Seguici sui social

Le migliori località

Il rapporto sulla cittadinanza mondiale esplora le elezioni del 2024

SHARE:

Pubblicato il

on


CS Global Partners ha rilasciato la terza edizione del suo annuale Rapporto sulla cittadinanza mondiale. L'edizione di quest'anno si concentra sulle imminenti elezioni globali del 2024 e sui pensieri degli individui con patrimoni elevati (HNWI) riguardo a questo tumultuoso periodo globale. 

Il Rapporto sulla cittadinanza mondiale di CS Global Partners rimane l’analisi di punta delle questioni più urgenti che i cittadini globali devono affrontare. Il tema del Rapporto è il senso di responsabilità dei singoli individui nel contesto del cambiamento elettorale. Esplorando l’intersezione tra scelta e obbligo, il Rapporto costituisce un approccio basato sui dati per comprendere la cittadinanza e valuta i risultati nel contesto del cambiamento elettorale.  

Quest’anno sarà l’anno elettorale globale più grande della storia, con metà della popolazione mondiale che voterà alle elezioni. Si tratta di più elettori di qualsiasi altro momento precedente. Dall’India agli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna al Bangladesh, i paesi saranno messi alla prova sulle loro credenziali democratiche. Il Rapporto sulla cittadinanza mondiale fornisce commenti e analisi di studiosi e ricercatori, tra cui il Centro di geopolitica dell’Università di Cambridge, sull’importanza di queste elezioni per i cittadini globali.

Il Rapporto sulla Cittadinanza Mondiale è il primo tentativo al mondo di indagare il valore della cittadinanza attraverso la lente del cittadino globale. Privilegiando un approccio multiforme, il Rapporto sulla cittadinanza mondiale utilizza l’Indice della cittadinanza mondiale. Il World Citizenship Index è uno strumento innovativo che adotta un approccio olistico per classificare le cittadinanze del mondo su più dimensioni.

Andando oltre i concetti tipici della forza del passaporto, il World Citizenship Index riconosce le numerose ragioni per cui le persone lasciano i propri paesi, e le molte ragioni per cui restano. Questo rapporto si distingue per aver posto una maggiore enfasi sui diversi atteggiamenti riguardo agli aspetti chiave della cittadinanza. Il Rapporto sulla cittadinanza mondiale misura 188 paesi in base a cinque fattori motivazionali a cui i cittadini globali tengono maggiormente: sicurezza, opportunità economiche, qualità della vita, mobilità globale e libertà finanziaria.  

“Ci aspettiamo di vedere cambiamenti considerevoli nel panorama globale. Le elezioni apporteranno un cambiamento, con la speranza di innovazioni positive e la possibilità di una maggiore stabilità geopolitica. Il Rapporto 2024 sulla cittadinanza mondiale migliora rispetto alle edizioni precedenti, poiché affrontiamo direttamente le sfide globali affrontate dai cittadini globali. Il nostro Rapporto non è mai stato così rilevante e importante", conclude Micha Emmett, CEO di CS Global Partners.  

Nella classifica generale del World Citizenship Report, la Repubblica d'Irlanda si è classificata al primo posto. L’Irlanda, in particolare, ha ottenuto ottimi risultati per la sua società sicura e stabile, l’economia in crescita e la libertà finanziaria. Il paese è noto per il suo lussureggiante ambiente naturale, l’economia incentrata sulla crescita e la stabilità democratica. Il paese che ha ottenuto il punteggio più alto lo scorso anno (al terzo posto nel WCR di quest'anno), la Danimarca, ha ricevuto il massimo dei voti anche per la qualità della vita, la libertà finanziaria e la sicurezza.  

pubblicità

Analogamente all'edizione dello scorso anno del Rapporto sulla cittadinanza mondiale, secondo il nostro sondaggio tra gli HNWI, il pilastro Qualità della vita è stato classificato come il più importante tra i cinque pilastri. Ciò indica un attaccamento duraturo alle cose che spesso contano di più nelle elezioni, spesso definite “questioni fondamentali”.

I politici dovranno considerare queste questioni se vogliono ottenere il sostegno della popolazione votante. In effetti, il pilastro Qualità della vita considera la capacità di una nazione di fornire ai propri cittadini le cose necessarie per un elevato standard di vita, compresa la qualità ambientale, la qualità dell'istruzione e la qualità dell'assistenza sanitaria. Monaco, Danimarca e Hong Kong si sono aggiudicati i primi tre posti nel pilastro Qualità della vita. Il Regno Unito ha ottenuto ottimi risultati, classificandosi al sesto posto tra tutte le nazioni. Gli Stati Uniti si sono classificati al 29° posto.  

Come nel rapporto dello scorso anno, i paesi africani occupano le ultime 10 posizioni, con Somalia, Ciad e Sud Sudan che completano le peggiori posizioni. Il motivatore Safety and Security valuta la sicurezza sociale e i parametri di protezione di un paese, dalla governance alla criminalità e oltre, considerando la rete di sicurezza che il paese fornisce contro l'instabilità e il disordine. L'Islanda si è classificata al primo posto nella motivazione relativa alla sicurezza, la Svizzera si è classificata al secondo posto e l'Irlanda al terzo. La Siria ha ottenuto il punteggio più basso in questo pilastro.  

La sicurezza e la protezione sono di fondamentale importanza, in particolare per gli HNWI. Mentre la guerra continua a infuriare tra Russia e Ucraina e scoppia la guerra tra Israele e Palestina, i cittadini globali potrebbero essere ansiosi di cercare paesi pacifici e sicuri. Il Rapporto sulla Cittadinanza Mondiale fornisce una guida ai paesi più sicuri e protetti, evidenziando anche quelli che sono più inclini alla guerra e alla discordia.  

La motivazione della Libertà Finanziaria misura la capacità di un Paese di fornire un clima normativo favorevole e stabile per la creazione e il funzionamento delle imprese, nonché per la detenzione di beni personali e aziendali. Danimarca, Singapore e Svizzera occupano i primi tre posti in questo pilastro. L’indagine condotta dal World Citizenship Report sugli HNWI ha rilevato che in Europa e in altre regioni economicamente più sviluppate, gli HNWI pongono maggiore enfasi sugli investimenti, sulla diversificazione del portafoglio e sulla pianificazione patrimoniale quando considerano la seconda cittadinanza. Il 45.4% degli europei la considera una priorità.  

Al contrario, regioni come l’America Latina, che presentano economie meno robuste, enfatizzano più le opportunità di lavoro che gli investimenti. Solo il 24.1% dei latinoamericani considera prioritari gli investimenti, la diversificazione del portafoglio e la pianificazione patrimoniale. Il controllo elettorale previsto dal Rapporto costituisce un'innovazione necessaria all'offerta del Rapporto.

Per scaricare il Rapporto sulla Cittadinanza Mondiale 2024 visita: https://csglobalpartners.com/world-citizenship-report/











Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending