Seguici sui social

Commissione europea

La Commissione europea ha emesso con successo 8 miliardi di euro nella sua ultima operazione sindacata del 2023

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

La Commissione Europea, che emette obbligazioni UE per conto dell’UE, ha raccolto ulteriori 8 miliardi di euro di obbligazioni UE nei suoi 11th operazione sindacata per il 2023. L'operazione in doppia tranche consisteva in un nuovo bond quinquennale da 5 miliardi di euro con scadenza il 5 dicembre 5 e in un prelievo da 2028 miliardi di euro del Green Bond NextGenerationEU con scadenza il 3 febbraio 4.

L’operazione ha ricevuto un forte interesse da parte degli investitori, che hanno presentato offerte per un totale di oltre 66 miliardi di euro per la nuova obbligazione a 5 anni e oltre 70 miliardi di euro per il Green Bond NGEU a 24 anni. Ciò equivale a tassi di sottoscrizione in eccesso di circa 13 volte e 24 volte, rispettivamente.

La transazione porta il volume totale delle emissioni di obbligazioni verdi di NextGenerationEU a 47.2 miliardi di euro, con i proventi utilizzati per finanziare progetti verdi nell’ambito dei piani nazionali di ripresa e resilienza (RRP) degli Stati membri – le tabelle di marcia per la spesa nell’ambito di NextGenerationEU. Le emissioni di obbligazioni verdi NGEU sono supportate da un insieme significativo di progetti ammissibili e sono strettamente calibrate sulle spese verdi dichiarate dagli Stati membri, che ora stanno guadagnando slancio.

L'operazione ha segnato l'ultima operazione sindacata dell'UE per quest'anno. Ciò porta il volume totale delle emissioni nella seconda metà di quest’anno a 34.2 miliardi di euro. La Commissione ha annunciato che finalizzerà le emissioni obbligazionarie per quest'anno con un'asta da 4 miliardi di euro il 27 novembre.

È disponibile una panoramica completa di tutte le transazioni UE emesse fino ad oggi online.

sfondo

La Commissione europea prende prestiti sui mercati internazionali dei capitali per conto dell’Unione europea ed eroga i fondi agli Stati membri e ai paesi terzi nell’ambito di vari programmi di prestito. Il prestito dell’UE è garantito dal bilancio dell’UE e i contributi al bilancio dell’UE rappresentano un obbligo giuridico incondizionato per tutti gli Stati membri ai sensi dei trattati dell’UE.

pubblicità

Dal gennaio 2023, la Commissione europea emette obbligazioni UE con un unico marchio anziché obbligazioni etichettate separatamente per i singoli programmi. I proventi derivanti da tali obbligazioni monomarca vengono destinati ai relativi programmi secondo le modalità previste dagli accordi applicabili. Le emissioni di Green Bond NextGenerationEU continuano a finanziare solo le misure ammissibili nell’ambito del NextGenerationEU Green Bond Framework.

Sulla base degli EU-Bond e dei NextGenerationEU Green Bond raccolti dalla metà del 2021, la Commissione ha finora erogato 174.7 miliardi di euro in sovvenzioni e prestiti agli Stati membri dell’UE nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza, oltre a ulteriore sostegno ad altri paesi dell’UE. programmi che beneficiano dei finanziamenti NextGenerationEU.

Dei fondi versati agli Stati membri nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza, 58.3 miliardi di euro sono stati dichiarati ammissibili al finanziamento delle obbligazioni verdi. Nell’ambito del programma di obbligazioni verdi NextGenerationEU, la spesa viene confermata ammissibile al finanziamento tramite obbligazioni verdi ex post, dopo che i paesi dell’UE hanno dimostrato per cosa sono stati utilizzati i fondi.

Informazioni in tempo reale sulle spese ammissibili e assegnate sono disponibili nel Cruscotto dei green bond NextGenerationEU. La Commissione è inoltre impegnata a pubblicare relazioni annuali sull’allocazione e sull’impatto dei proventi delle obbligazioni verdi NGEU. A seguire il primo rapporto di assegnazione, pubblicato nell'autunno del 2022, la Commissione pubblicherà il suo primo rapporto completo sull'allocazione e sull'impatto delle obbligazioni verdi NGEU entro la fine dell'anno.  

La Commissione ha inoltre erogato 15 miliardi di euro all’Ucraina nell’ambito del programma di assistenza macrofinanziaria +, con un ulteriore esborso di 1.5 miliardi di euro previsto per la fine di questo mese. Questo programma, che erogherà 18 miliardi di euro all’Ucraina nell’intero 2023, fa seguito all’esborso di 7.2 miliardi di euro da parte della Commissione in prestiti AMF di emergenza all’Ucraina nel 2022. In precedenza, l’UE aveva fornito oltre 5 miliardi di euro all’Ucraina attraverso cinque Programmi AMF dal 2014.

Per aumentare ulteriormente la liquidità del mercato secondario dei titoli UE, la Commissione ha introdotto un quadro per fornire agli investitori quotazioni dei prezzi dei titoli UE su piattaforme elettroniche. Gli operatori primari dell'UE hanno iniziato a quotare i prezzi delle obbligazioni dell'UE il 01° novembre 2023. La Commissione sta inoltre lavorando a uno strumento per sostenere l'uso delle obbligazioni dell'UE come strumento per gli accordi di riacquisto (da attuare entro la metà del 2024).

La sindacazione obbligazionaria di oggi Obbligazione 5 Con scadenza il 5 dicembre 2028, questa obbligazione ha una cedola del 3.125% e ha un rendimento di riofferta del 3.226% equivalente a un prezzo di riofferta del 99.535%. Lo spread al mid-swap è di +4 bps, che equivale a +54.8 bps rispetto al Bund con scadenza 19 ottobre 2028 e +20.3 bps rispetto all'OAT con scadenza 25 novembre 2028. Il portafoglio ordini finale è stato di oltre 66 miliardi di euro. Rubinetto NextGenerationEU Green Bond di 24 anni Con scadenza il 4 febbraio 2048, questa obbligazione ha una cedola del 2.625% e ha un rendimento di riofferta del 3.759% equivalente a un prezzo di riofferta dell'82.173%. Lo spread al mid-swap è di +72 bps, che equivale a +83.8 bps rispetto al Bund con scadenza il 15 agosto 2046 e +5.8 bps rispetto all'OAT con scadenza 25 maggio 2048. Il portafoglio ordini finale è stato di oltre 70 miliardi di euro. I joint lead manager di questa transazione erano Barclays, BNP, LBBW, Morgan Stanley e Nordea.

Sono disponibili informazioni sull'allocazione a diversi investitori nella sezione transazioni dell’UE come sito web del mutuatario.

Il programma di finanziamento dell’UE si è dimostrato straordinariamente resiliente di fronte alle difficili condizioni per tutti gli emittenti nel 2023. È quindi giusto che la Commissione abbia ottenuto un risultato così importante con l’accordo di oggi, la nostra ultima sindacazione dell’anno. La forte domanda per la linea verde della transazione dimostra anche la fiducia che gli investitori ripongono nel programma di obbligazioni verdi NextGenerationEU dell’UE. Continueremo a costruire questa fiducia con la pubblicazione del nostro rapporto sull’impatto dell’allocazione dei green bond NGEU entro la fine dell’anno – un risultato chiave nel nostro impegno per la trasparenza.

Il Commissario per il Bilancio e l'Amministrazione Johannes Hahn (nella foto) 13/11/2023

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.
pubblicità

Trending