Seguici sui social

EU

Russia aggiunge paesi al cibo divieto di importazione sulle sanzioni

SHARE:

Pubblicato il

on

_84870148_028519832-1La Russia ha esteso il suo elenco di paesi soggetti a un divieto di importazione di generi alimentari come ritorsione per le sanzioni occidentali sulla crisi ucraina.

Il primo ministro Dmitry Medvedev ha affermato che il divieto si applicherà ora a Islanda, Liechtenstein, Albania e Montenegro.

Ha detto che l'Ucraina verrà aggiunta in 2016 se entrasse in vigore un accordo economico tra Kiev e l'Unione europea.

La demolizione di tonnellate di formaggi di produzione occidentale e altri prodotti alimentari ha fatto arrabbiare gli attivisti contro la povertà.

Il paese ha iniziato a distruggere i prodotti vietati all'inizio di questo mese, raccogliendo frutta a vapore e bruciando scatole di pancetta. I critici dicono che dovrebbe essere usato per nutrire i poveri e gli affamati.

La mossa arriva dopo che l'UE e gli Stati Uniti hanno introdotto sanzioni per l'annessione della Crimea da parte della Russia e azioni nell'Ucraina orientale.

Alcuni prodotti provenienti da paesi dell'UE, nonché Australia, Canada, Norvegia e Stati Uniti sono stati banditi nell'agosto dello scorso anno.

pubblicità

Parlando a un gabinetto di ministri giovedì (13 agosto), il Primo Ministro ha affermato che anche l'Islanda, il Liechtenstein, l'Albania e il Montenegro sarebbero stati colpiti perché si erano uniti alle sanzioni dell'UE contro la Russia.

"L'adesione alle sanzioni è una scelta consapevole che significa disponibilità a misure di ritorsione da parte nostra, che sono state adottate", ha detto Medvedev nei commenti trasmessi sul canale statale Rossiya 24.

Il divieto comprende carne, pesce, latticini, frutta e verdura.

Medvedev ha dichiarato mercoledì che le contro-sanzioni hanno dato una spinta significativa all'agricoltura domestica e non hanno causato carenze, secondo Rossiya 24.

Le autorità russe hanno anche iniziato a bruciare fiori olandesi, affermando che rappresentano un rischio per la sicurezza perché potrebbero essere infettati da parassiti.

Ma i critici affermano che la Russia vuole vendicarsi dei Paesi Bassi per la gestione delle indagini sull'abbattimento del volo MH17 della Malaysia Airlines sull'Ucraina orientale tenuta dai ribelli l'anno scorso.

In una mossa rara contro il presidente Vladimir Putin, il partito comunista russo annunciato giovedì (13 agosto) aveva presentato una proposta di legge al parlamento chiedendo che il cibo occidentale contrabbandato fosse dato ai bisognosi invece di essere distrutto.

Il Cremlino afferma che il cibo non può essere dato via perché potrebbe non essere sicuro.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending