Seguici sui social

Generale

Percorso verso il caos estremista? Il Libyan Political Dialogue Forum: come evitare il fallimento e una nuova escalation?

Pubblicato

on

Il 9 novembre è stato lanciato in Tunisia il Libyan Political Dialogue Forum (LPDF). È organizzato dalla Missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL) guidata dal diplomatico americano Stephanie Williams. Il compito del Forum, così come di tutti gli eventi internazionali sulla Libia degli ultimi anni, è porre fine alla guerra civile, ripristinare l'unità del Paese e la struttura del potere statale. Inoltre, l'LPDF dovrebbe scegliere un nuovo governo e un nuovo primo ministro, che probabilmente sostituiranno il governo di accordo nazionale (GNA) riconosciuto dall'ONU a Tripoli (nella foto il leader del GNA Fayez al-Sarraj). Questo il governo provvisorio agirà fino a quando non si terranno nuove elezioni tra sei mesi e il governo permanente della Libia non sarà approvato.L'obiettivo generale dell'LPDF sarà quello di generare consenso su un quadro di governance unificato e accordi che porteranno a tenere elezioni nazionali nel più breve tempo possibile ”, ha affermato in una dichiarazione la missione delle Nazioni Unite.

Il giornalista e specialista italiano sulla Libia, Alessandro Sansoni, ha espresso sul sito di notizie “Il Talebano” vicino al think tank affiliato alla “Lega” le sue preoccupazioni sull'esito del forum.

Secondo Sansoni questa iniziativa è essenzialmente destinata a fallire. Il problema sta nell'approccio di base degli organizzatori. L'UNSMIL sta cercando di imporre soluzioni già pronte ai libici, invece di consentire loro di decidere il proprio destino.

Ci sono 75 partecipanti, tutti approvati da UNSMIL, il che significa principalmente Stephanie Williams. L'ex Incaricato d'Affari Usa in Libia è riuscita così a tagliare i candidati che non le piacevano. Chi sono le 75 persone, si chiede anche l'esperto italiano di Libia? 13 nominati dalla Camera dei Rappresentanti, che sostiene il Khalifa Haftar, e altri 13 dall'Alto Consiglio di Stato (GNA). Ma 49 persone sono state scelte dalla stessa Stephanie Williams. Si tratta di rappresentanti della cosiddetta "società civile", inclusi blogger e giornalisti. Non hanno una reale influenza politica in Libia. D'altra parte, danno all'UNSMIL (o meglio Williams e gli Stati Uniti) un pacchetto di controllo dei voti, consentendo di prendere qualsiasi decisione conveniente di Washington attraverso di loro.

Inoltre, UNSMIL può rimuovere chiunque dal processo elettorale, anche se ottiene il sostegno di cui ha bisogno, dichiarando che non è psicologicamente equilibrato o non si adatta alle giuste competenze. Infine, se il processo di selezione dei ministri, del primo ministro e dei membri del consiglio presidenziale è bloccato, l'UNSMIL determinerà da sé chi assumerà la posizione contestata.

Il 10 novembre, 112 deputati della Camera dei rappresentanti della Libia hanno rilasciato una dichiarazione congiunta in cui hanno dichiarato di non approvare il meccanismo di selezione dei partecipanti al dialogo. Di particolare interesse è la partecipazione di persone che non rappresentano il popolo libico o le forze politiche esistenti e che sono state nominate "in elusione" delle delegazioni selezionate della Camera dei rappresentanti e dell'Alto Consiglio di Stato.

Inoltre, i membri del parlamento libico hanno sottolineato che l'UNSMIL dovrebbe svolgere le funzioni definite al momento della sua istituzione, non modificando la Dichiarazione costituzionale o invadendo i poteri della Camera dei rappresentanti.

Il 9 novembre, l'avvocato tunisino Wafa Al-Hazami El-Shazly ha affermato che “l'intelligence straniera controlla e conduce questo dialogo, non da dietro le quinte, ma con maleducazione.

In questo contesto, non c'è accordo tra i partecipanti al Libyan Political Dialogue Forum su chi assumerà posizioni chiave nel nuovo governo libico.

Libya 24 riporta che la lista dei candidati alla carica di presidente del Consiglio presidenziale comprende decine di nomi, tra cui il presidente della Camera dei rappresentanti (Tobruk), Aguila Saleh e il ministro dell'Interno del GNA Fathi Bashagha.

Inoltre, i media libici e stranieri nominano l'attuale capo del GNA Fayez Sarraj e il vice presidente del Consiglio presidenziale libico Ahmed Maiteeq tra le persone che potrebbero rimanere nelle posizioni chiave.

Tuttavia, i politici libici affermano che i disaccordi al forum politico libico non consentono ancora nemmeno un elenco definitivo di candidati per le cariche di membri del governo e del Consiglio presidenziale della Libia.

L'LPDF non può portare a nessun compromesso, ma la procedura messa a punto da Stephanie Williams permette di dichiararlo e nominare di fatto unilateralmente un nuovo governo, che sarà considerato “riconosciuto dall'ONU”. A tal proposito, è probabile che nei prossimi dieci giorni vengano resi noti i nomi del capo del Consiglio presidenziale e del primo ministro.

Questa stessa prospettiva solleva dubbi sul fatto che i principali attori della politica interna saranno d'accordo con l'imposizione direttiva della nuova leadership della Libia da parte delle Nazioni Unite. Chiunque sia de facto nominato dall'ONU e dagli stranieri sarà illegittimo agli occhi della maggior parte dei libici.

Inoltre, c'è il rischio che i radicali raggiungano posizioni chiave. Il Consiglio Supremo degli sceicchi e dei notabili della Libia ha già espresso la preoccupazione che i 45 partecipanti al Forum per il dialogo politico siano collegati con l'organizzazione radiale "Fratelli Musulmani".

Un candidato della "Fratellanza musulmana", come Khaled al-Mishri, capo dell'Alto Consiglio di Stato, come nuovo capo del governo o membro del Consiglio presidenziale, non sarà accettato nella Libia orientale.

Fathi Bashagha, l'attuale ministro degli interni è ancora più discutibile. È accusato di tortura e crimini di guerra, avendo legami con i “Fratelli Musulmani” e con i salafiti radicali. Il gruppo RADA, che impone un'interpretazione salafita della Sharia a Tripoli, mantiene una prigione illegale di Mitiga ed è coinvolto nel traffico di esseri umani - suoi diretti subordinati.

Allo stesso tempo, Bashaga, come dicono i suoi oppositori a Tripoli, non si comporta come un ministro dell'interno, ma come un primo ministro. Ciò è confermato anche dalle sue continue visite all'estero.

Recentemente il cosiddetto "Tripoli Protection Force "- un gruppo di milizie di Tripoli affiliate al Consiglio presidenziale della Libia e Fayez Sarraj j ha dichiarato che" Fathi Bashaga, ministro degli interni, e lavora come se fosse il capo del governo o ministro degli affari esteri. Si sposta da un paese all'altro, utilizzando la sua posizione ufficiale per ottenere un "nuovo incarico".

Bashaga non nasconde le sue ambizioni di potere. Ha un rapporto amichevole con Stephanie Williams e ha chiesto una base americana in Libia, contando chiaramente sul sostegno degli Stati Uniti.

Anche se Khalifa Haftar attua gli accordi di cessate il fuoco e non lancia un'altra offensiva a Tripoli nel caso in cui Bashagha salga al potere in un governo di transizione, c'è una forte possibilità di conflitto nella Libia occidentale.

I rapporti a Tripoli sono ora molto tesi e la nomina di Bashagha porterà a un'escalation di conflitti interni. Scontri tra il ministero dell'Interno di Tripoli e gruppi al di fuori del loro controllo (The Tripoli Protection Force) o anche tra unità del ministero dell'Interno sono molto probabili. Di conseguenza, ci sarà una nuova escalation militare. Ci sono già manifestazioni a Tripoli di milizie insoddisfatte del Libyan Political Dialogue Forum

Per lo specialista italiano è chiaro: l'unico modo per preservare il dialogo politico reale, non dichiarativo, in Libia e preparare il terreno per le elezioni e la nomina di un governo libico permanente è abbandonare i dettami di una parte (in questo caso, il USA), l'imposizione di un candidato filoamericano (che probabilmente sarà Fathi Bashagha, non gradito dalle milizie della Libia orientale e di Tripoli).

Sia i libici che gli attori stranieri sono interessati a fermare l'usurpazione del potere americana, prima fra tutte l'Italia, per la quale l'importante è raggiungere la stabilità in Libia.

Per la Libia è ottimale che le posizioni del capo del governo rimangano dietro una cifra di compromesso fino alle elezioni. Potrebbe essere Fayez Sarraj o Ahmed Maiteeq, anche lui un rispettato e neutrale membro del GNA. Quindi il Paese può superare un difficile periodo di transizione e finalmente eleggere un governo permanente che rappresenti tutti i libici.

 

Generale

Cose improbabili che sono successe nel 2020

Pubblicato

on

Il 2020 è stato un anno impegnativo. Sono successe diverse cose e sembra un sogno senza fine. L'anno è iniziato con una buona nota, ma dopo poche settimane tutto è cambiato. Una pandemia come quella che non si vedeva da decenni ha colpito il mondo. Il probabilità di vincere una lotteria sono superiori alla fine di eventi strani quest'anno.

Quest'anno è stato pieno di tempi senza precedenti. La nuova normalità, come piace chiamarla a tutti, è piena di cose improbabili. Il mondo è tornato a casa ed è un anno pieno di sfide e coraggio senza pari.

Ecco alcune cose improbabili che hanno cambiato per sempre il corso del mondo quest'anno.

Le probabilità di vincere una lotteria sono più alte della fine di una pandemia

Una nuova pandemia di coronavirus ha preso il mondo nella sua frizione. Si è diffuso in tutti i continenti come un incendio e diverse nazioni sono crollate a causa del caos creato da questo virus.

Abbiamo perso una parte significativa della loro popolazione in questa pandemia e diversi paesi sono entrati in un blocco completo in cui le persone lavorano da casa. C'era una grave limitazione al movimento e solo le attività essenziali erano consentite. L'intero globo in questo momento sta combattendo con questo virus mortale e piange la perdita dei loro cari.

L'infezione da coronavirus è iniziata a Wuhan in Cina e ha raggiunto tutti i luoghi del mondo attraverso gli esseri umani. Ha causato a sfida per gli operatori sanitari, poiché ogni giorno vengono segnalati diversi casi.

Questo virus causa-

  • Febbre
  • Problemi respiratori
  • Polmonite
  • Perdita dell'olfatto
  • Tosse secca e molti altri sintomi.

Le persone con condizioni di comorbidità hanno perso la vita combattendo con questo virus. Detto in verità, le probabilità di vincere una lotteria quest'anno sono più alte delle possibilità che questa pandemia finisca.

Incendi in Australia

All'inizio di quest'anno si è verificata un'epidemia di incendi nel subcontinente australiano. Questa è stata una delle peggiori stagioni di incendi che l'Australia abbia mai visto. Le fiamme hanno distrutto 47 milioni di acri di terra. Case di persone sono state sfollate e diversi rapporti hanno dimostrato che almeno 35 persone hanno perso la vita in questi incendi mortali.

Morte di leggende

Il mondo ha pianto la morte di numerose leggende che hanno avuto un impatto notevole in diversi campi.

  • Abbiamo perso Kobe Bryant in un incidente in elicottero in California. Era considerato uno dei più grandi giocatori di basket di tutti i tempi.
  • Quest'anno salutiamo anche Alex Trebek. Era considerata la migliore conduttrice di giochi di tutti i tempi. Alex è morto di cancro al pancreas.
  • Anche il meraviglioso attore di James Bond Sean Connery è stata un'altra leggenda che abbiamo perso quest'anno.
  • La pantera nera, Hero Chad Boseman, ha perso la sua battaglia contro il cancro al colon. È stata una perdita enorme per l'universo Marvel e per la comunità che ha sempre ispirato.
  • Abbiamo perso diverse celebrità di Bollywood che includono Irrfan Khan, Rishi Kapoor e Sushant Singh Rajput. È stato un anno difficile per Bollywood.

I prezzi del petrolio hanno raggiunto un valore negativo

Per la prima volta in diversi anni, i prezzi del petrolio hanno raggiunto un valore negativo. Questo è stato il calo più elevato dei prezzi previsti del petrolio greggio. La pandemia di coronavirus ha cambiato diverse economie mondiali e la bassa domanda ha avuto un grave impatto sul settore petrolifero, sempre molto richiesto.

Il crollo del mercato azionario del 2020

Il mercato azionario è crollato come mai prima d'ora. La pandemia ha causato una recessione globale in tutte le economie del mondo. Il calo di un singolo punto è stato il peggiore che il mondo abbia mai visto e molte delle principali aziende ed economie chiudono a causa della pandemia senza fine.

Le enormi vite nere contano la protesta

Il morte di George Floyd e Breonna Taylor negli Stati Uniti hanno innescato una serie di proteste. Le proteste miravano a combattere l'ingiustizia razziale e a promuovere la fine della brutalità della polizia.

Esplosione centrale di Beirut

Centinaia di persone sono morte in un'esplosione in Libano. Beirut ha visto un'esplosione straziante che ha lasciato l'intera città in macerie. L'esplosione è stata udita a miglia di distanza dal lato e ha distrutto l'intera città sulla sua scia.

Annullamento delle Olimpiadi del 2020

Le Olimpiadi del 2020 sono state cancellate per la pandemia di coronavirus. Tokyo era pronta per ospitare i Giochi Olimpici di quest'anno, ma il numero crescente di casi ha causato il passaggio dei Giochi olimpici all'estate del 2021.

Attacchi di locuste

Un'invasione di locuste che distruggono i raccolti è stata osservata nel subcontinente dell'Asia meridionale, prevalentemente in India e Pakistan. Enormi e aggressivi sciami di insetti invasero vasti terreni coltivati ​​e distrussero i raccolti.

Conclusione

Il mondo ha visto diversi eventi bizzarri nel 2020. È un anno che ha messo alla prova la nostra capacità di recupero e ci ha regalato un lungo periodo di sofferenza. Ci auguriamo che il mondo veda la pace collettiva e si riprenda dal 2020.

Continua a leggere

Generale

Tutto quello che devi sapere prima di partire per l'Azerbaigian

Pubblicato

on

Stai pensando ad una meta turistica attraente? L'Azerbaigian è assolutamente lontano dalla prima destinazione che ti verrà in mente. Sorprendentemente si tratta di un'ottima meta turistica ricca di gioielli culturali e geografici. Questo paese si trova tra i grandi ex imperi e la vecchia via della seta, ed è progredito rapidamente negli ultimi anni grazie alla sua fornitura di petrolio, scrive Abhirup Banerjee.

Popolarmente noto come la "terra del fuoco", questo paese, l'ex repubblica sovietica, è uno studio sui contrasti. La sua capitale, Baku, è rinvigorita dalla modernità ed è piena di architettura moderna, paesaggi da sogno del Mar Caspio e stazioni sciistiche.

Lingua

Da quando il paese ha ottenuto l'indipendenza dall'Unione Sovietica, la sua lingua ufficiale è l'azero, noto principalmente come azero-turco. Fa parte delle lingue turche sudoccidentali. Inoltre, l'alfabeto latino è usato anche in Azerbaigian. Mentre alcune persone usano la Russia a Baku, l'inglese è parlato principalmente dai giovani, specialmente nei luoghi frequentemente visitati dai turisti occidentali.

Quando viaggiare

Il periodo ideale per viaggiare in Azerbaigian dipende dalla regione che vuoi esplorare perché le condizioni climatiche variano a seconda delle varie località del paese. Dovresti visitare le zone di pianura vicino al Mar Caspio con cieli limpidi e vegetazione che abbonda ogni giorno.

L'inverno è piuttosto mite, mentre l'estate è torrida e umida. Il periodo più caldo è tra luglio e agosto. È il momento ideale per andare sulle montagne, che spesso sono relativamente accessibili. Il mese migliore per recarsi a Baku è ottobre. Dovresti visitare l'Azerbaijan a gennaio e febbraio se sei un fanatico dello sci.

Obbligo di visto

I turisti dei paesi ammissibili dovrebbero completare la domanda di visto online per l'Azerbaigian prima di partire per l'Azerbaigian. Solo pochi stati possono ottenere un visto all'arrivo e anche i viaggiatori di questi paesi sono incoraggiati a presentare le loro domande online per evitare di fare la fila in aeroporto.

A differenza del tradizionale metodo di richiesta del visto, i richiedenti evisa non sono tenuti a recarsi in una missione diplomatica per presentare i propri documenti e ritirare nuovamente il visto approvato. Invece, il processo è online e puoi completarli da qualsiasi luogo 24 ore al giorno.

Sistemazione interna:

È facile trovare una grande catena di hotel nelle grandi città e gli standard sono relativamente alti. Potrebbe anche essere difficile trovare una sistemazione più economica e gli hotel per giovani in quanto sono relativamente rari.

La moneta

La valuta ufficiale qui è Manat. Puoi utilizzare le carte di credito nei grandi hotel, ristoranti e banche a Baku, che soddisfano i viaggiatori anche se il pagamento in contanti è sempre il metodo preferito. Assicurati di utilizzare solo note in buone condizioni poiché altre potrebbero essere rifiutate. Non ci sono problemi con gli sportelli automatici e qui sono accettate varie carte internazionali, anche se si consiglia comunque di portare con sé banconote in dollari USA o euro da scambiare quando necessario.

Alimenti e bevande

Gli snack sono molto significativi nella cultura locale e sono influenzati da molti luoghi come la Georgia, la Turchia, l'Iran e molti altri. Molti piatti vengono coltivati ​​in casa a causa dei climi variegati, come le spezie e le verdure. Gli spuntini a base di pesce sono prevalenti vicino al Mar Caspio e lo yogurt fa una comparsa frequente nelle zuppe. La maggior parte dei piatti è abbinata a un pezzo di baklava o tè nero.

Sicurezza

L'Azerbaigian è considerato un paese sicuro per viaggiare con livelli di criminalità insufficienti. Dovresti comunque esercitare il tuo grado medio di buon senso e cautela, specialmente durante la tarda notte. Fare riferimento ai consigli di viaggio e di sicurezza del proprio paese.

Trasporti

Autobus: C'è una rete stradale ben progettata nel paese con molti minibus e autobus che viaggiano tra Baku e altre aree. Sono relativamente convenienti. Devi pagare l'autista in contanti e non viene seguito alcun programma.

Metro: Esiste un sistema di metropolitana che funziona in modo fluido ed economico. Puoi prendere un treno ogni pochi minuti o il giorno tranne 1-6h.

Treni: La rete ferroviaria in questo paese è piuttosto estesa. I treni sono relativamente lenti e si consiglia di continuare a viaggiare su strada.

Taxi: i taxi in questo paese sono viola e devono avere un contatore installato. Assicurati di concordare il prezzo prima per evitare truffatori. I taxi sono disponibili dentro e fuori la capitale, ma siamo relativamente più costosi fuori città.

Ti divertirai viaggio in Azerbaigian. Questo paese potrebbe non essere la destinazione più convenzionale, ma ha sorprese umane, geografiche e culturali dietro ogni angolo.

Autore Bbio

Abhirup Banerjee è uno scrittore di contenuti esperto. È associato a molti rinomati blog di viaggio come autore ospite dove condivide i suoi preziosi consigli di viaggio con il pubblico.

Continua a leggere

Generale

Come la Brexit influenzerà il gioco d'azzardo online e i casinò

Pubblicato

on

A meno che tu non abbia vissuto sotto una roccia, saprai che la popolazione del Regno Unito ha votato in un referendum nel 2016 per lasciare l'Unione europea. Molti giocatori e scommettitori sono stati preoccupati per le potenziali conseguenze di ciò per il loro gioco d'azzardo, soprattutto considerando l'importanza di Gibilterra per la regolamentazione e le licenze. In questo articolo, daremo uno sguardo a come la Brexit influenzerà il gioco d'azzardo online e i casinò.

Gibilterra

Gibilterra è la sede di molte società di gioco d'azzardo. La decisione di fare di Gibilterra la sede della sede centrale è semplice per qualsiasi azienda che può permettersi di averla lì.

In primo luogo, c'è una quantità considerevole di persone che lavorano nell'industria del gioco d'azzardo. Ciò significa che esiste un numero consistente di lavoratori specificamente qualificati per lavorare presso società di gioco d'azzardo.

L'altro motivo e il più interessante è l'aliquota fiscale. Le società di gioco d'azzardo sono tassate molto meno a Gibilterra ed è la loro tecnica evitare di pagare troppo.

Gibilterra fa ancora parte del Regno Unito e la popolazione di Gibilterra continua a votare pesantemente a favore di rimanere una parte del Regno Unito, quindi è improbabile che la situazione cambi presto. Tuttavia, la Brexit potrebbe portare a diversi problemi.

Il governo spagnolo potrebbe scegliere di porre fine alla libera circolazione tra la Spagna e il piccolo scoglio. L'importanza di ciò non può essere sottovalutata: più della metà dei dipendenti delle società di gioco d'azzardo a Gibilterra si sposta dalla Spagna ogni giorno. Ciò potrebbe facilmente portare i bookmaker a essere costretti a cambiare posizione per la loro sede. Molti dei file migliori opzioni di casinò online in Irlanda sono gestiti da società con sede a Gibilterra; Betvictor, Bet365, Boylesports ecc.E queste società potrebbero cercare di spostare la sede altrove.

È molto difficile prevedere se l'aliquota fiscale rimarrà la stessa. A seconda della posizione della Spagna, potrebbe esserci motivo di aumentare l'aliquota di tassazione o addirittura di diminuirla.

Se le società di gioco d'azzardo sono costrette a trasferirsi, i due effetti che i giocatori d'azzardo probabilmente sperimenteranno sono un piccolo numero di società di gioco che dichiarano bancarotta e offerte potenzialmente meno redditizie poiché le società avranno meno probabilità di offrirle. Allo stesso modo, le società di gioco d'azzardo potrebbero potenzialmente trasferirsi in un altro paradiso fiscale.

Regolamento e licenza

Fortunatamente per i giocatori d'azzardo britannici, il Regno Unito è sempre stato separato dal resto dell'UE per tutto ciò che riguarda la regolamentazione e le licenze, che si tratti di scommesse sportive, casinò online o qualsiasi altra cosa. Ad esempio, nel Regno Unito, puoi iscriverti a un casinò online solo con una prova di indirizzo e una foto di identificazione legale, ma in diversi paesi dell'UE come la Francia, hai bisogno di una lettera da inviare a casa tua per avviare il tuo account.

A questo proposito, è probabile che cambi molto poco per quanto riguarda la regolamentazione e le licenze che le società di gioco d'azzardo devono rispettare. Semmai, è probabile che le società britanniche ed europee continueranno a differire sempre di più, e quindi quasi ogni interazione tra le società di gioco del Regno Unito e le società di gioco dell'UE diventerà impossibile.

È improbabile che ciò abbia un impatto sui giocatori in un modo che noteranno. Se l'Unione Europea diventa più severa riguardo al gioco d'azzardo e gli Stati Uniti mantengono la posizione sul gioco d'azzardo che hanno attualmente, il Regno Unito potrebbe diventare uno dei posti migliori per tutte le forme di gioco d'azzardo nel mondo.

Potenziali altre uscite

Una possibile conseguenza della Brexit potrebbe essere che diventi un esempio per altri paesi. Se un paese con l'influenza e l'economia del Regno Unito può lasciare l'UE e fare bene, è probabile che altri paesi seguano l'esempio.

Se ciò accade, è probabile che ogni paese abbia la propria legislazione e le proprie licenze per il gioco d'azzardo. Ciò non dovrebbe avere un effetto enorme sugli scommettitori britannici; tuttavia, rende molto più complicato qualsiasi coordinamento tra società di gioco d'azzardo di paesi diversi. Significa anche che saranno disponibili solo società di gioco d'azzardo nazionali, ma il Regno Unito ha già un discreto numero di società che operano già.

Conclusione

È molto difficile dire con certezza cosa accadrà all'industria del gioco d'azzardo dopo la Brexit. Gibilterra sarà probabilmente la più colpita e potrebbe potenzialmente perdere molte società che lascerebbero poiché Gibilterra non sarebbe più una regione così efficace da cui gestire una società di gioco d'azzardo.

Per il giocatore medio, non cambierà molto a breve termine poiché le licenze sono sempre state specifiche del Regno Unito, il che è un vantaggio. A lungo termine, ci potrebbe essere una minore competitività e una diminuzione delle promozioni, ma questo è ancora da vedere.

Continua a leggere
pubblicità

Facebook

Twitter

Trending