UE conferma il nuovo supporto per la Mauritania durante la visita ad alto livello

| Febbraio 10, 2014 | Commenti

Fish-Mercato-in-Nouadhibou-Harbour, -Mauritania, -West-Africa.-credito-Marco-Care_Marine-PhotobankCommissario per lo sviluppo Andris Piebalgs è oggi (10 febbraio) dovrebbe annunciare 195 milioni di € per la Mauritania nei settori della sicurezza alimentare, stato di diritto e di assistenza sanitaria per gli anni 2014-2020.

Il commissario incontrerà il presidente Abdel Aziz e il primo ministro Moulaye Ould Mohamed Laghdhaf durante la sua visita, e le discussioni si prevede di concentrarsi in particolare sulla cooperazione in corso tra l'UE e la Mauritania nei settori della sicurezza, dello sviluppo e la pesca. Il Commissario dovrebbe inoltre sottolineare l'impegno costante dell'UE a sostenere il paese nel suo percorso di crescita e il ruolo chiave che deve svolgere in sicurezza nel Sahel.

La visita - la prima da un commissario in Mauritania dal 2008 - è estremamente tempestivo; arrivando a pochi mesi prima del vertice UE-Africa che si terrà a Bruxelles il 2-3 aprile. Come gli attuali titolari della presidenza dell'Unione africana, la Mauritania avrà un ruolo particolarmente centrale da svolgere al vertice.

Parlando nel corso della visita, il commissario Piebalgs ha dichiarato: "Il paese avrà un ruolo particolarmente importante da svolgere nel prossimo vertice UE-UA e può continuare a contare sul UE come partner impegnato in questo."

"La Mauritania ha anche un ruolo fondamentale nel contribuire a mantenere la regione del Sahel stabile grazie alla sua posizione. Non ci può essere sviluppo senza sicurezza, e vorrei congratularmi con il paese tutto il lavoro che sta facendo per rendere il Paese, e la regione più ampia, più stabile ".

Nel corso della visita, il commissario Piebalgs parteciperà al lancio di un progetto per riabilitare e allargare la strada Nouakchott-Rosso, lunga quasi 200 km e un corridoio di trasporto chiave tra Mauritania e Senegal. L'UE ha fornito 51 milioni di €, aggiungendo fino a fondi formare il governo della Mauritania e la Banca mondiale - un esempio concreto di ciò che può essere raggiunto attraverso il partenariato nella regione.

Grazie a questo collegamento di trasporto migliore, la Mauritania sarà possibile ad un ruolo chiave nel commercio della regione (tra cui contribuire a migliorare l'accesso ai mercati per gli agricoltori), grazie alla sua posizione sul crocevia tra Maghreb e l'Africa subsahariana. La strada segna anche un passo avanti verso l'eventuale messa a punto del corridoio di trasporto Tanger-Lagos, che contribuirà a rafforzare significativamente l'integrazione regionale e il commercio in tutta la regione.

Durante questa visita, il Commissario terrà anche l'opportunità di vedere per se stesso come progetti chiave europei stanno facendo la differenza sul campo. Ad esempio, una scuola per ragazze nel villaggio di Toujounine, e una scuola di formazione della polizia; un esempio concreto del legame tra sicurezza e sviluppo nel paese (che è al centro della strategia dell'UE nel Sahel).

sfondo

Il nuovo finanziamento annunciato oggi proviene dal Fondo europeo di sviluppo per il periodo 2014-2020. Tra 2007 e 2013, l'UE ha stanziato € 209m in Mauritania. Ciò ha incluso un supplemento di € 25m per la strategia Sahel (Strategia dell'Unione europea per promuovere la sicurezza e lo sviluppo nel Sahel), € 11m sull'iniziativa e € di sviluppo del millennio 8m come parte della vulnerabilità Flex (o V-FLEX), istituito a aiutare i paesi per rispondere agli effetti della crisi economica.

Risultati concreti del sostegno dell'UE in Mauritania, dispone di un significativo miglioramento della sicurezza e della qualità delle strade in tutto il paese, un migliore accesso all'energia nelle zone rurali e semi-rurali (per esempio 190,000 persone in sei wilayas, o province, fornite di energia elettrica ), e cinque regioni che hanno accesso ad acqua potabile e un sistema di servizi igienico-sanitari.

Il Commissario ha recentemente annunciato € 6.4 miliardi di euro per la regione dell'Africa occidentale (previa conferma da parte degli Stati membri) tra 2014-2020, che si prevede di sostenere gli investimenti che generano crescita e la creazione di posti di lavoro per i 300 milioni di cittadini dell'Africa occidentale. La regione dell'Africa occidentale comprende Benin, Burkina Faso, Capo Verde, Costa d'Avorio, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Liberia, Mali, Niger, Nigeria, Senegal, Sierra Leone, Togo e la Mauritania.

Maggiori informazioni

IP / 13 / 1002: UE conferma il suo sostegno allo sviluppo e di integrazione dell'Africa occidentale
IP / 14 / 124: Il commissario Piebalgs visita tre paesi dell'Africa occidentale per discutere del futuro della cooperazione allo sviluppo
Sito web della DG Sviluppo e cooperazione EuropeAid
Sito web del Commissario per lo sviluppo Andris Piebalgs

Commenti

Commenti di Facebook

tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Categoria: Un Frontpage, Africa, aiuto, Sviluppo, EU, Commissione europea, Aiuti esterni, Relazioni esterne, Mondo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *