Seguici sui social

Kazakistan

Il successo economico del Kazakistan: un viaggio di trasformazione e crescita

SHARE:

Pubblicato il

on

Il Kazakistan, il più grande paese senza sbocco sul mare del mondo e un attore chiave nell’Asia centrale, ha fatto passi da gigante nel suo sviluppo economico negli ultimi tre decenni. Dai primi anni di indipendenza successivi al crollo dell’Unione Sovietica fino al suo attuale status di mercato emergente, la storia di successo economico del Kazakistan è caratterizzata da riforme strategiche, sforzi di diversificazione e impegno per una crescita sostenibile. Questo articolo esplora i fattori chiave alla base dei risultati economici del Kazakistan e gli sforzi in corso per garantirne la prosperità futura.

Contesto storico e sfide iniziali

Dopo la sua indipendenza nel 1991, il Kazakistan ha dovuto affrontare sfide economiche significative. La transizione da un’economia pianificata centralmente a un sistema basato sul mercato è stata irta di difficoltà, tra cui l’inflazione, la disoccupazione e la necessità di creare nuove istituzioni economiche. Tuttavia, il paese ha rapidamente avviato una serie di riforme volte a stabilizzare l’economia e gettare le basi per una crescita a lungo termine.

Riforme strategiche e liberalizzazione del mercato

Sotto la guida del suo primo presidente, Nursultan Nazarbayev, il Kazakistan ha attuato un vasto programma di riforme economiche. Queste includevano la privatizzazione delle imprese statali, la liberalizzazione del commercio e l’introduzione di un quadro giuridico favorevole alle attività commerciali. Il governo si è inoltre concentrato sull’attrazione di investimenti diretti esteri (IDE) per rilanciare vari settori dell’economia.

Uno dei primi successi più significativi è stata l'attrazione di ingenti investimenti diretti esteri nel settore del petrolio e del gas del paese. Il Kazakistan, con le sue vaste riserve di idrocarburi, è diventato uno dei principali attori nel mercato energetico globale. Le partnership con compagnie petrolifere internazionali hanno facilitato lo sviluppo di giacimenti petroliferi chiave come Tengiz e Kashagan, guidando la crescita economica e generando ricavi significativi.

Diversificazione economica e politica industriale

Riconoscendo i rischi associati all’eccessiva dipendenza dalle esportazioni di petrolio e gas, il Kazakistan ha compiuto sforzi concertati per diversificare la propria economia. Il governo ha lanciato diverse iniziative volte allo sviluppo delle industrie non estrattive e alla riduzione della dipendenza dalle risorse naturali.

Sviluppo dei settori non petroliferi

La politica economica “Nurly Zhol” (Percorso luminoso) del Kazakistan, introdotta nel 2014, si concentra sullo sviluppo delle infrastrutture, sull’industrializzazione e sul miglioramento della connettività. Questo programma ha portato a investimenti significativi in ​​progetti di trasporto, logistica e infrastrutture, migliorando la connettività nazionale e regionale e promuovendo l’integrazione economica.

pubblicità

La "Strategia Kazakistan 2050" delinea obiettivi a lungo termine per la diversificazione e la modernizzazione economica. Le principali aree di interesse includono l’agricoltura, la produzione e le tecnologie digitali. Gli sforzi per sviluppare il settore agricolo hanno portato ad un aumento della produttività e delle esportazioni, rendendo il Kazakistan un attore chiave nel mercato globale dei cereali. Nel frattempo, la promozione dei cluster manifatturieri e industriali ha stimolato la crescita di settori quali macchinari, prodotti chimici e metallurgia.

 DIGITAL TRANSFORMATION

L'iniziativa "Digital Kazakhstan", lanciata nel 2017, mira a guidare la trasformazione digitale del Paese e a promuovere un'economia basata sulla conoscenza. Il programma si concentra sul miglioramento delle infrastrutture digitali, sulla promozione dell’innovazione e sul rafforzamento dell’alfabetizzazione digitale. Di conseguenza, il Kazakistan ha visto una crescita significativa nel suo settore tecnologico, con l’emergere di startup e una maggiore adozione di tecnologie digitali in vari settori.

Riforme del settore finanziario e clima di investimento

Il Kazakistan ha intrapreso riforme significative per rafforzare il proprio settore finanziario e migliorare il clima generale degli investimenti. L’istituzione dell’Astana International Financial Center (AIFC) nel 2018 ha segnato un’importante pietra miliare in questo senso. L’AIFC, con il proprio sistema giuridico basato sulla common law inglese, mira ad attrarre investitori globali e posizionare il Kazakistan come centro finanziario regionale.

Gli sforzi volti a migliorare la trasparenza, razionalizzare i processi normativi e combattere la corruzione hanno contribuito a creare un contesto imprenditoriale più favorevole. Queste riforme hanno rafforzato la fiducia degli investitori e portato ad un aumento degli investimenti diretti esteri in vari settori oltre al petrolio e al gas.

Sviluppo sostenibile e Green Economy

Il Kazakistan è stato anche proattivo nell’affrontare le sfide ambientali e nel promuovere lo sviluppo sostenibile. Il Paese ha fissato obiettivi ambiziosi per lo sviluppo delle energie rinnovabili, con l’obiettivo di aumentare la quota di energie rinnovabili nel suo mix energetico. Gli investimenti in progetti eolici, solari e idroelettrici fanno parte della strategia del Kazakistan per ridurre la propria impronta di carbonio e passare a un’economia più verde.

Nel 2013, il Kazakistan ha lanciato il Green Economy Concept, che delinea un approccio globale allo sviluppo sostenibile. Questa iniziativa comprende misure per migliorare l’efficienza delle risorse, promuovere tecnologie pulite e rafforzare la protezione ambientale. L'impegno del Kazakistan per la sostenibilità è ulteriormente esemplificato dalla sua partecipazione attiva agli accordi e alle iniziative internazionali sul clima.

Il successo economico del Kazakistan testimonia la sua visione strategica, le riforme robuste e l’impegno per la diversificazione e la sostenibilità. Dal superare le sfide della transizione post-sovietica al diventare un mercato dinamico ed emergente, il Kazakistan ha fatto passi da gigante nel suo sviluppo economico. Mentre il Paese continua a destreggiarsi tra le complessità dell’economia globale, la sua attenzione alla modernizzazione, all’innovazione e alla crescita sostenibile sarà cruciale per garantire prosperità e resilienza a lungo termine.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending