Seguici sui social

Huawei

Più di 100 posti di lavoro saranno creati da Huawei in Irlanda

Corrispondente tecnologico

Pubblicato

on

Huawei ha annunciato oggi (21 febbraio) che creerà altri 110 nuovi posti di lavoro in Irlanda entro la fine del 2022, portando ad almeno 310 il totale dei nuovi posti di lavoro che avrà aggiunto in un periodo di tre anni dal 2019 al 2022, più che raddoppiato. la sua forza lavoro in quel periodo. Huawei investirà 80 milioni di euro in ricerca e sviluppo (R&S) irlandese nei prossimi due anni per sostenere la sua attività in crescita in Irlanda.

Negli ultimi 15 mesi, Huawei ha creato 200 posti di lavoro in Irlanda, oltre a investire 60 milioni di euro in ricerca e sviluppo. Nei prossimi due anni, Huawei investirà altri 80 milioni di euro in ricerca e sviluppo in Irlanda, raddoppiando il suo impegno dal 2019. *

I nuovi posti di lavoro soddisferanno la crescente domanda di prodotti e servizi di Huawei nelle sue vendite, ricerca e sviluppo, sviluppo IT e nella sua divisione consumer. L'azienda si concentra fortemente sull'aiutare i suoi partner commerciali a implementare il 5G in tutta l'Irlanda nei prossimi anni. I lavori saranno principalmente basati nella sua sede centrale di Dublino e in tutte le operazioni a Cork e Athlone.

L'investimento è sostenuto dal governo irlandese tramite IDA Ireland.

Commentando l'annuncio, Tánaiste e il ministro per le Imprese, il commercio e l'occupazione Leo Varadkar hanno dichiarato: “La notizia che Huawei creerà 110 nuovi posti di lavoro è molto gradita. L'azienda sta creando nuovi posti di lavoro in un momento in cui ne abbiamo davvero bisogno con così tante persone senza lavoro. Nonostante tutte le attuali incertezze e sfide, l'Irlanda continua ad attrarre investimenti di prim'ordine da società tecnologiche globali. Questi 110 posti di lavoro, che si aggiungono ai 200 creati negli ultimi 15 mesi, saranno accompagnati da un investimento di 80 milioni di euro nella ricerca e sviluppo irlandese. Auguro buona fortuna all'azienda con questa espansione. "

Confermando gli ultimi piani di reclutamento, Tony Yangxu, amministratore delegato di Huawei Irlanda, ha dichiarato: “Siamo lieti di vedere una tale crescita della nostra forza lavoro e delle nostre attività. Huawei ha un impegno a lungo termine in Irlanda, dove dal 2004 abbiamo creato un team di livello mondiale al servizio delle nostre basi di clienti consumer e aziendali in continua crescita. L'annuncio di oggi testimonia la forza di questi, nonché il successo in corso del nostro programma di ricerca e sviluppo, per il quale abbiamo impegnato 70 milioni di euro nel 2019. La nostra storia in Irlanda è una storia di reciproco successo, poiché assistiamo con il digitale nazionale trasformazione e l'Irlanda continua a far crescere la sua reputazione internazionale come ambiente favorevole al business con grandi talenti disponibili ".

Il CEO di IDA Ireland Martin Shanahan ha aggiunto: “Questo è un investimento gradito da parte di Huawei, che si aggiungerà in modo sostanziale alla tecnologia e all'ecosistema di ricerca e sviluppo dell'Irlanda. Il continuo impegno dell'azienda in investimenti significativi in ​​ricerca e sviluppo e nella creazione di posti di lavoro di alto valore dimostra la fiducia di Huawei in Irlanda e il pool di talenti disponibile qui ".

Huawei ha una vasta gamma di attività in Irlanda, dove serve tutti i principali fornitori di telecomunicazioni con prodotti e soluzioni aziendali.

Le operazioni di ricerca e sviluppo di Huawei in Irlanda lavorano a stretto contatto con i centri di ricerca della Science Foundation Ireland, tra cui Adapt, Connect e Lero, oltre a collaborare con DCU, Trinity, UCD, UCC e UL. I suoi sforzi di ricerca e sviluppo in Irlanda si concentrano sulle aree di video, cloud computing, intelligenza artificiale (AI), ingegneria dell'affidabilità del sito e casi d'uso dei consumatori 5G.

Nel 2020, Huawei Ireland ha iniziato a supportare Ocean Research & Conservation Ireland attraverso il suo programma di inclusione digitale globale TECH4ALL. Huawei Ireland sta fornendo una borsa di studio per la ricerca e supporto tecnologico a ORC Ireland in quanto conduce il primo studio in tempo reale dell'impatto del traffico marittimo sulle balene nelle acque irlandesi. Huawei Ireland ha anche lanciato il programma di borse di studio "TECH4HER" in collaborazione con la Technological University Dublin (TU Dublin) e l'University College Dublin (UCD), volto a sostenere le studentesse che studiano materie STEM.

Huawei Ireland è stata recentemente annunciata come Top Employer regionale 2021 dal Top Employers Institute. Ogni anno, Top Employers Institute certifica le organizzazioni che si concentrano sul mettere le loro persone al primo posto attraverso le loro eccezionali politiche di risorse umane. Il programma Top Employers Institute certifica le organizzazioni in base alla partecipazione e ai risultati del loro sondaggio sulle migliori pratiche HR. Questo sondaggio copre 6 domini delle risorse umane costituiti da 20 argomenti come strategia per le persone, ambiente di lavoro, acquisizione di talenti, apprendimento, benessere, diversità e inclusione e altro ancora.

Informazioni su Huawei Irlanda

Huawei è un fornitore leader a livello mondiale di infrastrutture per la tecnologia dell'informazione e della comunicazione (TIC) e dispositivi intelligenti. Con soluzioni integrate in quattro domini chiave - reti di telecomunicazioni, IT, dispositivi intelligenti e servizi cloud - Huawei si impegna a portare il digitale a ogni persona, casa e organizzazione per un mondo intelligente e completamente connesso. Huawei impiega oltre 194,000 persone in 170 paesi in tutto il mondo.

Huawei è in Irlanda dal 2004, con la sua attività che ora serve oltre 3 milioni di persone e supporta oltre 860 posti di lavoro diretti e indiretti.

Le attività commerciali di Huawei in Irlanda continuano a prosperare. La connettività intelligente con le tecnologie in fibra e 5G è iniziata e rafforzerà il mercato delle reti mobili e delle reti a banda larga con le tecnologie AI e IOT. Huawei Ireland sta lavorando a stretto contatto con operatori e partner locali e si concentra sulla promozione di futuri talenti e professionisti altamente qualificati in queste aree in tutto il paese.

Huawei collabora con numerose istituzioni irlandesi di terzo livello, tra cui Trinity College Dublin, Dublin City University, University of Limerick, University College Dublin e University College Cork, finanziando la vitale ricerca irlandese su video, intelligenza artificiale e cloud computing. L'azienda è inoltre partner dei principali centri della Science Foundation Ireland come Connect, Insight, Adapt e Lero.

Huawei Ireland sta supportando Ocean Research & Conservation Ireland, un'organizzazione senza scopo di lucro "a impatto" con sede a Cork, per condurre il primo studio in tempo reale dell'Irlanda per valutare l'impatto del traffico marittimo sulle balene nelle acque irlandesi. Il nuovo studio vedrà il dispiegamento di apparecchiature di monitoraggio acustico nel Mar Celtico in luoghi in cui sono stati registrati avvistamenti di balene e altri animali selvatici. L'apparecchiatura sarà in grado di ascoltare i movimenti delle balene e, con l'aiuto di modelli di apprendimento automatico, per migliorare l'analisi dei dati, per la prima volta fornirà un rilevamento quasi in tempo reale.

Nel 2020, Huawei Ireland ha lanciato il programma di borse di studio 'TECH4HER' in collaborazione con la Technological University Dublin (TU Dublin) e l'University College Dublin (UCD), volto a supportare le studentesse che studiano materie STEM. Le borse di studio sono disponibili sia a livello universitario che post-laurea. Oltre al supporto finanziario, TECH4HER offre anche l'opportunità di impegnarsi in un programma di mentoring con rappresentanti di Huawei.

Cina

Il CEO di Huawei chiede un allentamento delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina

Corrispondente tecnologico

Pubblicato

on

Il fondatore e CEO di Huawei Ren Zhengfei (nella foto) ha esortato la nuova amministrazione statunitense ad adottare una politica più aperta nei confronti delle società cinesi, sebbene abbia ammesso che il fornitore non si aspettava che le attuali restrizioni sarebbero state revocate scrive Chris Donkin.

Intervenendo a una tavola rotonda sui media, Ren ha detto che la società voleva concentrarsi sulla realizzazione di buoni prodotti e non aveva “l'energia per essere coinvolta in questo vortice politico”.

L'esecutivo ha continuato a chiedersi se l'atteggiamento aggressivo degli Stati Uniti nei confronti delle società cinesi fosse vantaggioso per la propria economia e attività.

Tuttavia, ha ammesso che sarebbe "estremamente difficile" per le autorità degli Stati Uniti revocare le restrizioni già imposte a Huawei.

Huawei era l'obiettivo di un campagna sostenuta contro di essa guidato dall'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, con varie restrizioni imposte alle attività della società, inclusi i divieti alle società statunitensi che forniscono il fornitore.

Le regole lo hanno gravemente limitato il business dei telefoni Huawei oltre a ostacolare la sua unità di reti: gli Stati Uniti ha convinto con successo diversi paesi seguire il suo esempio nel vietare al fornitore di fornire apparecchiature di rete 5G per motivi di sicurezza.

Da allora Trump è stato sostituito di Joe Biden, anche se finora non vi è stata alcuna indicazione che ciò avrebbe portato a un allentamento delle restrizioni nei confronti dell'azienda o dei suoi colleghi locali.

Durante la sessione Ren ha anche ribadito commenti precedenti affermando che Huawei era aperta negoziazioni con aziende con sede negli Stati Uniti sulla concessione di licenze per la sua tecnologia, anche se ha notato che nessuno l'aveva contattato finora.

Continua a leggere

Frontpage

Huawei apre un nuovo fronte nella lotta FCC

Corrispondente tecnologico

Pubblicato

on

Huawei ha intensificato un litigio con la Federal Communications Commission (FCC), intentato una causa per cercare di invertire la designazione del regolatore degli Stati Uniti come una minaccia alla sicurezza nazionale, scrive Diana Goovaerts.

Il venditore cinese ha sostenuto in un tribunale che la FCC ha superato la sua autorità statutaria nel nominarla una minaccia e l'etichetta era "arbitraria, capricciosa e un abuso di discrezione, e non supportata da prove sostanziali".

Ha chiesto a un giudice di scartare la designazione della FCC e "fornire un altro sollievo che questa corte ritenga appropriato".

Lo ha detto un rappresentante della FCC Mobile World Live la designazione era "basata su un corpo sostanziale di prove sviluppate dalla FCC e da numerose agenzie di sicurezza nazionale degli Stati Uniti", aggiungendo "continueremo a difendere quella decisione".

La FCC ha formalmente nominato Huawei e la rivale cinese ZTE come minacce alla sicurezza nel giugno 2020 e successivamente ricorsi respinti da entrambe le società che contestano le loro designazioni.

In base a una regola FCC adottata nel novembre 2019, il titolo impedisce agli operatori statunitensi di utilizzare finanziamenti governativi per acquistare o mantenere apparecchiature da entrambi i fornitori.

La causa di Huawei è separata da azione legale presa contro la FCC nel dicembre 2019 volta a ribaltare la regola.

l'azienda perso un tentativo precedente annullare le restrizioni statunitensi sugli appaltatori governativi che utilizzano i suoi prodotti.

Continua a leggere

Huawei

Huawei lancia il primo impianto di produzione europeo nel suo genere

Corrispondente Reporter UE

Pubblicato

on

Huawei annuncia il lancio ufficiale della Huawei European Wireless Factory, che sarà situata nel Brumath Business Parc nella regione del Grand Est della Francia.

Continua a leggere

Twitter

Facebook

Trending