Seguici sui social

Bangladesh

Celebrazione del Capodanno Bangla a Bruxelles: amici stranieri immersi nella cultura bengalese 

SHARE:

Pubblicato il

on

Con la partecipazione spontanea di amici internazionali e membri della comunità del Bangladesh in Belgio, l'Ambasciata del Bangladesh a Bruxelles ha celebrato ieri il "Pohela Baishakh-1431" e la riunione dell'Eid nei sereni prati della Bangladesh House a Bruxelles..

Il momento clou dell'evento è stata la straordinaria esibizione di un'eminente artista di danza del Bangladesh, la signora Tamanna Rahman. Ha affascinato gli ospiti con danze boishakhi, canzoni popolari e patriottiche del Bangladesh. Attraverso le sue danze, gli amici stranieri sono stati testimoni della storia di come i bengalesi salutano il vecchio anno e accolgono il nuovo, il trionfo del bene sul male. Ha presentato le filosofie di poeti mistici come Lalon, Hason Raja e il musicista Baul Shah Abdul Karim e il modo in cui hanno influenzato la vita rurale in Bangladesh. La leadership di Bangabandhu nella lotta per l'indipendenza del Bangladesh e nello sviluppo del paese è stata magnificamente evidenziata attraverso la danza e la musica.

Nel suo discorso, l'ambasciatore del Bangladesh in Belgio e Lussemburgo e capo della missione presso l'UE, Mahbub Hassan Saleh, ha affermato che Pohela Boishakh è il più grande festival nazionale laico apprezzato all'unanimità da tutti i bengalesi, indipendentemente dalla classe, dal sesso, dall'età e dalla religione. Augurando a tutti un felice anno nuovo bengalese, ha evidenziato lo spirito di libertà e laicità che è al centro delle celebrazioni di Pohela Boishakh e ciò per cui hanno combattuto i bengalesi nella guerra di liberazione del 1971 guidata da Bangabandhu Sheikh Mujibur Rahman. Ha fatto eco alle parole del Primo Ministro Sheikh Hasina secondo cui la religione è per gli individui e le feste sono per tutti – uno spirito che pervade con orgoglio le celebrazioni in Bangladesh.

Musica e danza sono state presentate anche dai giovani e dai bambini della comunità del Bangladesh e dalla famiglia dell'Ambasciata. Il giovane compositore musicale belga, Thomas Arnett, ha affascinato il pubblico suonando una serie di canzoni bengalesi con il tradizionale flauto del Bangladesh.

Anche se il Capodanno di Babgla cade in aprile, l'Ambasciata ha organizzato una celebrazione più tardiva perché il Ramadan si svolgeva in aprile. Ciò ha permesso agli ospiti di godersi insieme le celebrazioni di Boishakhi e la riunione dell'Eid.

Il programma della giornata è iniziato con il tradizionale Shobhajatra mongolo (Raduno per la Pace di Capodanno) al quale hanno preso parte con entusiasmo sia dignitari stranieri che membri della comunità del Bangladesh, vestiti con abiti colorati.

pubblicità

Per l'occasione, i giardini sono stati decorati con poster tradizionali, motivi boishakh, palloncini, festoni e altri accessori boishakh per mostrare la cultura bengalese e creare l'atmosfera dell'annuncio del Noboborsho. Al programma hanno partecipato quasi 400 ospiti tra cui ambasciatori e diplomatici di diverse missioni, dignitari del paese ospitante e delle istituzioni dell'UE, amici dei think tank, della comunità imprenditoriale, dei media internazionali, della comunità del Bangladesh e altri ospiti. 

Durante l'evento è stata servita un'ampia gamma di cibi e snack tradizionali bengalesi, tra cui pitha. Né la pioggia battente né le raffiche di vento hanno potuto smorzare l'entusiasmo degli ospiti nel godersi il programma con festosità e fervore. Fedele allo spirito di Boishakh, l'evento ha ringiovanito tutti con la luce di una nuova speranza e di giorni luminosi a venire.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending