Seguici sui social

Giustizia e affari interni

I deputati approvano nuove regole per proteggere le infrastrutture essenziali

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

Approvazione dei deputati un accordo risultante dai negoziati con il Consiglio rafforzare la protezione delle infrastrutture critiche all'interno dell'UE. Hanno ricevuto 595 voti favorevoli, 17 contrari e 24 astenuti. Nuove regole armonizzeranno la definizione di infrastruttura critica in modo che sia coerente tra gli Stati membri.

Un ambito ampliato di 11 settori importanti

La legislazione copre i settori dell'energia, dei trasporti e delle banche, dell'infrastruttura del mercato finanziario e dell'infrastruttura digitale. Comprende anche l'acqua potabile e alimentare, la pubblica amministrazione e lo spazio.

Le nuove regole richiedono agli Stati membri di adottare strategie nazionali di resilienza. La comunicazione transfrontaliera deve essere effettuata tramite un unico punto di contatto in ogni stato. Dovrebbero inoltre evitare la doppia segnalazione tra le iniziative di potenziamento della resilienza e questa, per garantire che gli attori critici non abbiano un onere amministrativo eccessivo. La trasparenza è assicurata dagli attori critici che segnalano eventuali disordini o incidenti alle autorità nazionali. Le autorità dovrebbero anche informare il pubblico quando è nell'interesse pubblico.

Preventivo

Dopo il voto, Michal Simecka (Renew SK) ha dichiarato: "Per realizzare un'Europa che protegga, è essenziale rafforzare anche la resilienza collettiva e i sistemi critici che sono alla base del nostro modo di vivere. Questa normativa copre 11 settori chiave e affronterà sia le sfide poste dal clima crisi, nonché il crescente numero di sabotaggi all'interno dell'Unione europea dovuti all'aggressione della Russia contro l'Ucraina, minacce che devono essere contrastate dall'infrastruttura cruciale dell'UE.

sfondo

pubblicità

Nell' direttiva preventiva sulle Infrastrutture critiche, solo i trasporti e l'energia sono stati inclusi nel campo di applicazione delle regole comuni. Il Parlamento europeo ha chiesto la revisione del precedente direttiva. Ciò è avvenuto in risposta alle conclusioni del 2018 della commissione speciale sul terrorismo. I colegislatori si sono inoltre assicurati che la nuova legislazione fosse coerente con il Direttiva NIS2 in materia di sicurezza informatica.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending