Seguici sui social

Francia

"Abbiamo salvato la Repubblica!" -Il Nuovo Fronte Popolare rivendica la vittoria sia su Macron che su Le Pen

SHARE:

Pubblicato il

on

Il principale exit poll pone il Nuovo Fronte Popolare di sinistra sulla buona strada per diventare il blocco più grande nell’Assemblea nazionale francese, dopo il secondo turno di votazioni nelle elezioni anticipate indette dal presidente Macron. Il sondaggio Ipsos per France Télévisions prevede tra 172 e 192 seggi per la NPF, 150-170 per l'alleanza Ensemble di Emmanuel Macro e 132-152 per il Raggruppamento Nazionale di Marine Le Pen, in testa dopo il primo turno di votazioni di una settimana fa.

I 57-67 deputati dei repubblicani, successori dei gollisti, dovrebbero essere divisi tra coloro che sosterrebbero la scelta di Le Pen come primo ministro, Jordan Bardella, e coloro che voterebbero sempre contro un partito che percepiscono come una minaccia fondamentale per il sistema politico. Quinta Repubblica, fondata da Charles De Gaulle.

Appena pubblicato il sondaggio, Jean Luc Mélenchon, leader del Nuovo Fronte Popolare, ha proclamato di aver “salvato la Repubblica”. Gran parte del suo fuoco era diretto al presidente Macron, ampiamente criticato per aver indetto le elezioni in primo luogo. Lo ha invitato a riconoscere la sua sconfitta e a non cercare di aggirarla in alcun modo.

“È dovere del Presidente chiedere al Nuovo Fronte Popolare di governare il Paese”, ha affermato. Ha aggiunto che una coalizione con partiti esterni al blocco NPF non è accettabile, anche se non si dirige verso la maggioranza assoluta dei 577 seggi dell'Assemblea nazionale. Non negozieranno ma cercheranno di attuare il loro manifesto, che promette un accordo migliore per i lavoratori e tasse più alte per i ricchi.

La maggior parte dei seggi dell'NPF saranno occupati da deputati del partito Francia Indomita di Mélenchon e dei socialisti guidati da Oliver Faure. Ha parlato subito dopo Mélenchon e ha detto che ci dovrebbe essere un governo con “un solo programma, il programma del Nuovo Fronte Popolare.

Faure ha avvertito i repubblicani e i deputati dell'alleanza President's Ensemble di “non dovrebbero mai votare insieme all'estrema destra, per impedire al Nuovo Fronte Popolare di governare il paese”.

pubblicità

Jordan Bardella told supporters who had gathered expecting to celebrate a National Rally victory that an “unnatural” and “dishonourable alliance” had “deprived the French people”. He was referring to the practice, long established in French politics, where third-placed candidates from parties opposed to the far right stand down in favour of candidates better placed to defeat the National Rally and its predecessor parties.

“Tonight, these alliances throw France into the arms of the far left of Jean-Luc Mélenchon”, Jordan Bardella said. Nevertheless he claimed that by doubling its number of deputies in the National Assembly, his party had laid “the cornerstones of tomorrow’s victory”. It was a sentiment echoed by Marine Le Pen when she spoke, “victory has only been delayed”, she said.

Il primo ministro Gabriel Attal, che fa parte dell'alleanza Ensemble, ha detto che presenterà le sue dimissioni a Emmanuel Macron. Non è previsto che il presidente stesso parli subito, in una dichiarazione rilasciata a suo nome si legge che prima analizzerà i risultati e poi “rispetterà la scelta del popolo francese”.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending