#SibiuSummit - La strada per Sibiu è lastricata di buone intenzioni

| Maggio 9, 2019

In vista del vertice informale dell'UE-27 a Sibiu, in Romania, il presidente Juncker ha delineato la sua raccomandazione politica su come l'Europa potrebbe modellare il suo futuro in un mondo incerto. Il presidente ha annunciato che le sue proposte creerebbero un'Europa più protettiva, competitiva, equa, sostenibile e influente. Cosa non va, scrive Catherine Feore?

Juncker ha anche sfruttato l'opportunità per difendere il proprio record e dimostrare che l'Europa continua a fornire nonostante i cinque anni di pesantezza. Le continue conseguenze della crisi dell'eurozona, le varie sfide migratorie nel Mediterraneo orientale e occidentale e il conseguente fallimento della solidarietà tra gli Stati membri, hanno dimostrato che l'unità europea sta vivendo profonde fratture.

I leader europei guarderanno ai risultati delle elezioni europee per vedere quanto sono profonde le fenditure. Juncker ci ha ricordato che le elezioni erano le più grandi transnazionali del mondo. Chiede agli elettori di chiedersi come sarà il paesaggio europeo nei prossimi anni se la gente sceglie di votare per i partiti estremisti.

Il Consiglio informale presenterà una dichiarazione di Sibiu, ma le discussioni principali si concentreranno sull'agenda strategica dell'UE per 2024. La dichiarazione sarà un segno di unità e fiducia nel futuro dell'UE.

Agenda strategica

La riunione di Sibius consentirà ai capi di governo di avere la loro prima discussione sull'agenda strategica dell'UE. L'agenda ha per i titoli principali, in generale: protezione dei cittadini e delle libertà; costruire un futuro più verde e più giusto; il futuro economico; e, promuovendo gli interessi dell'Europa nel mondo. Le discussioni saranno divise in due parti, una sulla dimensione esterna e una sulla dimensione interna.

La nota di Donald Tusk afferma che dopo Brexit l'UE si è concentrata sull'immigrazione clandestina, la sicurezza e il futuro economico incerto dell'UE. Il Presidente del Consiglio suggerisce che l'UE ha avuto successo in questi settori con la migrazione illegale verso il basso del 98%, controlli più severi alle frontiere esterne e più posti di lavoro rispetto al passato.

Non è previsto che venga raggiunto un accordo, ma la riunione di Sibiu preparerà le basi per un accordo a giugno.

Spitzenkandidaten

Ci sarà anche una discussione preventiva su vari appuntamenti. Un alto funzionario del Consiglio europeo ha affermato che non ci sarebbe alcuna automaticità nella scelta del prossimo presidente della Commissione europea. I capi di governo avevano già concordato all'inizio di 2018 che sarebbero tornati al Consiglio europeo assumendo la guida, ma dopo un'adeguata consultazione con il Parlamento europeo.

Data la nuova importanza riconosciuta al processo "Spitzenkandidat", con dibattiti su diversi forum tra i futuri presidenti, è difficile vedere come il Consiglio europeo non possa riconoscere questo processo. Oltre a tutto il resto, ogni capo del governo avrà partecipato alla selezione del proprio candidato attraverso il proprio partito politico.

Reporter UE chiese al presidente Juncker se pensava che il processo Spitzenkandidat potesse essere deragliato. Juncker ha risposto che mentre cercavano di farlo (deragliare) il processo l'ultima volta e non ci sono riusciti, "non ci riusciranno questa volta".

Tusk è appassionato, soprattutto, di evitare le difficoltà dell'ultimo processo di selezione che ha richiesto tre mesi e tre vertici per risolverlo. Il presidente Juncker è stato osteggiato dall'allora primo ministro britannico David Cameron, che desiderava disperatamente dare prova di forza agli elettori britannici e al primo ministro ungherese Viktor Orbán, che si stava già appoggiando al bordo del Partito popolare europeo dal quale ha ora è stato sospeso. In effetti, Tusk potrebbe tentare di fermare questo problema in anticipo incontrando Orbán, che ha annunciato questa settimana che non sosterrà più lo Spitzenkandidat dell'EPP Manfred Weber.

La strada attorno a qualsiasi vicolo cieco potrebbe essere trovata nella zona in cui l'UE è il leader mondiale non riconosciuto, "commercio di cavalli". Il presidente della Commissione europea non è l'unico posto in palio, c'è anche il presidente del Consiglio (posto di Tusk), l'alto rappresentante dell'UE (attualmente detenuto da Mogherini), il presidente del Parlamento europeo (Tajani) e il presidente della Banca centrale europea (Draghi).

Modifica del trattato

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha dichiarato di recente in un'intervista con la Germania Onda tedesca che pensava che gli attuali trattati avessero raggiunto i loro limiti e che i leader dovessero affrontare la necessità di un cambiamento del trattato.

Il presidente Juncker ha detto di non essere contrario al trattato, ma ha detto che si potrebbe fare molto con gli attuali trattati se la volontà fosse presente, aggiungendo che a volte si hanno trattati imperfetti e possono essere trasformati se la volontà di coloro che dovrebbero applicarli è totale, ma puoi avere trattati perfetti e se la volontà di applicarli non è lì si trasformano in trattati imperfetti. Ha suggerito di cambiare il trattato solo quando era necessario.

Sibiu potrebbe non incendiare il mondo, ma è una possibilità per i leader di EU-27 di alzare gli occhi da terra e guardare l'orizzonte. L'UE esiste come risultato di interessi reciproci e valori condivisi. Persino alcuni dei governi europei più ostili cercano soluzioni europee. Salvini vuole più azione comune europea e condivisione degli oneri quando si tratta di migrazione. Orbán ha bisogno dei fondi regionali europei che rappresentano oltre il 50% degli investimenti interni dell'Ungheria. L'Italia, l'Ungheria, la Polonia e ogni altro paese dell'UE avrebbero un magro futuro al di fuori delle armi del suo maggiore partner commerciale.

Allo stesso tempo, le sfide esterne sono molteplici, dalla tattica di Donald Trump nel commercio e dal tiepido sostegno ai partner della NATO, dal capitalismo cinese sponsorizzato dallo stato e dalla necessità di adottare un nuovo approccio all'Africa. Nessuno stato può affrontare da solo queste sfide in alcun modo significativo. L'Europa deve lavorare.

Commenti

Commenti di Facebook

tag: , , , , , , ,

Categoria: Un Frontpage, Economia, EU, EU, Commissione europea, Parlamento europeo, Politica, Mondo

I commenti sono chiusi.