Seguici sui social

Parlamento europeo

Il Parlamento chiede più sanzioni contro il regime iraniano

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

Giovedì (19 gennaio) è stata adottata una risoluzione in cui si afferma che l'UE deve apportare ulteriori aggiustamenti alla sua posizione nei confronti dell'Iran a causa del disprezzo del regime iraniano per la dignità umana, le aspirazioni democratiche e il sostegno alla Russia.

I deputati chiedono all'UE di aumentare le sanzioni per includere tutte le persone e le entità responsabili di violazioni dei diritti umani e le loro famiglie, tra cui il presidente Ali Khamenei e il presidente Ebrahim Raisi, nonché il procuratore generale Mohammad Jafar Montazeri, il leader supremo Ali Khamenei, e tutte le fondazioni ('bonyads) collegate al Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche.

Invitano il Consiglio e gli Stati membri a includere l'IRGC, le sue forze sussidiarie, nonché la milizia paramilitare Basij e la forza Quds, nell'elenco dei terroristi dell'UE. Qualsiasi paese in cui l'IRGC conduce operazioni militari, economiche o informative, dovrebbe immediatamente tagliare tutti i legami con esso.

L'omicidio dei manifestanti deve essere indagato

Le condanne a morte e le esecuzioni in Iran di manifestanti pacifici sono condannate dal Parlamento. Chiede la fine della repressione delle autorità iraniane nei confronti dei suoi cittadini. I deputati chiedono alle autorità della Repubblica islamica di rilasciare immediatamente e senza condizioni tutti i manifestanti condannati. Condannano inoltre l'uso di procedimenti penali e condanne a morte da parte del regime per reprimere il dissenso e punire chi esercita i propri diritti fondamentali. Chiedono che gli autori della morte di centinaia di manifestanti siano ritenuti responsabili.

Assistenza militare alla Russia e repressione della diaspora

"La risoluzione sollecita l'espansione delle misure restrittive contro l'Iran, poiché continua a fornire veicoli aerei senza equipaggio e piani per razzi terra-terra alla Russia.

pubblicità

Infine, gli eurodeputati sono profondamente preoccupati per la repressione strutturale transnazionale da parte delle autorità della Repubblica islamica, che include omicidi e spionaggio contro la diaspora iraniana nell'UE. Chiedono all'UE e ai suoi Stati membri di adottare misure più forti per proteggere coloro che sono colpiti da tale repressione.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending