Seguici sui social

Kazakistan

Il presidente Kassym-Jomart Tokayev del Kazakistan: architetto della modernizzazione e della visione diplomatica

SHARE:

Pubblicato il

on

Kassym-Jomart Tokayev, l'attuale presidente del Kazakistan, è stato in prima linea in importanti riforme politiche, economiche e sociali da quando ha assunto l'incarico nel marzo 2019. La sua presidenza segna un nuovo capitolo nella storia post-sovietica del Kazakistan, caratterizzato da una fusione strategica di modernizzazione, diplomazia e impegno per lo sviluppo socioeconomico.

Riforme politiche e transizione democratica

Uno dei principali successi del presidente Tokayev è stata la sua spinta a promuovere l'apertura politica e la governance democratica. Riconoscendo la necessità di un maggiore impegno pubblico nel processo politico, ha implementato una serie di riforme volte a migliorare la trasparenza politica e ad aumentare la partecipazione dei cittadini.

Nel 2020, Tokayev ha introdotto un pacchetto di riforme politiche, tra cui la semplificazione delle procedure di registrazione dei partiti, la riduzione della soglia per l’ingresso dei partiti politici in parlamento e la garanzia di una maggiore rappresentanza delle donne e dei giovani nel processo legislativo. Queste misure sono progettate per diversificare il panorama politico e incoraggiare un processo democratico più vivace e inclusivo.

Modernizzazione e diversificazione economica

Sotto la guida di Tokayev, il Kazakistan ha continuato i suoi sforzi per modernizzare e diversificare la propria economia, abbandonando un’eccessiva dipendenza dalle esportazioni di petrolio e gas. La sua amministrazione ha dato priorità allo sviluppo delle industrie non estrattive, promuovendo settori come l’agricoltura, l’industria manifatturiera e la tecnologia digitale.

L’iniziativa “Digital Kazakhstan”, pietra angolare della strategia economica di Tokayev, mira ad accelerare la trasformazione digitale del Paese. Questo programma completo si concentra sul miglioramento delle infrastrutture digitali, sulla promozione dell’innovazione e sulla dotazione della forza lavoro delle competenze necessarie per un’economia digitale. Di conseguenza, il Kazakistan ha visto una crescita sostanziale nel suo settore tecnologico, attirando investimenti e favorendo un fiorente ecosistema di start-up.

Inoltre, Tokayev ha sostenuto le riforme economiche per migliorare il contesto imprenditoriale, aumentare la trasparenza e combattere la corruzione. Sforzi quali la semplificazione dei processi normativi e l'attuazione di misure anticorruzione hanno contribuito a creare un clima più favorevole agli investimenti, aumentando l'attrattiva del Kazakistan per gli investitori stranieri.

pubblicità

Sviluppo sociale e welfare

Il presidente Tokayev ha posto un accento significativo sullo sviluppo sociale e sul miglioramento della qualità della vita di tutti i cittadini kazaki. La sua amministrazione si è concentrata sul miglioramento dei programmi di assistenza sociale, dell’istruzione e dei sistemi sanitari per affrontare le disparità socioeconomiche e promuovere una crescita inclusiva.

In risposta alle preoccupazioni dell’opinione pubblica sulla disuguaglianza economica, Tokayev ha aumentato la spesa sociale, in particolare in settori quali l’edilizia abitativa, la sanità e l’istruzione. La costruzione di unità abitative a prezzi accessibili e l’espansione dei servizi sanitari sono componenti chiave della sua agenda sociale, volta a garantire migliori standard di vita e accesso ai servizi essenziali per la popolazione.

Inoltre, Tokayev è stato un forte sostenitore della riforma dell'istruzione, riconoscendo l'importanza di una forza lavoro qualificata e istruita nel guidare la crescita futura del paese. Le iniziative per modernizzare il sistema educativo, migliorare la formazione professionale ed espandere l’accesso all’istruzione superiore sono state centrali nei suoi sforzi per fornire alle generazioni più giovani gli strumenti necessari per prosperare in un mondo in rapido cambiamento.

Risultati diplomatici e relazioni internazionali

Abile diplomatico, il presidente Tokayev ha sfruttato la sua vasta esperienza nelle relazioni internazionali per elevare il profilo del Kazakistan sulla scena globale. Il suo acume diplomatico è stato determinante nel promuovere legami più forti con i paesi vicini, le principali potenze globali e le organizzazioni internazionali.

Tokayev ha continuato la tradizione del Kazakistan di promuovere la stabilità e la cooperazione regionale attraverso la partecipazione attiva a organizzazioni come l'Unione economica eurasiatica (EAEU), l'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (SCO) e le Nazioni Unite. Il suo impegno per il multilateralismo e il dialogo costruttivo ha posizionato il Kazakistan come un attore chiave nell’affrontare le sfide regionali e globali.

In particolare, Tokayev ha sottolineato l'importanza di risolvere i conflitti con mezzi pacifici e ha svolto un ruolo di mediazione in diverse controversie internazionali. La sua amministrazione è stata anche proattiva nell’affrontare questioni globali come il cambiamento climatico, il disarmo nucleare e lo sviluppo sostenibile, allineando il Kazakistan agli sforzi internazionali per costruire un mondo più pacifico e sostenibile.

Il mandato del presidente Kassym-Jomart Tokayev è stato caratterizzato da un approccio visionario alla governance, caratterizzato da significative riforme politiche, economiche e sociali. Il suo impegno per la modernizzazione, la crescita inclusiva e la cooperazione internazionale non solo ha spinto il Kazakistan in avanti, ma ha anche consolidato la sua posizione di nazione dinamica e progressista. Mentre continua a destreggiarsi tra le complessità della leadership in un panorama globale in rapida evoluzione, i successi di Tokayev testimoniano la sua dedizione alla costruzione di un Kazakistan prospero e resiliente.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending