Accordo #WTO la facilitazione degli scambi porterà grandi vantaggi ai paesi in via di sviluppo

| Febbraio 23, 2017 | Commenti

170223WTOTradeFacilitAgreement2Ambasciatore François Xavier Ngarambe del Ruanda, ambasciatore Malloum Bamanga Abbas del Ciad, Organizzazione Mondiale del Commercio direttore generale Azevêd, Ambasciatore Saja Majali di Giordania e Abdulla Nasser Al Musallam Rahbi dell'Oman presentare dei loro paesi gli strumenti di accettazione TFA

L'OMC ha ottenuto la due terzi accettazione del contratto tra i suoi membri 164 necessari per portare la facilitazione degli scambi accordo (TFA) in vigore. Ruanda, l'Oman, il Ciad e la Giordania hanno presentato i loro strumenti di accettazione al direttore generale dell'OMC Roberto Azevedo, portando il numero totale di ratifiche sopra la soglia richiesta del 110.

L'accordo sarà accelerare il movimento, svincolo e lo sdoganamento delle merci alle frontiere, lancia una nuova fase di riforme di facilitazione del commercio in tutto il mondo e crea un notevole impulso per il commercio e il sistema commerciale multilaterale nel suo complesso.

La piena attuazione del TFA si prevede di tagliare i costi commerciali dei membri di una media del 14.3 per cento, con i paesi in via di sviluppo che hanno più da guadagnare, secondo uno studio effettuato da 2015 economisti OMC. Il TFA è anche in grado di ridurre il tempo necessario per importare beni di oltre un giorno e mezzo e di esportare merci da quasi due giorni, con una riduzione di 47% e 91% rispettivamente, rispetto alla media attuale.

DG Azevedo ha accolto l'ingresso del TFA in vigore, sottolineando che l'accordo rappresenta un punto di riferimento per la riforma del commercio. Egli ha detto: "Questo consentirebbe di aumentare il commercio mondiale fino a $ 1 miliardi ogni anno, con i maggiori profitti a farsi sentire nei paesi più poveri. L'impatto sarà più grande che l'eliminazione di tutte le tariffe esistenti in tutto il mondo. Significa anche che possiamo dare il via il lavoro di assistenza tecnica per aiutare i paesi più poveri con l'attuazione ".

UE gioca un ruolo di primo piano

Le autorità doganali dell'UE avranno un ruolo di primo piano nella attuazione dell'accordo, agendo sia come un esempio da seguire e come motore per ulteriori progressi nella facilitazione degli scambi commerciali all'interno dell'Unione europea ea livello internazionale.

L'accordo contribuirà anche a migliorare la trasparenza, aumentare la possibilità per le piccole e medie imprese di partecipare alle catene globali del valore, e ridurre le possibilità di corruzione. L'accordo è stato concordato nel corso della Conferenza ministeriale dell'OMC a Bali nel 2013.

Commissario per il commercio Cecilia Malmström ha dichiarato: "procedure di frontiera meglio e più velocemente, i flussi commerciali più liscia rivitalizzare il commercio mondiale a beneficio dei cittadini e delle imprese in tutte le parti del mondo. Le piccole imprese, che hanno difficoltà a navigare la burocrazia quotidiana e regole complicate, saranno grandi vincitori. "

Cooperazione Internazionale e lo Sviluppo Commissario Neven Mimica ha aggiunto: "Il commercio è un fattore chiave per lo sviluppo sostenibile. Il nuovo accordo contribuirà toccando l'enorme potenziale del commercio. Sono pronto ad assistere i nostri paesi partner a fare la maggior parte di questo accordo. "

Il più grande margine di miglioramento - e quindi il maggiore potenziale per trarre vantaggi - è in via di sviluppo. L'UE vuole questo accordo a svolgere un ruolo significativo nella crescente coinvolgimento dei paesi in via di sviluppo in catene globali del valore. Per questo motivo, l'Unione europea si è impegnata 400 milioni di € per assisterli con le riforme necessarie per rispettare le regole stabilite dal contratto.

Oltre alla sua dimensione di sviluppo, l'accordo fa anche parte degli sforzi dell'UE per aiutare le piccole e medie aziende europee utilizzano il potenziale non sfruttato dei mercati globali.

L'UE è stata uno dei promotori della trattativa e ha portato gli sforzi verso la sua conclusione. Dopo la ratifica del contratto da parte del Consiglio e del Parlamento europeo nel 2015, l'UE ha incoraggiato attivamente gli altri membri dell'OMC di approvare l'accordo senza ritardi. Mentre la massa critica è ormai stata raggiunta, permettendo l'accordo per diventare efficace, l'UE spera il restante membri dell'OMC ratificherà l'accordo in un prossimo futuro.

Commenti

Commenti di Facebook

tag: , , , , , , ,

Categoria: Un Frontpage, Economia, EU, Mondo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *