Seguici sui social

Francia

Il governo francese sopravvive alla mozione di sfiducia

SHARE:

Pubblicato il

on

Il governo del presidente Emmanuel Macron è sopravvissuto per poco a una mozione di sfiducia all'Assemblea nazionale lunedì (20 marzo). La camera bassa non è stata in grado di bloccare a altamente impopolare riforma del sistema pensionistico.

Una mozione tripartisan di sfiducia è stata sostenuta da 278 parlamentari. È stato presentato da un partito centrista e da altri partiti. Questo voto è nove in meno rispetto ai 287 richiesti per avere successo.

Il National Rally (RN) di estrema destra ha presentato una seconda mozione di sfiducia che è stata sconfitta da altri partiti di opposizione.

Un voto di sfiducia avrebbe sconfitto il governo e posto fine alla legislazione che innalzato l'età pensionabile due anni a 64.

Macron si sentirà sollevato dal risultato, ma ci sono ancora notevoli venti contrari.

Uno, la sua incapacità di ottenere un sostegno sufficiente dal parlamento per votare sulla sua riforma delle pensioni ha ostacolato il suo programma riformista. Indebolisce anche la sua leadership.

Gli analisti di Barclays hanno affermato che il governo non sarebbe stato rimosso, ma sarebbe stato "significativamente indebolito". Tuttavia, le proteste sociali contro le riforme continuerebbero probabilmente per alcune settimane, il che potrebbe influire negativamente sull'economia francese.

I sindacati e i manifestanti erano arrabbiati per la riforma e per il fatto che non fosse stata votata, e hanno detto che avrebbero continuato a scioperare e protestare.

pubblicità

Helene Mayans del sindacato CGT ha detto, a un raduno di Parigi, "Ci incontreremo di nuovo giovedì".

Violento agitazione è scoppiata in tutto il paese e i sindacati si sono impegnati ad aumentare la loro azione di sciopero. Questo lascia Macron di fronte al sfida più seria all'autorità che ha affrontato dalla "Rivolta dei Gilet Gialli" più di quattro anni fa.

Giovedì (23 marzo) si terrà la nona giornata nazionale di sciopero o protesta.

Il Consiglio costituzionale potrebbe anche impugnare il disegno di legge dai partiti di opposizione e potrebbe decidere di annullarlo, se ritiene che violi la costituzione.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending