Seguici sui social

Francia

La polizia e i manifestanti di Parigi si scontrano per la terza notte sulla pensione di Macron

SHARE:

Pubblicato il

on

La polizia di Parigi si è scontrata con i manifestanti per la terza notte sabato (18 marzo) mentre migliaia di persone hanno marciato in tutto il paese tra la rabbia per il governo che spinge un aumento dell'età pensionabile statale senza voto parlamentare.

I crescenti disordini e gli scioperi hanno lasciato il presidente Emmanuel Macron di fronte alla più grave sfida alla sua autorità dalle proteste dei cosiddetti "Gilets Jaunes" (Gilet Gialli) di quattro anni fa.

"Macron, dimettiti!" e "Macron crollerà, vinceremo", hanno cantato i manifestanti in Place d'Italie, nel sud di Parigi. La polizia antisommossa ha usato gas lacrimogeni e si è scontrata con alcuni tra la folla mentre i bidoni della spazzatura venivano dati alle fiamme.

Le autorità municipali avevano vietato i raduni nella centrale Place de la Concorde di Parigi e nei vicini Champ-Elysées sabato notte dopo le manifestazioni che hanno portato a 61 arresti la notte precedente. Ci sono stati 81 arresti nella notte di sabato.

In precedenza nella capitale francese, un gruppo di studenti e attivisti del collettivo "Revolution Permanente" ha invaso brevemente il centro commerciale Forum des Halles, sventolando striscioni chiedendo uno sciopero generale e gridando "Parigi alzati, alzati", video sui social media mostrato.

La televisione BFM ha anche mostrato immagini di manifestazioni in corso in città come Compiègne a nord, Nantes a ovest e Marsiglia a sud. A Bordeaux, nel sud-ovest, la polizia ha usato gas lacrimogeni anche contro i manifestanti che avevano appiccato un incendio.

"La riforma deve essere attuata... La violenza non può essere tollerata", ha dichiarato il ministro delle finanze Bruno Le Maire al quotidiano Le Parisien.

pubblicità

Un'ampia alleanza dei principali sindacati francesi ha affermato che continuerà a mobilitarsi per cercare di forzare un'inversione a U sui cambiamenti. Giovedì è prevista una giornata di azione sindacale a livello nazionale.

La spazzatura si è accumulata per le strade di Parigi dopo che i lavoratori dei rifiuti si sono uniti all'azione.

Circa il 37% del personale operativo a TotalEnergie' (TTEF.PA) Raffinerie e depositi - in siti tra cui Feyzin nel sud-est della Francia e in Normandia nel nord - sono stati in sciopero sabato, ha detto un portavoce della compagnia. Continuano gli scioperi a rotazione sulle ferrovie.

Mentre otto giorni di proteste a livello nazionale da metà gennaio e molte azioni sindacali locali sono stati finora in gran parte pacifici, i disordini degli ultimi tre giorni ricordano le proteste dei gilet gialli scoppiate alla fine del 2018 per gli alti prezzi del carburante. Quelle manifestazioni hanno costretto Macron a una parziale inversione di marcia sulla carbon tax.

La revisione di Macron aumenta l'età pensionabile di due anni a 64 anni, che secondo il governo è essenziale per garantire che il sistema non fallisca.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending