chi sono le 75 persone, si chiede anche l'esperto italiano di Libia? 13 nominati dalla Camera dei Rappresentanti, che sostiene il Khalifa Haftar, e altri 13 dall'Alto Consiglio di Stato (GNA). Ma 49 persone sono state scelte dalla stessa Stephanie Williams. Si tratta di rappresentanti della cosiddetta "società civile", inclusi blogger e giornalisti. Non hanno una reale influenza politica in Libia. D'altra parte, danno all'UNSMIL (o meglio Williams e gli Stati Uniti) un pacchetto di controllo dei voti, consentendo di prendere qualsiasi decisione conveniente di Washington attraverso di loro.

Inoltre, UNSMIL può rimuovere chiunque dal processo elettorale, anche se ottiene il sostegno di cui ha bisogno, dichiarando che non è psicologicamente equilibrato o non si adatta alle giuste competenze. Infine, se il processo di selezione dei ministri, del primo ministro e dei membri del consiglio presidenziale è bloccato, l'UNSMIL determinerà da sé chi assumerà la posizione contestata.

Il 10 novembre, 112 deputati della Camera dei rappresentanti della Libia hanno rilasciato una dichiarazione congiunta in cui hanno dichiarato di non approvare il meccanismo di selezione dei partecipanti al dialogo. Di particolare interesse è la partecipazione di persone che non rappresentano il popolo libico o le forze politiche esistenti e che sono state nominate "in elusione" delle delegazioni selezionate della Camera dei rappresentanti e dell'Alto Consiglio di Stato.

Inoltre, i membri del parlamento libico hanno sottolineato che l'UNSMIL dovrebbe svolgere le funzioni definite al momento della sua istituzione, non modificando la Dichiarazione costituzionale o invadendo i poteri della Camera dei rappresentanti.

Il 9 novembre, l'avvocato tunisino Wafa Al-Hazami El-Shazly ha affermato che “l'intelligence straniera controlla e conduce questo dialogo, non da dietro le quinte, ma con maleducazione.

In questo contesto, non c'è accordo tra i partecipanti al Libyan Political Dialogue Forum su chi assumerà posizioni chiave nel nuovo governo libico.

Libya 24 riporta che la lista dei candidati alla carica di presidente del Consiglio presidenziale comprende decine di nomi, tra cui il presidente della Camera dei rappresentanti (Tobruk), Aguila Saleh e il ministro dell'Interno del GNA Fathi Bashagha.

Inoltre, i media libici e stranieri nominano l'attuale capo del GNA Fayez Sarraj e il vice presidente del Consiglio presidenziale libico Ahmed Maiteeq tra le persone che potrebbero rimanere nelle posizioni chiave.

Tuttavia, i politici libici affermano che i disaccordi al forum politico libico non consentono ancora nemmeno un elenco definitivo di candidati per le cariche di membri del governo e del Consiglio presidenziale della Libia.

L'LPDF non può portare a nessun compromesso, ma la procedura messa a punto da Stephanie Williams permette di dichiararlo e nominare di fatto unilateralmente un nuovo governo, che sarà considerato “riconosciuto dall'ONU”. A tal proposito, è probabile che nei prossimi dieci giorni vengano resi noti i nomi del capo del Consiglio presidenziale e del primo ministro.

Questa stessa prospettiva solleva dubbi sul fatto che i principali attori della politica interna saranno d'accordo con l'imposizione direttiva della nuova leadership della Libia da parte delle Nazioni Unite. Chiunque sia de facto nominato dall'ONU e dagli stranieri sarà illegittimo agli occhi della maggior parte dei libici.

Inoltre, c'è il rischio che i radicali raggiungano posizioni chiave. Il Consiglio Supremo degli sceicchi e dei notabili della Libia ha già espresso la preoccupazione che i 45 partecipanti al Forum per il dialogo politico siano collegati con l'organizzazione radiale "Fratelli Musulmani".

Un candidato della "Fratellanza musulmana", come Khaled al-Mishri, capo dell'Alto Consiglio di Stato, come nuovo capo del governo o membro del Consiglio presidenziale, non sarà accettato nella Libia orientale.

Fathi Bashagha, l'attuale ministro degli interni è ancora più discutibile. È accusato di tortura e crimini di guerra, avendo legami con i “Fratelli Musulmani” e con i salafiti radicali. Il gruppo RADA, che impone un'interpretazione salafita della Sharia a Tripoli, mantiene una prigione illegale di Mitiga ed è coinvolto nel traffico di esseri umani - suoi diretti subordinati.

Allo stesso tempo, Bashaga, come dicono i suoi oppositori a Tripoli, non si comporta come un ministro dell'interno, ma come un primo ministro. Ciò è confermato anche dalle sue continue visite all'estero.

Recentemente il cosiddetto "Tripoli Protection Force "- un gruppo di milizie di Tripoli affiliate al Consiglio presidenziale della Libia e Fayez Sarraj j ha dichiarato che" Fathi Bashaga, ministro degli interni, e lavora come se fosse il capo del governo o ministro degli affari esteri. Si sposta da un paese all'altro, utilizzando la sua posizione ufficiale per ottenere un "nuovo incarico".

Bashaga non nasconde le sue ambizioni di potere. Ha un rapporto amichevole con Stephanie Williams e ha chiesto una base americana in Libia, contando chiaramente sul sostegno degli Stati Uniti.

Anche se Khalifa Haftar attua gli accordi di cessate il fuoco e non lancia un'altra offensiva a Tripoli nel caso in cui Bashagha salga al potere in un governo di transizione, c'è una forte possibilità di conflitto nella Libia occidentale.

I rapporti a Tripoli sono ora molto tesi e la nomina di Bashagha porterà a un'escalation di conflitti interni. Scontri tra il ministero dell'Interno di Tripoli e gruppi al di fuori del loro controllo (The Tripoli Protection Force) o anche tra unità del ministero dell'Interno sono molto probabili. Di conseguenza, ci sarà una nuova escalation militare. Ci sono già manifestazioni a Tripoli di milizie insoddisfatte del Libyan Political Dialogue Forum

Per lo specialista italiano è chiaro: l'unico modo per preservare il dialogo politico reale, non dichiarativo, in Libia e preparare il terreno per le elezioni e la nomina di un governo libico permanente è abbandonare i dettami di una parte (in questo caso, il USA), l'imposizione di un candidato filoamericano (che probabilmente sarà Fathi Bashagha, non gradito dalle milizie della Libia orientale e di Tripoli).

Sia i libici che gli attori stranieri sono interessati a fermare l'usurpazione del potere americana, prima fra tutte l'Italia, per la quale l'importante è raggiungere la stabilità in Libia.

Per la Libia è ottimale che le posizioni del capo del governo rimangano dietro una cifra di compromesso fino alle elezioni. Potrebbe essere Fayez Sarraj o Ahmed Maiteeq, anche lui un rispettato e neutrale membro del GNA. Quindi il Paese può superare un difficile periodo di transizione e finalmente eleggere un governo permanente che rappresenti tutti i libici.

 

Generale

Il sequel di "Cruella" è in lavorazione alla Disney

Pubblicato

on

Dopo un successo globale di 48.5 milioni di dollari in poco meno di due settimane, Emma Stone è stata confermata per la formazione del sequel.

Emma Stone è stata elogiata per la sua performance strategica che ha mostrato nell'adattamento Disney Crudelia. Il regista della serie cinematografica Craig Gillespie ha espresso quanto sia ansioso di tornare al fianco dello sceneggiatore Tony McNamara per il sequel. Si ritiene che al ritorno dei sequel, Stone giocherà un ruolo centralizzato attorno al personaggio che siamo abituati a vedere dai Centouno dalmata. Gli adattamenti di Crudelia de Mon seguiranno quelli dei cartoni Disney, il che significa che possiamo benissimo aspettarci di vedere la storia dei cartoni adattata in un film.

Altri annunci per questo fine settimana, è la nuova serie di offerte scommesse oggi che sono stati messi a disposizione dei lettori di questo articolo. Se dovessi trovarti incuriosito, sai cosa fare.

Crudelia il film ha debuttato il 28 maggio nelle sale di tutto il mondo. I fan della Disney potrebbero anche ottenere il titolo da casa, sotto il Disney + servizio di streaming disponibile, tuttavia era necessario un acquisto in accesso anticipato pari a $ 30. Anche se il film ha realizzato alcune riprese impressionanti in poco meno di due settimane, è la trama e l'estetica punk degli anni '1970 che hanno davvero impressionato tutti. 

Jenny Beavan è la costumista dei premi Oscar che prende le luci della ribalta per incredibili creazioni e dà vita al genere e all'era della moda qui. È stato confermato da Variety che i costumi disegnati da Jenny sono stati infatti venduti dopo la produzione per una collaborazione con Rag and Bone. Mentre è spesso normale che grandi franchise non diano credito ai designer una volta che i vestiti sono stati venduti dopo le riprese, è ancora da confermare se ciò influenzerà il futuro del vincitore del premio Oscar con il sequel. Certo, girare film enormi come questi fornisce un'enorme visibilità al talento, ma può anche significare "firmare la tua vita e i tuoi diritti su quella linea tratteggiata", come ha detto Beaven in una conversazione con la stampa.

A parte il dramma interno sul set, il film è stato accolto molto bene da tutti i media. Con un punteggio del pubblico del 97% su enormi piattaforme di recensioni di film, i punteggi del cinema per il weekend di apertura lo classificano come il più popolare di tutti i remake dei cartoni Disney. I critici cinematografici e il pubblico che devono ancora vedere questo film, ovviamente, andranno con un pregiudizio del successo raggiante che il film ha avuto finora. 

Crudelia si unirà alla lunga lista di adattamenti cinematografici che hanno avuto un enorme successo e hanno incassato grandi somme di denaro nel loro weekend di apertura. Esempi di tali film includono Alice in Wonderland, Malefico, Cinderella, La Bella e la Bestia, Aladdin Il Re Leone. Si ritiene che titoli come Peter Pan e Wendy, Pinocchio e La sirenetta siano in lavorazione. Per gli ultimi aggiornamenti sulla loro versione assicurati di tenerti aggiornato con notizie sullo stile di vita stampa.

Continua a leggere

Norme fiscali aziendali

Alle aziende big-tech verranno apportate modifiche storiche ai loro accordi fiscali internazionali

Pubblicato

on

Recentemente, alcuni dei più ricchi punti di riferimento e paesi del mondo, hanno raggiunto un accordo sulla chiusura delle scappatoie fiscali internazionali che sono state approvate dalle più grandi multinazionali. Alcune di queste società tecnologiche hanno i prezzi delle azioni più grandi all'interno del mercato azionario, come Apple, Amazon, Google e così via.

Mentre la tassazione tecnologica è stata a lungo un problema su cui i governi internazionali hanno dovuto concordare tra loro, anche le scommesse condividono problemi simili, soprattutto a causa del suo aumento di popolarità e della legalizzazione consentita a livello globale. Qui abbiamo fornito un confronto di nuovi siti di scommesse che seguono le corrette leggi fiscali e legali necessarie per l'uso internazionale.

Durante il vertice del G7- di cui i nostri ultimi rapporti hanno parlato del tema di Brexit e accordi commerciali, i rappresentanti di Stati Uniti, Francia, Germania, Regno Unito, Canada, Italia e Giappone hanno raggiunto un accordo unificato per sostenere le aliquote globali dell'imposta sulle società di almeno il 15%. Era d'accordo che ciò accadesse in quanto queste società dovevano pagare le tasse dove operano le loro attività e alla terra in cui operano. L'evasione fiscale è stata a lungo propagata utilizzando iniziative e scappatoie trovate da entità corporative, questa decisione unanime metterà un smettere di ritenere responsabili le aziende tecnologiche.

Si ritiene che questa decisione richieda anni e i vertici del G7 da tempo desideravano raggiungere un accordo per fare la storia e riformare il sistema fiscale globale per la nascente innovazione e l'era digitale che si profilano all'orizzonte. Rendere le aziende come Apple, Amazon e Google si assumono la responsabilità, manterranno la tassazione sotto controllo per quello che si stima essere l'impennata dei loro sviluppi e coinvolgimento all'estero. Rishi Sunak, il Cancelliere dello Scacchiere del Regno Unito, ha affermato che siamo nella crisi economica della pandemia, le aziende devono mantenere il loro peso e contribuire alla riforma dell'economia globale. La riforma della tassazione è un passo avanti per raggiungere questo obiettivo. Le aziende tecnologiche globali come Amazon e Apple hanno aumentato enormemente i prezzi per gli azionisti per ogni trimestre dopo il forte calo dello scorso anno, rendendo la tecnologia uno dei settori più sostenibili da cui ottenere le tasse. Naturalmente, non tutti sarebbero d'accordo su tali commenti, poiché le scappatoie fiscali sono state a lungo una cosa e un problema del passato.

L'accordo concordato eserciterà una forte pressione sugli altri paesi durante la riunione del G20 che si terrà a luglio. Avere una base d'intesa tra le parti del G7 rende molto probabile che altri Paesi si mettano d'accordo, con nazioni come Australia, Brasile, Cina, Messico ecc. che saranno presenti. Paesi paradisi fiscali più bassi come l'Irlanda si aspettano tassi più bassi con un minimo del 12.5%, dove altri potrebbero essere più alti a seconda. Si prevedeva che l'aliquota fiscale del 15% sarebbe stata più elevata di almeno il 21% e i paesi che sono d'accordo con questo ritengono che un livello base del 15% dovrebbe essere fissato con possibilità di aliquote più ambiziose a seconda della destinazione e della regione le multinazionali operano e pagano le tasse da.

Continua a leggere

Generale

Flutter Entertainment si unisce al mercato del gioco d'azzardo indiano

Pubblicato

on

Il mercato del gioco d'azzardo indiano continua a crescere e ha ricevuto una grande spinta di recente, con uno dei più grandi nomi del gioco d'azzardo che si è unito al mercato. Flutter Entertainment, che gestisce molti casinò e scommesse sportive tra cui Paddy Power e Betfair, si è unita acquistando una partecipazione in Junglee Games.

È stato riferito che Junglee Games è il terzo più grande operatore di ramino in India, quindi sono entrati e hanno preso uno dei principali operatori locali. Sebbene questa sia un'azienda che ha avuto molto successo, puoi aspettarti investimenti da Flutter, nel tentativo di conquistare ancora di più il mercato.

L'accordo vede Flutter ora possiede il 50.06% di Junglee Games, con il valore fissato a 48 milioni di sterline.

Grandi novità per i giochi indiani

La mossa che ha visto Flutter investire nel mercato indiano potrebbe essere importante per l'intero settore. Alcuni dei giocatori più grandi sono già coinvolti in India, sebbene Flutter sia un nome nuovo e più grande che ora è a bordo.

Questa è la loro prima mossa nel mercato, ma potrebbe non essere l'ultima. O ulteriori investimenti da parte di Flutter Entertainment, o ulteriori investimenti da altre parti perché Flutter si è unito, sarebbero significativi e continuerebbero a portare avanti l'industria nel suo insieme.

C'è un panorama in evoluzione nel gioco d'azzardo indiano, con molti nuovi operatori coinvolti per cercare di prendere la loro fetta di quota di mercato. Questo guida Luckydice al gioco d'azzardo in India mostra esattamente cosa c'è in offerta per coloro che vogliono iscriversi e giocare, e l'elenco continua a crescere.

Il futuro del mercato del gioco d'azzardo indiano

Con una mossa così grande, il futuro del mercato del gioco d'azzardo indiano sembra sicuramente molto più luminoso. C'è una crescita reale nei giochi e nelle scommesse sportive indiane, e ciò potrebbe essere ulteriormente potenziato se Flutter Entertainment investisse pesantemente in Junglee Games o portasse alcuni dei loro altri marchi nel paese.

C'è anche la possibilità che altri grandi nomi diano un'occhiata al mercato, mentre cercano di seguire le orme di Flutter. Uno sguardo al notizie dal mondo mostrerà le aziende che investono in molte parti diverse, ma spesso non sono le uniche a farlo. Altre aziende seguono l'esempio e investono anche nelle stesse aree, perché è un momento in cui prevedono una crescita.

Nei prossimi mesi sarà molto interessante vedere se altri operatori di gioco d'azzardo si rivolgeranno al mercato indiano, sia per installare i loro marchi attuali in quell'area, sia per acquistare un marchio già attivo nell'area e provare a spingerlo in avanti .

Mentre il mercato continua ad andare avanti, questa mossa da parte di Flutter Entertainment di essere coinvolta potrebbe fungere da acceleratore per la situazione, facendo avanzare rapidamente le cose perché loro stessi, e potenzialmente altri, stanno investendo nel paese e nel mercato del gioco d'azzardo che ha attualmente. Questo potrebbe essere un grande momento per la scena del gioco d'azzardo indiana. 

Continua a leggere
pubblicità

Twitter

Facebook

pubblicità

Trending