Seguici sui social

France

A Meaux, la disillusione ha spinto gli elettori verso la rinascente estrema destra francese

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

Marine Le Pen (candidato del partito nazionale francese di estrema destra (candidato del partito Rassemblement National) vota al secondo turno delle elezioni parlamentari francesi in un seggio elettorale di Henin-Beaumont, Francia, 19 giugno 2022.

Sandrine Marchal, un'assistente sanitaria, ha iniziato a votare per i partiti di estrema destra diversi anni fa dopo essere rimasta frustrata dalla sua incapacità di sbarcare il lunario. La sua città natale di Meaux, una roccaforte conservatrice della Parigi orientale, ha fatto lo stesso cambiamento politico domenica.

È noto per il suo formaggio brie ed è stato uno dei tanti collegi elettorali caduti nel partito nazionale di Rassemblement Marine Le Pen. Questo è stato quando gli elettori frustrati hanno sfogato la loro rabbia contro il presidente Emmanuel Macron.

Il partito di Le Pen ha vinto domenica 89 seggi, 10 in più rispetto al 2017, e il numero più alto di sempre all'Assemblea nazionale. Sarà la prima volta che potrà formare una commissione parlamentare. Ciò consentirà di ricevere più finanziamenti pubblici, più tempo di parola e altri poteri legislativi.

Marchal ha affermato che il suo malcontento era radicato in un sentimento di abbandono dallo stato. Ha anche affermato di ritenere che gli immigrati siano meglio assistiti.

"Ho due lavori e non ricevo assistenza statale. Non lavorano e ricevono tutto l'aiuto", ha affermato il 50enne che era solito votare i conservatori.

"Non sono razzista, ma lo diventerai prima o poi."

pubblicità

Rassemblement National (RN), sostenitori, ha definito il risultato uno "tsunami nella politica francese". Riflette le profonde divisioni in Francia e gli sforzi di Le Pen per demonizzare il suo partito negli ultimi cinque anni.

Le Pen ha dichiarato lunedì di essere stato piacevolmente sorpreso dalla mobilitazione dei suoi connazionali e dal loro desiderio che l'immigrazione, l'insicurezza e la lotta contro l'islamismo non siano perse dall'Assemblea nazionale.

Beatrice Roullaud, una candidata di estrema destra, ha ottenuto il 52% dei voti a Meaux battendo il candidato per una coalizione di sinistra. Più della metà degli elettori registrati non ha votato nei seggi elettorali.

Jean-Francois Cope, un sindaco conservatore, si è detto preoccupato per il fatto che "i valori della Repubblica" non saranno rappresentati nel collegio elettorale. Tuttavia, non ha chiesto un voto contro il candidato di estrema destra tra i round.

Celine Desbois (51), ha detto di aver votato per il partito di Le Pen perché si sentiva più vulnerabile nella sua città natale e voleva dare un messaggio a Macron.

Ha dichiarato: "Sono un'assistente sociale. Votare RN è contro quello che faccio. Ma era necessario che il governo agisse". Sua figlia di 21 anni ha votato RN.

Daisy Hawa Jumapli (segretaria di 60 anni) stava camminando lungo la stessa strada principale ed ha espresso la sua tristezza per il razzismo strisciante in Francia.

Ha detto: "Dobbiamo essere gentili gli uni con gli altri".

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending