Seguici sui social

Le migliori località

Il Consiglio per l'energia UE-USA sottolinea l'impegno per la sicurezza energetica

SHARE:

Pubblicato il

on

L'alto rappresentante dell'UE Josep Borrell era a Washington all'inizio di questa settimana per una riunione del Consiglio per l'energia UE-USA con il segretario di Stato americano Antony Blinken. Ha co-presieduto la parte UE con il commissario per l'Energia Kadri Simson. Lo scopo dell'evento era chiaro: stabilire la stabilità del partenariato transatlantico e lavorare per garantire l'approvvigionamento di gas in Europa e Ucraina nel caso in cui la crisi russa si intensifichi e interrompa il flusso di gas in tutto il continente. 

“Oggi il nostro ambiente è caratterizzato dalle turbolenze geopolitiche nel contesto della crisi di Russia e Crimea”, ha affermato il rappresentante Borrell. “Le questioni energetiche sono centrali in questa crisi, perché la Russia non esita a utilizzare le importanti forniture energetiche all'Europa come leva per vantaggi geopolitici. E quando i prezzi del gas nell’Unione Europea sono aumentati da sei a dieci volte rispetto a un anno fa, ciò ha un impatto notevole sui consumatori e sulla [competitività] dell’economia”.

Il Consiglio ha convenuto di adottare misure per proteggere l'approvvigionamento energetico europeo. Queste azioni vanno dall'incoraggiare altri governi e produttori ad aumentare la loro produzione di gas al parlare con le parti interessate del settore energetico sulla condivisione delle riserve energetiche. Il Consiglio vuole mitigare qualsiasi potenziale situazione che potrebbe derivare da un'ulteriore aggressione russa e queste misure lavoreranno di concerto con le azioni più ampie che le due potenze stanno intraprendendo. 

“Il tempismo non potrebbe essere più importante. Questo è un momento cruciale”, ha affermato il segretario Blinken. “Stiamo lavorando insieme in questo momento per proteggere l’approvvigionamento energetico dell’Europa dagli shock di approvvigionamento, compresi quelli che potrebbero derivare da un’ulteriore aggressione russa contro l’Ucraina. La sicurezza energetica è direttamente legata alla sicurezza nazionale, alla sicurezza regionale, alla sicurezza globale. L’Europa ha bisogno di energia affidabile e conveniente, soprattutto nei mesi invernali… Quando le forniture energetiche vengono a mancare, le economie vacillano, siamo determinati a impedire che ciò accada”.

Questi colloqui fanno seguito a una dichiarazione congiunta a gennaio del presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen e del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che affermano l'impegno delle potenze a promuovere un approvvigionamento energetico pulito, conveniente e affidabile per l'Europa. 

L'argomento principale dell'incontro è stato il coordinamento della sicurezza energetica in relazione all'attuale crisi russa, ma si è anche concentrato sul raggiungimento degli obiettivi comuni dell'UE e degli Stati Uniti per raggiungere l'azzeramento delle emissioni nette entro il 2050.

pubblicità

Condividi questo articolo:

pubblicità

Trending